Lega 2.0, il nulla dei “colpi di scopa”. Solo chiacchiere e poltrone

di GIAN LUIGI LOMBARDI CERRI

La domanda non è oziosa perché sono moltissimi quelli che amerebbero conoscere che cosa sta facendo la Lega? Chi sono questi “moltissimi”? Sono quelli che se ne sono andati delusi da 30 anni di vaniloqui, sono quelli cacciati con e senza dichiarati motivi. Sono quelli che hanno,  per anni, inseguito il grande sogno e si sono trovati davanti alla triste, piccola, realtà. Insomma sono tutti quelli che hanno votato Lega Nord sino a farle raggiungere il 10 % su scala nazionale e oltre il 25 % su scala regionale.

Dopo i “colpi di scopa” che non hanno diviso gli incapaci dai capaci, ma solamente i bossiani dai maroniani (e i convertiti dell’ultima ora), ci si attenderebbe un programma di azione sensato e sufficientemente dettagliato nei fini, nei mezzi, nei tempi e nei costi per non essere costretti a concludere che la Lega di Miglio è stata totalmente distrutta. E’ stato promesso di fare la Macroregione. Come (dato che a parole era un problema facilissimo da risolvere)? Mistero, dato che Roma sembra quasi, secondo i profeti, che aspettasse solo una richiesta ufficiale. Che cosa è stato fatto? Semplicemente che, per banali beghe interne alla Lega, in Friuli ha vinto il PD! Quindi un partecipante in meno al banchetto padano.

Un secondo passo è stato l’infantile ricorso a Bruxelles che ha prodotto un ben triste risultato: l’Europa ha detto a chiare lettere che il problema non le appartiene e non le interessa. Perchè “infantile”? Gli scienziati padani della politica speravano forse che l’Europa, armi alla mano, avrebbe costretto Roma a concedere quanto richiesto? Vogliono capire che il “fare”  è un problema di chi accampa un diritto e non di chi è indifferente o, addirittura lo nega? Analizzino a fondo i passi fatti dalla Scozia, dalla Catalogna e da altri e, per le loro azioni traggano fruttuosi insegnamenti. Sempre che abbiano cultura, esperienza e capacità sufficienti.

Abbiamo detto, sino alla nausea, che l’unica possibilità che avevamo, almeno nei tempi relativamente brevi, era ed è quella di normalizzare, unificare e semplificare Leggi e Regolamenti delle regioni padane ottenendo risultati economici tangibili e dando agli elettori una ben fondata speranza di fruttuosi passi successivi. Invece niente di tutto questo. Forse perché per battere questa strada si richiedono competenze ed esperienza che i giovani leoni non hanno? Chiacchierare e organizzare un “banchetto” è indubbiamente molto più semplice! Ricordo che azioni come quella proposta (con la quale si rispettano le Leggi statali vigenti), nonostante i reggitori di potere romani (i buoni esempi disturbano sempre) non possono essere oggetto di opposizione.

E’ pure stato promesso (sempre dalla Lega 2.0) che la Macroregione avrebbe trattenuto il 75% degli incassi fiscali. Che cosa è stato fatto sinora? Surrettiziamente, si è cominciato a parlare non più del 75, ma del 70%. Facciamo pure finta di non intendere come tale il tentativo di sconto onde avvalorare la tesi (fasulla) emergente che questo 70% è da anni operante. E ancora. In Piemonte come sta andando il processo di riduzione dei costi della sanità per raggiungere lo standard della Lombardia? Attendiamo risposte numeriche dall’ineffabile governatore Cota, forse esclusivamente preoccupato a mantenere più poltrone contemporaneamente. E ancora: il fatto che a Milano sia stato fatto un banchetto di protesta contro chi tollera assassini come il ghanese picconatore, riuscendo perfino a farci contestare dagli abitanti del quartiere ove è avvenuto il delitto non ha fatto di certo dimagrire il pimpante (e sempre più cicciottello) “parlator” Salvini, ansioso – forse- di prendere il posto di Maroni, facendo così scendere la Lega 2.0 di un altro gradino.

Abbiamo ormai la non infondata sensazione che l’obbiettivo unico sia stato quello di accaparrarsi un certo numero di cadreghe e ora le azioni sono tutte volte a  studiare le giustificazioni del fallimento con la tecnica del “quasi goal”, in vista del fallimento degli obbiettivi tutti. Un altro passo importantissimo è stato quello di cacciare (o far finta di cacciare) i contestatori di Pontida. Indubbiamente quella di tirarsi fuori dai piedi chi dice la verità è, ormai, una prassi consolidata in Lega, dopo essersi preventivamente, a scanso di equivoci, privati dei probiviri ai quali, peraltro, era assegnato il limitatissimo compito, della verifica della correttezza “formale” delle espulsioni.

Crediamo che andando avanti su questa strada l’obbiettivo del 2% sarà messo in disparte presto, per avviarsi verso una percentuale “da prefisso telefonico”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

26 Comments

  1. Miki says:

    Questi non li schiodi nemmeno se i milites si presentano in Bellerio coi forconi. Dire spudorati è riduttivo.

  2. luigi bandiera says:

    Per stare sulla Lega Nord piu’ o meno 2.0,

    un uomo e una donna padani, se fino adesso hanno votato lega nord, visto i fatti recenti dove kax dovrebbero andare in senso politico e positivo..?

    CHI DOVREBBERO VOTARE PER AFFIDARE IL LORO DESTINO..??

    Ridiko:
    A CHI AFFIDARE IL LORO FUTURO..??

    AI SECESSIONISTI..?

    AI SEPARATISTI..?

    AGLI INDIPENDENTISTI..?

    AGLI INTELLIGHENTIS..?

    AGLI ANALFABETI AUTOCTONI..?

    AGLI ITALIANI uni e indivisibili..? (l’ammucchiata multi kax o kulturale o etnika?)

    MA DA COSA, QUALE SEGNO DOVRANNO VEDERE, LI DISTINGUERA’ DAL NEMIKO, si fa per dire, PER CAPIRE CHE SONO QUELLI CHE CURERANNO, a breve, IL LORO (nostro) INTERESSI di cui il LORO/NOSTRO DESTINO..?

    Tagliando:
    DALLA LEGA inconcludente A CHI E A CHE FORZA POLITICA DARE IL MANDATO A PRO NOI..?
    Non e’ che si passera’ dalla PADELLA ALLA BRACE..?
    Devo ripeterlo:

    CI MANCANO I CAPI..!!!!!!!!!

    CI ABBONDANO I SOLITI:
    BRIGANTI, RAPINATORI E MANTENUTI: TALIBANI tout court..!

    SOCCOMBEREMO..!!

    Salam

  3. eugenio ceroni says:

    L’amico Gian Luigi in poche righe ha descritto la grottesca situazione della Lega con estrema precisione.Tutti coloro che volevano dare un contributo di idee e fatti sono stati emarginati o costretti ad andarsene o nauseati,come il sottoscritto, se ne sono andati di propria volontà.
    Peccato,purtroppo siamo entrati in un partito e alla fine ci siamo ritrovati in un’altra cosa.

  4. luigi bandiera says:

    Par tuti,

    pa rispondar a un intarvento, mi sgrafar in venetho o in taiban no faso nesuna fadiga.

    Dixemo ke faso pì fadiga a sgrafar in taiban.

    Pero’ so ke tanti no sa lexar ea lengoea venetha (Pento la sgrafa pì streta de mi) e kusi’, savendo ke go a ke far ko analfabeti me sforso de sgrafar in taiban.

    Mi son xa SEPARA’ daea Talia. Me despiaxe par i talibani ke me riciama gni tanto par via de serte robe.

    El parke’ xe nel fato ke penso e parlo e sgrafo ko serve in LENGOEA DEA SERENISIMA REPUBLIKA VENETHA: in tea lengoea VENETHA. Si, VENETHO..!
    E, ocio, kol latin no semo GNANKA PARENTI. Soeo stai visini.
    Quindi: dime KAN ma no mai talian..!

    Mi no sgrafo in lengoea dea rejon veneto: saria el taiban…
    Ma nea lengoea dea REPUBLIKA SERENISIMA DE VENETHIA.

    Ma quanta gnoransa gaea semena’ ea KST (skuoea taliana) pa rivar a tanta gnoransa o analfabetismo..?

    K = KANTINA
    S = SOCIAE O KOMUNISTA
    T = TALIBANA (da i tai dea republika dee banane).

    E, el bruto xe, ke KONTINUA a semenar STRONXAE. Par exenpio: l’INVAXION XE UN BEN..!

    E ma i ne dixea ke i AUSTRIASI I JERA NEMISI E PAR KUESTO BISOGNAVA KOPARLI TUTI..!!

    QUESTI INVASORI, invense, I XE EL NOSTRO BEN E BIXOGNA IUTARLI… GNANKA TOKARLI..! I ROBA..? GNENTE, DARGHE TUTO E GUAI DENUNSIARLI..!!

    STI TAIBANI I SEMENA MERDA e GNORANSA TUTALDI’..!

    Par, insoma, ke dovemo morir sofegai daea merda komunista o in talibananìa a tre koeori, kax.

    E ma ocio, ghe nemo de nostrani… super INDOTRINAI, ke fa dani poitisi e “kulturai” dì par dì. Pero’, eori, pensa de no esar traditori.

    No ne resta ke pregar SAN MARKO pa no far un DEGUELLO..!!

    Dai, femo un kanton sgrafa’ (skrito) in venetho.

    Mi ghe son e valtri..??

    Se no bisognara’ pregar tutaldì SAN MARKO… kosa mo far altro..??

    PSM

  5. luigi bandiera says:

    Per tutti,

    dopo alcune repliche anche recenti, dopo gli insulti gratuiti da non so quali presunti intellighentis, devo dire che i miei scritti sono per lo piu’ provocazioni. NON HO INFATTI LA VERITA’ IN TASCA COME SEMBRA L’ABBIANO GLI ITALIOTI e non solo.

    Tento di far fare un ragionamento su quello che scrivo da perfetto ignorante. Invano e spesso. Le mie sono come quei msg messi in bottiglia e lasciati al destino lì in mezzo al mare. Oggi, moderni siamo, possiamo dire lasciate nello spazio siderale: un E.T. magari raccoglie e magari ci mi viene incontro. Lo ha fatto la NASA… tanto per dire che NON INVENTO MAI NULLA.

    D’accordo e tuttavia, ho capito che non serve stimolarvi, voi reagite lo stesso e solo osservando i fatti. KAMPA KAVALLO…
    Pero’ le reazioni al mio msg, che vorrei, sono quelle INTELLIGENTI.
    Invece, solita menata: insulti o divagazioni sensa senso. Battute idiote senza ne cao e ne coa.

    Quando ho riletto mi sono pensato alle gia’ risposte tali quali le vostre.
    !) perche’ non scrivi tu in veneto o in altre lingue, e giu’ una intellighentata dopo l’altra o pirlata a pro suo, forse, e contro di me;
    2) sei uno che costruisce… ma cosa..? (nel senso che ho capito). Loro che kax hanno costruito se non una sorta di MAFIA legalizzata in uno stato rikonosciuto dalla comunita’ (simile forse) mondiale..?

    Nei miei scritti, troppi perche’ INUTILI visto il terreno NON fertile, ho mantenuto sempre una linea: non una parallela che poi converge.

    Questo non e’ visto. Anzi…

    Il fatto viene letto ma solo per DERIDERLO. COJONARLO..!

    BRAVI TALIANI, meglio, TALIBANI. (da i tali della repubblika delle BANANE in CU).

    Provate a imparare a LEGGERE sia i fatti che le scritture.

    SOLO PER NON SOCCOMBERE..!!

    Noto che vi piace tanto fare gli ITALIOTI.
    ED E’ COME VE LA VOLEVO DIMOSTRARE.

    NON NE USCIREMO, MAI E POI MAI CON I VOSTRI PRESUPPOSTI DI ITALIOTI. VOI NON SIETE BANDERUOLE MA COSTRUTTIVI: E SI VEDE IN CHE KAX DI SITUAZIONE CI AVETE PORTATO..!

    Pero’, mi posso sbagliare e per cui chiedo scusa se ho magari esagerato nel leggervi nel senso.

    PREGHIAMO SAN MARKO..!

  6. … Abbiamo detto, sino alla nausea, che l’unica possibilità che avevamo, almeno nei tempi relativamente brevi, era ed è quella di normalizzare, unificare e semplificare Leggi e Regolamenti delle regioni padane ottenendo risultati economici tangibili e dando agli elettori una ben fondata speranza di fruttuosi passi successivi. …

    ma senti un po’ GLLCerri … è mai possibile ke i nostri governanti (governatori in primis) non siano kapaci di riunirsi e pretendere x la nostra Gente vessata, statuti regionali simili a kuello siciliano !? …
    ci spiegano kosa osta kuesta realizzazione, koncessa a 5 milioni di furbi (siciliani) e non alle altre konsistenti e popolose ENTItà reginali !? … mi riferisko a Piemonte, Lombardia, Veneto principalmente…

    sapete ke la sicilia non è in nulla solidale kon lo stato, ke sukkia indekorosamente giakkè, oltre a trattenersi il 100 pecciento del malloppo impositivo disposto da roma, pretende pure ulteriori aggravi a nostro kariko !?

    non basta kuesta battaglia x ridare fiato e dignità alla nosytra gente cisalpina !? … kuali altre astruse alkimie amministrative e statutarie vanno cerkando i nostri debosciati, mellifluive koglioni (asd eseere buoni nel giudizio) amministratori senza karattere nè dignità !?
    … ma veramrente, noi, siamo loro e kuesti spekkio nostro !?

    <b<Kosa si deve fare xkè kuesta voce arrivi nei palazzi regionali e koscienze romaniste dei nostri kagoni “dignitari nominati”, insipienti e burla !?

    • … i sikuliani sui oppongono !? kiedono la secessione !? … benissimo ! facciamo pure noi altrettanto ! …

      se si riflette si kapisce benissimo ke kuesta strada porterebbe da sè al rimeskolamento delle karte kostituzionali ed al kambio statuale di kuesta merdosa “entità pseudo nazionale”

      indipendenza e libertà cialpina

    • Amir Muhammad Abbad says:

      caro signore dell’Unione Cisalpina,

      Lo sa che quello che é scritto sulla carta lo stato italiano non lo mantiene mai?

      Ebbene di quel 100% che dovrebbe rimanere in Sicilia, ne tornano indietro semmai ad andar bene appena il 65%.

      Quello che hanno ottenuto i Siciliani nel 1946 lo hanno fatto con spargimento di sangue… che sapientemente la mistificazione italiana ha voluto coprire del tutto.

      La lotta armata in Sicilia contro l’occupazione militare dei vari governi italiani Badoglio Parri e compagnia ladra, cominció a seguito della strage di Via Maqueda a Palermo del 19 ottobre del 1944 ad opera di un reparto dell’esercito italiano con 21 morti ufficiali e oltre 200 feriti.

      Pertanto da questo triste fatto l’allor leader Finocchiaro Aprile chiamó Antonio Canepa per costituire un’esercito siciliano… purtroppo le idee socialiste del comandante non andavano a genio…

      A fine dicembre del 1945 si ebbe una battaglia tra una sessantina di elementi dell’Evis e oltre 2,000 soldati carabinieri guardia di finanza tutti quelli che poterono raccattare… nei pressi di Caltagirone…

      A seguito di ció si accellerarono le trattative per concedere l’autonomia…

      Si ricordi sig Unione Cisalpina che noi stiamo nella repubblica solo con un Patto.Ma chi successe al re si é ben guardato dall’applicazione… e non ha mai voluto fare i decreti di attuazione…

      Pertanto la ns Autonomia ce la siamo sudata come i sud Tirolesi, non ci e stata data per magnaminitá!!!

      • Allah akbar,
        <b<karo mohammed sikuliano

        siamo stanki di foraggiarvi e pagarvi il pizzo … non siete i nostri padroni …

        prima o poi i nostri governanti e la nostra Gente komprenderà l’indegnità di kuesta situazione abnorme e svegliandosi finalmente, vi kaccerà dalla nostra vita e società, kon disprezzo !

        Padania libera da italioti, italici, levantini e pelasgici

  7. beo modeo says:

    Ma non penso che il problema fosse la ramazza,ma come doveva essere usata.
    Noi che osserviamo le dinamiche di questo partito non abbiamo ancora capito almeno io,chi è con chi e chi e’ contro chi.
    Perchè le correnti sono una cosa assodata nella Lega,ogni capetto si è creato il proprio orticello non producendo assolutamente nulla per il proprio territorio,ma paradossalmente hanno prodotto moltissimo contro,tasse,riforme delle pensioni,imu,salvato corrotti,poltronari nei consigli di amministrazione di aziende pubbliche o private,hanno fatto l’esatto contrario di quello che andavano predicando.

  8. gigi ragagnin says:

    completamente d’accordo con te, Giacomo. mi pare che persino Gilberto Oneto cominci a capirlo. ancora un po’ di pazienza : l’allega d’abbozzi e d’ammaroni sparirà in una zaffata di zolfo e merda (con assalvini).

  9. Albert Nextein says:

    Non leggo l’articolo sulla lega.
    Ma posso dire come vedo bene i due personaggi in fotografia.
    Maroni esce dalla politica e si dedica a tempo pieno all’organo Hammond.
    L’altro , di cui non mi ricordo il nome, lo vedo bene a vendere panini, piade, etc, a bordo di uno di quei furgoni a perti sul lato.
    Questi non sanno di quello che parlano.

    • lombardi-cerri says:

      Chi è?
      Semplicissimo !
      E’ l’inneffabile cicciottello Matteo Salvini che poltrona e pasti hanno velocemente fatto ingrassare.

  10. luigi bandiera says:

    Bisogna capirli: sono italiani.

    Trovare un NON ITALIANO in politica e’ ormai difficile. E’ IMPOSSIBILE..!

    Nemmeno il ministro sull’integrazione non e’ foresto ma e’ italiano.

    Con gli italiani si contribuisce a fare gli italiani.

    Gli indipendentisti o secessionisti o separatisti dovrebbero essere ed avere un’altra cittadinanza.

    Ma che fatica boia togliersi la divisa trikolorita.

    Non ce la fanno nemmeno con l’aiuto di qualcuno.

    Cosi’ spuntano movimenti (di rock) per andare in italia a far gli italiani.

    NON SE NE ESCE..!!

    I CATALANI dicono che non sono spagnoli e, il bello, lo FANNO..! Parlano e scrivono in catalano quando possono.

    Avete mai sentito un secessionista parlare in, non so, lumbard o meneghin..?

    Un secessionista veneto perlare, scrivere e fare il veneto..?

    No..! ENNE O.

    Fanno tutti, come bravi scolaretti, gli italiani.

    E con tutti sti italiani si vuole seccedere o separarsi dall’italia..?

    Come dire che l’acqua si vuole separare dall’acqua.

    L’acqua tentera’ sempre di unirsi con l’acqua per naturale attrazione.

    Come con gli elettroni in una batteria: stanno separati perche’ isolati, ma appena metti in contatto il piu’ col meno loro scorrono per tornare come prima UNI e INDIVISIBILI..!!

    Separarsi dall’italia vuol dire non essere piu’ e non fare piu’ e non chiamarsi piu’: ITALIANI..!

    Quindi..?

    Oltre a non fare nessuna secessione, separazione e indipendenza:

    SOCCOMBEREMO..!

    AMEN

    • giorad says:

      Molto costruttivo, banderuola.

    • enrico says:

      e ti parché te scrivat in italian ? Bauscia !

      • xkè basta ke kualkuno tenti di modifikare minimamente l’essenza italiana del vostro pensare, vedere e ragionare levantino,. ke sì vi hanno imposto (ma talmente “inkukalkato” ke ve ne kompiacete pure … nella sostanza) ma ke, xò, italiana mostra la kostruzione vostra intellettuale e tanto kondizionati, mentalmente, al punto ke, anke una semplice sostituzione skritta “d’una cq kon una k” (ke nulla kambia nella fonetika… ma molto dà nella kostruzione grammatikale e dell’espressione) x tentare d’esprimersi diversamente e kuindi ragionare ed agire pure konseguentemente, vi skandalizza e gridate “skandalo” …

        PS – rileggi bene, kon kalma, seguendo punteggiatura …

  11. tutto quanto ha scritto è eatto, la lega nord ora è in un default completo, le sezioni provinciali e e le piccole sezioni dove i miltanti onesti, non sanno cosa fare e dire, stanno aspettando inutilmente, proposte serie e anzi vorrebbero fare proposte di fare per fare fatti ma sono indecisi perchè se propongono qualcosa che al vertice no va bene possono rischiare la cacciata dal movimento.
    Questo è sbagliato, ogni sezione dovrebbe dire la sua come la pensano senza timori di sorta è, ora di muoversi, di uscire allo scoperto e dire quello che funziona e quello che non funziona ai caporioni che sono veramente ineffcienti, inabili a condurree un movimento che aveva raggiunto il 10% e ora è al prefisso telefonico zero.
    Questo mio commento che ho scritto è stato capito da un icontro con militnti della lega nord di Carpi di cui sono amico e non più militante e ho riscontrato un malcontento generale, un grande pessimismo perchè non riescono comprendere cosa devono fare e cose possono presentarsi alla gente con quale credibilità, sono vivi ma sono morti politicamente.

    Rinaldo Cometti

  12. BRUNO DOLFINI says:

    LEGA 3.O ,CHE SONO IO (Dolfini Bruno) :
    –LA COSA PIU’ CRETINA, POLITICAMENTE
    PARLANDO E’ STATA QUELLA DELLE SCOPE,
    SCOPE CHE HANNO CREATO L’IMPRESSIONE
    DI VOLER “SCOPAR VIA LA LEGA NORD ” PER
    PROPRIA MANO.UN FATTO DI PERFETTA
    IMBECILLITA’ POLITICA !!!
    E FU SICURAMENTE QUESTO ATTO SCRITERIATO
    A PORTARE LA COSIDDETTA LEGA 2.O AD UNA
    ” IMPASSE ” D’IMMAGINE DEMENZIALE DI FRONTE
    ALL’OPINIONE PUBBLICA. SI SONO CREATE SOLO
    POLTRONE,QUESTO E’ VERISSIMO,POLTRONE
    SULLE QUALI POGGIANO IL CULO INDIVIDUI
    LEGHISTI SI’,MA VERGOGNOSAMENTE BORGHESI.
    E’ NECESSARIO ORA,A MIO PARERE,SCOPAR
    VIA QUESTA COMMEDIA FARSESCA DETTA
    LEGA 2.O E PROCEDERE VELOCEMENTE
    VERSO UNA PADANIA REALE E NON IPOTETICA:
    “SE NON ORA ,QUANDO?” ABBIAMO 3 (DICO TRE)
    GOVERNATORI VERDI AL NORD : — E’ GIUNTA
    L’ORA E L’OPPORTUNITA’ UNICA NEI TEMPI PER
    DAR VERA VITA POLITICA IN UNIONE AL NORD !!!
    CHE I GOVERNATORI “MUOVANO IL CULO ” !
    Saluti !!!

  13. Arcadico says:

    Scusi se disturbo sig. Lombardi Cerri! Ma quando mai la Lega è stata del povero prof. Miglio?
    Ricordo che solo ‘l’autista’, il sig. Rizzi di Erba (quello buono fra i Rizzi , illo tempore, considerasse Miglio ,cito a braccio, … il mio secondo capo … per il resto anche il Professore è stato solo usato come noi tutti!!

    La base è stata esautorata piano, piano, lentamente, fin da subito con le prime elezioni nazionali in cui si calò in massa a Roma grazie al Berlusca! Concordo invece sulla necessità di separare gli incapaci dai capaci ma qui nel lecchese occorreranno decenni prima di rimettere assieme i cocci!! Troppi carrieristi … senza carriere!!!
    Alcuni ‘psico-apatici’ (diciamo meglio per non incorrere in querele di parte … ‘minus habens’ e\o yes-men) hanno divelto anche il normale concetto di rapporti interpersonali corretti!

    Da noi continua il ‘giochetto’ … fuori tutti (quelli che potrebbero intralciare il mio ‘posticino’ perchè di questo si tratta) dentro nuovi ignari ‘pistola’ subito utilizzabili per i propri secondi fini (che poi ormai si sono visti quali che fossero)!!

    Nel frattempo l’elettore ha tolto tutte le deleghe in bianco (-2% sulla media voto lega regionale)!
    Bellerio che fà ?… avvalla (ormai è chiaro anche questo) silente!!!!

    • Nibbio says:

      Nel lecchese le colpe maggiori sono dei militanti e degli elettori! Se non fossero stati tanto pirla, i Castelli, i Bodega, i Galli, i De Capitani, i Faggi….sarebbero migrati altrove, mentre chi se n’ è andato, o è stato cacciato, sarebbe rimasto a fare l’interesse della collettività e, di riflesso, della Lega !!!

      Miglio, è verissimo e lo capì subito ma troppo tardi, fu sfruttato quale “additivo nobilitante” della trivialità bossiana !! Funzionò allora e lo sfruttano ancora: non capisco la condiscendenza degli eredi !!!

      Ora tutto è perduto, anche l’onore !!!

      • elio says:

        miglio di qua miglio di la, ma diciamoci la verità, miglio non è mai stato leghista infatti era di forza italia!!!!!!ma basta co’ sta storia

        • Nibbio says:

          elio,
          stai lontano dai picconi !

          Dementi come te, bianchi o neri che siano, spesso si aggirano all’alba a far disastri !!!

          Ma non c’è proprio nessuno che ti voglia bene e ti faccia ricoverare e curare ???

          Povero uomo !!! Chissà dove andrai a finire !!!

          • Miki says:

            Mi spiace ma Miglio non è mai stato separatista. Un federalista serio (a differenza di Maroni e le sue macro-NAZIONI) ma nulla più.
            Che visto come è andata a finire era pure tanta roba..

  14. Giacomo Consalez says:

    Occorre capire che la lega non è un potenziale alleato uscito di senno. La lega è un formidabile nemico della causa indipendentista. L’indipendentismo farà passi importanti una volta che il cordone ombelicale sarà stato reciso senza più tentennamenti, sul piano politico, culturale, dei riti, dei vessilli, dei simboli.

    START FRESH.

Leave a Comment