Lega Lombarda chiede espulsione di Reguzzoni e dei bossiani

di REDAZIONE

Il Consiglio nazionale della Lega Lombarda ha proposto l’espulsione dell’ex capogruppo alla Camera, Marco Reguzzoni, dell’assessore lombardo allo Sport, Monica Rizzi e degli ex parlamentari, Marco Desiderati e Alberto Torazzi. Lo si e’ appreso al termine della riunione, avvenuta in serata nella sede di via Bellerio. Si tratta delle prime proposte di provvedimenti disciplinari per esponenti ‘bossiani’ lombardi, dopo le elezioni e le contestazioni al raduno di Pontida. Le decisioni finali spettano comunque al Consiglio federale della Lega Nord e, per coloro che hanno piu’ di dieci anni di militanza, vi e’ la possibilita’ di appello al comitato di disciplina guidato dal presidente federale Umberto Bossi.

“In mezzo alla situazione economica e politica che stritola il Paese e all’evidente crisi che attraversa la Lega, il Consiglio nazionale del movimento che fa? Unisce, come chiesto da Bossi e Maroni a Pontida? Rilancia una nuova strategia politica? No, propone espulsioni senza motivazioni. Ci sentiamo tutti delle vittime: e’ una vicenda che si commenta da sola”. A dichiararlo e’ l’ex capogruppo della Lega Nord alla Camera, Marco Reguzzoni.

Come si vede la guerra interna sta arrivando all’atto conclusivo e rischia di trasformarsi in una telenovela, visto che i candidati a essere espulsi, una volta che il provvedimento dovesse essere confermato dal Consiglio federale, potranno appellarsi proprio a Umberto Bossi, come prevede il nuovo statuto.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

26 Comments

  1. mauro says:

    è la solita pulizia di facciata, inaugurata oltre 22 anni fà dallo stessso bossi. il dissenso interno non è accettato nella lega essendo fondamentalmente un partito leninista.è per questo che scraccia la tessera della lega 20 anni fà.
    mauro

  2. Ferruccio says:

    Faccio presente che l’espulsione dei militanti bossiani è stata rIchiesta dal deputato maronita e consigliere regionale Giovanni Fava….

    Avevo scritto un commento su chi è e cosa ha fatto in parlamento il deputato legaiolo Giovanni Fava, il commento
    è stato immediatamente CANCELLATO…….
    Hasta la vista COMPAGNI MARONITI……..

    • gianluca says:

      l’ho cassato io perché non sono in grado di verificare quello che lei ha scritto. Se mi cita la fonte allora potrei anche ripensarci. Siccome poi la responsabilità giuridica è mia, mi capirà…

      • Ferruccio says:

        Direttore sono disposto personalmente a prendermi tutte le responabilità daltronde Lei conosce il mio nome ed il mio cognome e la mia e-mail…

        La fonte è http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/i – re
        I- della monnezza – fa– bellezza- 186enne 08/03/2013

        A giorni scriverò qualcosa su chi è Massimo Garavaglia….

        Le chiedo scusa se Lei non condivide ma dopo 19 anni di miltanza ed aver finanziato questa banda di CIALTRONI devo prendermi le mie piccole soddisfazioni

  3. Bepe says:

    C’è uno Statuto ben preciso. Ci sono Congressi ed elezioni. Chi non rispetta lo Statuto è giusto che non faccia più parte del movimento.

  4. Gian says:

    monica rizzi è un ex assessore.

  5. gio says:

    Il Soviet maronita-salvinita non perdona, si tratta di gente con la bava alla bocca e gli occhi di sangue che si dimostra spietatissima contro chi metta in discussione anche indirettamente il loro potere: il camorra style dei salviniti è stato sperimentato per anni dai milanesi e ora lo provano tutti i lombardi. Del resto cosa spettarsi da gente che ha arruolato i naziskin veneti (in realtà italianissimi) per fare “servizio d’ordine” a Pontida,leggi picchiare i militanti leghisti che chiedevano a Pinocchio conto dello stato terminale del movimento? Che poi i reguzzoniti non siano un granchè siamo perfettamente d’accordo,ma il cerchio magico maronita-salvinita è qualcosa di proprio indigeribile per una persona perbene.

  6. stefano says:

    Ma guarda un po’: mezz’uomini espulsi da ominicchi che prima o poi saranno espulsi da quaquaraquà. Di sicuro abbiamo materia sufficiente per più di un trattato antropologico.

  7. Rinaldo C. says:

    E’ ora di finirla, se rimane tutta questa gente ancora nella lega, credenti Bossiani, devono andare via con il loro capo. Maroni ha fatto un errore grande doveva far pulizia completa, lui ha tenuto qusututti per paura di rompere la lega si è rotta da sola, dal 3 partito italiano è diventato solo un 4% e non si risolleverà più, rimarrà così e se andranno avanti a proseguire su questa strada alle prossime elezioni, scompariranno, percchè hanno preso in giro per 20 anni e più i Padani.
    Hanno dimenticato il peniero di Miglio, hanno eliminato i personaggi intelligenti del movimento mettendo solo dei leccaculo, persone arriviste e solo interessate a se stessi e non alle problematiche che i militanti chiedevano e che invece i militonti hanno solo detto sempre si senza sapere il perchè, lo ha detto il capo per cui va bene così.
    Rinaldo Cometti

    • Ferruccio says:

      A Rinaldo…svegliete non fare il tontolon

      Se si va a vedere i C.D.A di Finmeccanica ed aziende collegate e consociate i CULI SISTEMATI fanno tutti parte del CLAN del Boby per non parlare dei C.D.A. delle banche,
      Chiedi a Giancarlo Giorgetti lui che fa parte dei 10 saggi nominati dal napoletano Napolitano sa tutto

    • gio says:

      Giusto, cacciamo quelli che hanno diffuso il culto della personalità di Bossi per decenni: Bobolo, Gordo Salvino, Tosolo..

    • Cantone Nordovest says:

      Concordo .. avrei potuto scriverlo io !

  8. Lucia says:

    Ora si comprende sempre meglio il disegno .Togliere di mezzo la lega nord.,l’unico partito che sarebbe stato in grado di raccogliere i voti che sono invece finiti nel freezer di Grillo.E alla bisogna c’è stato un ex ministro dell’interno!Cosa altro erano se non dossier farlocchi tutte le notizie uscite su Renzo Bossi,la famiglia Bossi,gli investimenti in Tanzania ecc ecc..E quei diamanti sbandierati?Quanto sono costati e quanto si sono valutati nel frattempo?Com’è che Maroni si inalbera e querela chi parla del suo onore e ha lasciato che si infangasse allegramente da parte dei suoi l’onore degli altri?Tutti per uno e uno per tutti?
    Bossi insiste nel suo intento di tenere unito questo partito e continua nonostante gli stiano facendo intorno il deserto a sacrificare gli amici dando copertura politica a questa manica di vigliacchi. Speriamo si decida ad uscire da solo dalla lega facendo chiarezza perché loro non lo espelleranno mai.
    La lega 2.0 non conta un accidente nonostante abbia tra le sue fila gente preparata ed onesta perché è nata dal tradimento e di chi ha tradito una volta non ci si fida più.Ecco perché è più importante uno starnuto di Bossi che una dichiarazione di Maroni.

  9. Euskaldun says:

    Era ora. FORA DAI BALL!

  10. Giuseppe says:

    Sono sei: ce n’è anche uno di Bergamo, mi si dice, uno dei più infestanti sediaioli, uno di quelli che adesso fischiano e si ribellano a tutto spiano, tenendo piccoli comizi da cospiratore sul sacro prato, uno che proprio cristallino non è mai stato. E Bossi lo sapeva benissimo…. Si è aspettato a tentare di liberarsi di tal gente? Non direi, vista la quantità enorme di miserabili e presunti fedelissimi che Bossi, timoroso delle persone intelligenti, ha portato avanti in Lega, nei posti chiave, appesantendo il Movimento e rendendolo incapace di svolgere i compiti politici cui era preposto: con la prudenza si è evitato il reale rischio di disintegrazione, che, come la storia insegna, per i movimenti popolari, specie se autonomisti, è irreversibile.

    • Miki says:

      Se c’è una confraternita di caregari è proprio quella 2.0 con Bobolo che surclassa tutti di due spanne. Poi se per lei persone della caratura di Zaia (geniale “invenzione” di Umberto Bossi) non sono intelligenti quanto qualche Patriota 0.2 (i nomi fateli voi, che a me viene da piangere solo a pensarli..) bè a questo punto vien da chiedersi che cosa l’ha portata a votare un movimento che si professa secessionista, se ci tiene così tanto all’unità della “patria” sbandierata dal nuovo corso Tosian-Maroniano.
      Sulla prudenza mi vedo costretto a darle ragione: infatti è tutto fermo; sia le scatole cinesi (macro-nazione del Nord) sia le cose concrete (16,anzi: almeno 16,miliardi di euro che devono rimanere sul territorio Lombardo). Speriamo che arrivino le cose concrete,per le cineserie c’è tempo

    • Giovanni says:

      Bergamo terra autonomista, tradita da poltronari che hanno messo l’ideale sulle loro chiappe, comodamente sedute su auto di lusso, come uno di loro che spesso cambia, dalle super tedesche a quelle inglesi da fighette.
      Ecco dove hanno riversato il loro impegno, Salvini o non Salvini, questi truffatori del popolo pagheranno nei confronti della loro gente che ha atteso per 20 anni riforme e libertà.
      Maledetti traditori pagherete tutto.

  11. Ferruccio says:

    Gli unici che dovrebbero essere espulsi e cacciati per alto tradimento sono:

    Boby Marone, Giacomo Stucchi, Massimo Garavaglia, Gianni Fava, Paolo Grimoldi, Flavio Tosi, Stefano Bruno Galli (se iscritto alla Lega ) nel 2010 non lo era….

  12. Veritas says:

    Tutto puo’ fare Reguzzoni fuorchè la vittima.

    • Miki says:

      Ma infatti ha solo detto che ci sono cose più intelligenti da fare delle espulsioni. Per esempio mantenere le promesse 2.0 fatte in campagna elettorale (che per ora sembrano scomparse).

  13. lorenzo Canepa says:

    BOSSI TE DEVAT CAPI CHE TE SET FINI. LA TUA STORIA LA CUNTA PU´NAGOTT.
    TE IMBRUIA´I LUMBARD PER 20 ANN TAS E VA A DIURMI CHE LÉ´MEI

    • Le Chepal says:

      Guarda che puoi pure parlare nel tuo dialetto siculo anzichè in un pseudo Lumbard che sfiora il grottesco: credo che il direttorissimo non arriverebbe a censurarti per così poco:
      “Bossi minchia finitu sei. Capiscisti!?”

    • gio says:

      Si però con Bossi ve ne andate anche voi maroniti…siamo stufi di mantenervi.

Leave a Comment