Comunità montane: ecco l’inciucio truffaldino di Lega, Pd e Pdl

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Fatta la legge, trovato l’inganno: ed è così che PDL, PD e Lega hanno trovato l’accordo per salvare le Comunità montane che il 31 dicembre dovevano liberare la scena: SI CAMBIA SOLO IL NOME e nascono le Unioni Montane.

“Le Comunità montane che ben poco hanno fatto in tutti questi anni per i cittadini e per la montagna veneta, ma molto per gli apparati dei partiti, continueranno con la loro ingombrante presenza a caratterizzare la montagna veneta: la nostra Regione perde un’ulteriore occasione per tagliare rami secchi e improduttivi e voltar pagina nella deludente politica che continua a penalizzare la montagna veneta”. Così Mariangelo Foggiato consigliere regionale dell’Unione Nord Est nella dichiarazione di voto contrario durante i lavori della prima commissione che si sono tenuti in data odierna a Palazzo Ferro Fini, annunciando altresì una dura opposizione in aula consiliare alla ripresa dei lavori.

Mariangelo Foggiato

Consigliere Regionale – Unione Nord Est

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. silvia garbelli says:

    Non conoscendo la realtà veneta, non metto in dubbio la sincerità del giudizio, che temo che possa costituire una realtà piuttosto diffusa.
    Però l’ente in sè dovrebbe essere comunque un ‘mezzo’ per dare voce ai cittadini : il problema è che finora , in generale, se ne disinteressano, talvolta e a ragione scoraggiati dai ‘giochetti partitocratici. Tutto dipende da come i ‘montanari’ se ne avvantaggeranno rendendo le comunità strumenti con cui ‘interfacciare’ con le istituzioni amministrative o politiche locali ; sempre ammesso che l’informazione arrivi loro o ci sia l’impegno civico.
    Non tutto il male vien per nuocere

Leave a Comment