IL “BLUFF DELLA LEGA. I FINTI RAZZISTI”

di TONTOLO

L’altro giorno al bar leggevo Libero. C’era un articolo titolato “Il bluff della Lega: noi finti razzisti per prendere voti”, una roba che si capiva poco e che sosteneva più o meno che i leghisti fanno solo finta di essere contro l’immigrazione perché la cosa gli porterebbe voti. In realtà sarebbero – si vorrebbe quasi far credere – quasi amici dei foresti, così amici che alcuni li hanno anche fatti diventare onorevoli e capoccia.

La cosa più divertente dell’articolo era però la riproduzione di tre manifesti “cattivi” contro gli immigrati. Guardo bene e mi stropiccio gli occhi, ma uno con un bel “Fuori dalle balle!” non è della Lega del Bossi, ma della Lega Padana, quella che gli fa concorrenza.

Allora mi sono domandato se anche questi fanno finta di essere contro i foresti e magari anche loro hanno una badante che viene da fuori. Oppure le due Leghe si sono messe assieme e vorrebbe dire che una delle due si è avvicinata all’altra.  Se è la Nord che ha finalmente capito che deve rimettersi con gli indipendentisti veri, allora va anche bene. Il contrario sarebbe da spararsi.

Mi sono domandato se il giornalista l’ha fatto apposta, se lo ha messo come auspicio o come minaccia. Ma poi ho pensato che ha fatto solo casino e che non sono Tontolo solo io.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. Giovanni S. says:

    Tontolo, il Suo cruccio é rappresentato, quindi, dai finti razzisti . Per Lei, Oneto e per i Vostri colleghi dell ‘Indipendensa , per converso, bisogna essere dei veri razzisti ! Magari senza badanti straniere a casa. Perché così si tutela meglio la “vera razza alpina” . Come fa Oneto, che per evidenziare concretamente il suo ideale etnico, in TV, si esibisce vestito da tirolese . “Un tirolese a Milano” che mi ricorda la buonanima di Alberto Sordi, quando interpretava “Un americano a Roma”. Perchè per alcuni ipercritici lombardi snob, fare l’esterofilo secessionista, non importa se svizzero o austriaco , oggi fa tendenza, é molto chic ( o molto comodo :”Franza o Spagna, l’importante é che se magna !”). Ma almeno Sordi era un simpatico attore e faceva ridere. Oneto, invece….Io Vi suggerirei un soggiorno turistico a tempo indeterminato a Mauthausen, per temprare ulteriormente il Vostro anelito di purezza razziale alpina ( o celtica o ariana..decidete Voi). Saluti. !

    • fabio ghidotti says:

      chi prende in giro chi si veste da tirolese è un razzista nei confronti dei tirolesi, quindi è semplicemente un razzista.
      Oppure il Giovanni S. (cognome,prego!) è un frustrato che considera i tirolesi (in questo caso, ma potrebbero essere altri) una razza superiore. E siccome è un reazionario e crede di essere condannato a essere sempre inferiore, si inventa l’anatema del razzismo per sfogare la sua frustrazione.
      Giovanni S. è un perfetto esempio degli argomenti italioni.
      E poi si meravigliano se parliamo di secessione!

Leave a Comment