Lega e alleanze, se i maroni stanno solo nel cognome

di RODOLFO PIVA*
E’ impressionante e stupefacente il balletto che, quotidianamente, i mezzi di informazione presentano relativamente alle ipotesi di possibili alleanze della Lega Nord sia per quanto concerne le elezioni regionali in Lombardia e sia per quelle statali dopo la quasi sicura ritirata del Tassator Cortese: Mario Monti.
E’ innegabile che dopo il recente terremoto nella Lega Nord e la posizione assunta da Maroni con il richiamo ai valori ed agli obiettivi originari del movimento, peraltro scritti nello statuto, molti, anche tra coloro che hanno lasciato la Lega Nord nel corso degli anni, si era accesa la speranza che, forse, si erano attivate le condizioni per un vero cambiamento.
E’ innegabile che la scelta fatta a suo tempo dalla Lega Nord di stringere alleanze con partiti a vocazione centralista tipo Forza Italia ed Alleanza Nazionale si è dimostrata, dopo circa venti anni, fallimentare per quanto concerne risultati concreti: federalismo, autonomia, stop al parassitismo centromeridionale ecc. ecc. Anche il simpatico quadrupede dotato di quattro zampe noto come somaro lo ha capito benissimo.
Le informazioni che giungono quotidianamente dai media ci dicono che la Lega Nord è lì lì per fare una alleanza con i residui del PdL per le elezioni in Regione Lombardia purchè, dice il Maroni:”sottoscrivano gli obiettivi della Lega tipo: trattenere il 75 % delle tasse sul territorio lombardo, la Macroregione del Nord” più qualche altra amenità. Anche venti anni orsono Forza Italia ed i fascisti mimetizzati di Alleanza Nazionale, diventati democratici dopo la “svolta di Fiuggi” , si erano detti disponibili ad una trasformazione dello stato attuando una riforma federalista. Parole perse nel vento: risultati uguali a zero.
Un vecchio andante popolare dice che: “errare è umano ma perseverare nell’errore è diabolico”. Quindi se il Maroni non ha saputo fare tesoro dell’esperienza fallimentare passata e ripropone altri pateracchi, i militanti della Lega, sicuramente in buona fede, dovranno incassare altre brucianti delusioni. Potranno continuare a telefonare a Radio Padania esordendo, prima di trattare l’argomento per cui hanno telefonato, con: “Padania Libera” ma queste resteranno solo e soltanto parole.
Se il Maroni e gli altri capoccioni della Lega Nord avessero un po’ di umiltà dovrebbero riconoscere che le scorciatoie tipo andare a Roma in coalizione con partiti centralisti non ha portato a nulla, mentre risultati ben diversi avrebbero ottenuto se avessero speso questi venti anni a ricostruire, giorno dopo giorno, “l’identità e l’orgoglio dell’appartenenza alla propria terra” delle comunità del Nord.
Non c’era bisogno di inventare nulla, bastava copiare l’operato degli indipendentisti scozzesi e catalani che, con pazienza e senza ammanigliarsi con partiti statalisti, hanno, mattone dopo mattone, costruito forti movimenti decisi ad avvalersi del diritto all’autodeterminazione per arrivare all’indipendenza delle loro patrie.
Il Maroni, se volesse, sarebbe ancora in tempo, in Lombardia, per essere il promotore di un “cartello” che raccolga, insieme alla Lega Nord, tutti i Movimenti Indipendentisti Lombardi con un obiettivo programmatico molto semplice che si chiama “indipendenza” della nostra patria come già evidenziato in un ottimo articolo da Gilberto Oneto giorni or sono.
Mi rendo conto che forse ciò è un po’ difficile da realizzare, intendo il cartello, quando nella Lega Nord albergano soggetti alla Tosi che si beano di gironzolare con la fascia tricolore tenendo a braccetto l’inquilino del Quirinale supporter dell’invasione sovietica dell’Ungheria nel 1956.
Una ulteriore difficoltà alla presa di posizioni decise da parte del Maroni, con la messa in gioco dei suoi attributi che porta anche nel cognome, potrebbe derivare dal fatto che il legame del Dr. Berlusconi con la Lega Nord non è solo un fenomeno di simpatia, ma c’è ben altro come puntualmente documentato in recenti libri e studi.
Coraggio amici leghisti, aprite gli occhi e chiedete conto al vostro segretario ragione delle sue scelte e se non riceverete risposte convincenti e fate una profonda riflessione.

*Segreteria Provinciale Milano-Unione Padana

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

30 Comments

  1. rambaldo says:

    Ma lo sentite cosa sta dicendo Berlusconi sulla Lega su Rai news 24? Piva ha perfettamente ragione, alla Lega sono stati tagliati ci ocoglioni! Finita! Berlusconi ha detto che fa cadere Cota e Zaia! La Lega è politicamente morta qualsiais cosa faccia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. puntelegn says:

    Avete visto cosa sta dicendo Berlusconi? Meraviglioso….ma esistono ancora leghisti? A questo punto facendo la figura dei servi….politicamente finiti.

  3. Dan says:

    Guardate che un cartello l’hanno già fatto. Si chiama Prima il Nord ed è realizzato con font edosz.ttf col classico colore verde Lega (quadricomia 100 C, 0 M 100 Y, 0 N) se realizzata su bianco, con leggera ombreggiatura di fondo.
    Deve essere sempre in maiuscolo e posta su due righe con “ILNORD” a capo

    Occhio se sbagliate a piazzare “IL” in alto, Gesù bambino piange se poi vi accorgete che ILNORD dovrebbe avere uno spazio tra l’articolo ed il complemento oggetto vi regalano direttamente una laurea in letteratura alla Kristal

  4. fabio ghidotti says:

    ottimo l’articolo di Rodolfo Piva.
    Quante possibilità abbiamo che il messaggio arrivi a Maroni e gli faccia capire l’importanza della posta in gioco adesso?
    Pare che abbia ricattato Berlusconi (“alleanza se tu non ti ripresenti”). Bella mossa in una logica di politica italiana (cercare voti ovunque). Non è più tempo. E’ tempo che la Lega recuperi i suoi principi originari, altrimenti è priva di senso.

  5. Lucky says:

    il movimento libertario è parente strettissimo dell’anarchia quindi con l’indipendentismo non ci entra per niente, anzi ne è antitetico. opportunisti, solo opportunisti che cercano di spacciare la volontà dei popoli per libertarismo sapendo benissimo di mentire, i libertaristi pensano solo alla tasca propria che mai coincide con quella del popolo. datevi una regolata.

    • Unione Cisalpina says:

      Lucky – il movimento libertario è parente strettissimo dell’anarchia …
      giusto;
      konverrai kuindi :”anke della demokrazia piena !”

      Lucky – quindi con l’indipendentismo non ci entra per niente, anzi ne è antitetico.
      sbagliato …
      signifika liberarsi da katene, ugualmente …
      liberalismo sta a libertario kome libertarismo sta a sopraffattore … il liberale non è sopraffattore…

      • Lucky says:

        Non confonda il liberismo con il libertarismo e l’anarchia con la democrazia, grazie.

        • Leonardo says:

          🙂

        • Unione Cisalpina says:

          “l’anarchia con la democrazia”…

          la demokrazia, kome sua massima espressione ha kome assioma:” La legge sia dentro l’uomo e non viceversa… ovvero l’uomo in kuella dei suoi kodici” …
          si potrebbe anke komprendere kosì:”sii signore di te stesso e skiavo del tuo dovere”
          ed anke ” fai agli altri ciò ke vorresti ke gli altri facessero a te ” ( bada bene ke kuest’ultimo esempio è esattamente l’opposto del postulato religioso komunemente konosciuto ke parte kon una negazione e dice “Non fare agli altri ciò ke non vorresti fosse fatto a te”) …

          .. Non confonda il liberismo con il libertarismo
          ….e dove vedi la mia konfusione !?

          • Lucky says:

            è vero, hai ragione e chiedo venia, a mia discolpa posso dire che scrivendo tu in grassetto alcune frasi e altre no, possono indurre il lettore a concentrarsi maggiormente sul grassetto. chiedo cmq scusa

  6. Rinaldo C. says:

    Importate è che tutti i movimenti indipendenti , presntino ad una tavola rotonda le loro proposte e la battaglia da svolgere per l’indipendenza del proprio teritorio, indifferentemenete
    dalla Val d’Aosta alla Sardegna. Sicuramente da soli non facciamo niente sia la lega che tutti gli altri movimenti indipendentisti. La conventio di Jesolo è stat interessante ma poi è finita non dico completamente ma ognino ha cercato di coltivare il suo orticello, dopo la nascita di lega Nord. 2.0, dove si è visto un nuovo look interno ma lo stesso vestito di prima purroppo, forse era il momento di chiedere veramente
    una convention di tutti i leghisti per portare avanti l’indipendenza del Nord del centro e del sud e delle isole.
    Ora è ora di lavorare per la Lombardia per riuscire a conquistarla ma senza l’appoggio di Berlusconi, poi se qualche pidiellino benpensante, onesto e che crede nel progetto degli indipendentisti da il proprio voto ben venga.
    ma anche da sinistra tutti i voti sono accettabili, vuol dire che hanno compreso l’importanza del raggiungimento che la base vuole in ogni movimento. Poi se si vincerà si fara festa tutti insieme perchè avremmo raggiunto un modo politico chiaro
    senza ma e senza se, per cui si lavoreà completamente per la propria indipendenza creando stati regione in confederazione.
    Auguri e buona fortuna Lombardi

    Rinaldo

    • Unione Cisalpina says:

      “… una convention di tutti i leghisti per portare avanti l’indipendenza del Nord del centro e del sud e delle isole …”

      e kuando mai il ladro vorrà spartire il bottino kol derubato !? … oppure kuando mai il parassita vuol disfarsi della sua vittima kui sukkia il sangue x alimentarsi !?

      le proposte serie sono altre … 😀

  7. lorenzo canepa says:

    le elezioni regionali sono l´ultima spiaggia per la lega. Se Maroni non riuscira´a vincere la Lega morira´certamente.
    Maroni deve dimenticare Roma e dedicarsi esclusivamente alle regionali .
    Buona fortuna!

    • Unione Cisalpina says:

      sì… potrebbe essere…
      rikieda l’appoggio alle regionali x kome dice di poretendere (e cioè sul programma Lekka Nodde) … e
      rinunci a presentarsi alle politike facendo promessa d’invitare i lekkisti a votare x PdL in kuel kontesto romano…

  8. a says:

    Maroni -> calcio in culo a Berlusconi

  9. Libertario says:

    Il Kapò sussurra all’orecchio e il galoppino ubbidisce.

    • Jesse James says:

      forse prima di dire idiozie dovreste informarvi. Nessuna alleanza con Berlusconi. Vi apicerebbe ma non sarà così. Cambiate mestiere, che in quanto ad analisi politiche valete poco.

      • Ferruccio says:

        Nessuna alleanza con Berlusconi, ma alleati con il

        TROGOLO DELLE LIBERTA’…

        Una volta le cene si facevano ad Arcore…..

        Ora le cene si fanno a Roma, residenza di Berlusconi…

        Cosa è cambiato ?????

      • Luca says:

        Sono già un paio d’anni che “la lega andrà al voto da sola”, salvo poi allearsi col Pdl un mese prima delle elezioni, Ti faccio una previsione facile facile: sicuro al 100% Lega e Pdl alleati in Lombardia; quasi sicuro, diciamo al 90%, Lega e Pdl alleati a Roma.

      • Luca Podestà says:

        Guardi caro signor “Jesse James” che in quanto ad analisi politiche voi leghisti non potete impartire lezioni a nessuno. In quanto a quello che combinerete col vostro padroncino di Arcore vedremo i fatti più avanti…di chiacchere vostre ne abbiamo pieno il sacco di Babbo Natale. Perchè poi non commenta col suo vero nome? Oppure Jesse James glielo hanno scritto a Pontida sulla sua carta d’identità “padana” siglata personalmente da quell’ affidabile del Senatur e da quella sua compagnia “sparante” (di ciarlatanate intendo…),quasi tutti sono ancora nel suo partito…a partire da Maroni e Calderoli…

      • Roby says:

        Forse prima di scrivere idiozie tu dovresti informarti. Certo, quando Maroni e Berlusca si abbracceranno e baceranno alla meridionala tu ti guarderai bene dal venire a chiedere scusa per le tue impeccabili analisi politiche ma si sa che voi italioti siete uguali dai tempi di Franceschiello…

        • Jesse James says:

          Il tipico italianucolo frustrato da anni di speranze e illusioni sei tu, perche’ gli indipendentisti che sono mossi solo da rancore e da rabbia canina nei confronti dei leghisti non sono altri che “utili idioti” del sistema romano. Rimani pure a guardarti intorno e a sfogare la tua rabbia qui sopra o altrove. Salut.

      • leghistanco says:

        A’ jesse James, a’ pistolero !
        Ma va’ a dà via i ciapp !
        Pistola mola !

      • Libertario says:

        Pollo il Natale è alle porte e subito dopo la Befana i Re Magi come TÈ.

  10. Giacomo says:

    Maroni, ti imbulloni*?

    Prima lo Svitol®.

    A casa!

    * N.d.R. le terga allo sgabello per altri 5 anni, pagati a peso d’oro a vita da noi? Tu e tutta la corte dei miracoli compreso quello che si occupa di UFO al parlamento europeo?

Leave a Comment