Lega: dopo Zaia e Salvini anche Tosi contro Berlusconi

di REDAZIONE

Il segretario della Liga Veneta, Flavio Tosi, conferma le distanze tra il Carroccio e Berlusconi, non invece con il Pdl, e rilancia gli interrogativi leghisti sulla sua discesa in campo. Il problema non e tanto il Pdl, con cui riusciamo anche a dialogare, ma Berlusconi – spiega in unintervista ai quotidiani veneti del gruppo Espresso -. Io parlo con tante persone, lelettorato di Centrodestra esiste ancora, non si e dissolto, ma in giro i sostenitori del Cav sono molto
pochi. In questi mesi noi ci siamo opposti al Governo Monti ed i pidiellini lhanno sostenuto, non possiamo far finta di
niente ne ignorare le spinte al cambiamento che sale forte dalla gente: come si fa a riproporre Berlusconi premier?.

L’uscita di Tosi viene dopo quelle di Zaia e Salvini, che ieri avevano espresso seri dubbi sull’alleanza con Berlusconi: dunque i maggiori colonnelli del segretario Maroni sembrano tutti schierati contro qualsiasi ipotesi che veda la Lega appoggiare il Cavaliere. Anche perché i militanti del Carroccio l’hanno fatto capire a chiare lettere: basta, abbiamo già dato. Il tutto appare come un fuoco di sbarramento in vista dell’incontro di stasera fra Berlusconi e Maroni.
Una coalizione Lega-Pdl alle elezioni politiche? Se Berlusconi insiste a voler essere lui candidato sara difficile, se ci sara qualche altro candidato premier si vedra: cosi ha risposto il capogruppo della Lega alla Camera Gianpaolo Dozzo, ai microfoni di Tgcom24. Da mesi – ha aggiunto – le cose vanno malissimo, era facile
accorgersene prima, quando lo abbiamo detto noi non ci hanno ascoltati, adesso le conseguenze negative le vediamo tutti. La proposta di Berlusconi? Abbiamo sempre avuto il gruppo piu‘ giovane alla Camera, quindi credo che abbiamo ben poco da rottamare, credo che, prima ancora della rottamazione, ci sono i problemi della gente.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

8 Comments

  1. Carrara says:

    Che peccato che uno che la Lega diceva amico come Frattini stia sparando in culo alla Lega e pure a Berlusconi. Che peccato che la Lega in Rai aveva una spia pro ex an nel pdl…peccato che nel pdl sappiano tanti affarucci interno della lega. Peccato che il pdl stia marcendo alla velocità di un cadavere estratto dai ghiacci. Peccato che Frattini dica che le province andavano abolite e ne la lega ha fatto una cazzata a tenerle. Caspita ha confusione a cena romana tra nano e nanetto…

  2. spinelli says:

    ma direttore lasci subito perdere la Lega che ha la peste nera eanche la follia! ma solo ieri la direttrice della Padana diceva che mai più le cene ad Arcore con la lega e infatti stasera la cena la fanno a Roma !!!!!!! perché Arcore è troppo padana….

  3. Lucafly says:

    Il buon Bobo Maroni conta come il 2 di Picche a Briscola cerca solamente di salvarsi il culo e lo stipendio da buon PARASSITA Quale idem per Salvini Tosi Zaia.

  4. “Anche perché i militanti del Carroccio l’hanno fatto capire a chiare lettere: basta, abbiamo già dato.”

    invece i vecchi elettori della Lega dicono a Maroni: basta, abbiamo già dato.

  5. Jesse James says:

    bisognerebbe dirlo al portavoce della dottoressa Isabella, cioé a maroni.

    • Alejandro says:

      portavoce??????? In confronto la Rosy Maurio non era nessuno,…….. Altro che badante,,,,,,,,, Prima Avellino!!!!!!

      • Jesse James says:

        ti correggo Alejandro: prima benevento!!!! Ma come può un uomo intelligente come Maroni avere questo gigantesco tallone d’achille? Possibile che non lo capisca e la faccia defintivamente lavorare al milan e stop?????

Leave a Comment