Lega: domenica a Pontida raccolta fondi per gli indipendentisti arrestati

di REDAZIONE

Domenica 4 maggio, durante il tradizionale raduno del Carroccio a Pontida, sarà allestito un gazebo per la raccolta fondi a sostegno degli indipendentisti veneti arrestati il 2 aprile scorso e delle loro famiglie. «La Lega Nord continua a essere vicina ai fratelli veneti, vittime della repressione violenta di uno Stato – dice il segretario federale Matteo Salvini – che libera i criminali veri ma non si fa scrupolo a mettere in galera padri e madri di famiglia. Gente normale che lavora e che in un periodo di crisi non può certo sobbarcarsi le enormi spese legali di un processo assurdo e campato per aria». «È per questo motivo che il 4 maggio, in occasione del raduno di Pontida, il primo gazebo della manifestazione sarà dedicato alla raccolta di libere offerte che serviranno a dare un aiuto reale gli indipendentisti veneti scarcerati o che ancora si trovano ingiustamente in prigione. In un Paese normale le galere sono fatte per criminali e mafiosi, non per onesti lavoratori che pacificamente lottano per l’indipendenza della propria terra. La follia di processare le idee – conclude Salvini – è degna dei peggiori regimi e può venire soltanto da uno Stato di delinquenti».

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

35 Comments

  1. bepi says:

    Benissimo, nobile iniziativa. Anzi nobile per niente perché sa di trappola per tordi. La Lega è un partito italiano, Salvini è un politico italiano. Dice indipendenza e pensa voti.

  2. ugo says:

    in democrazia si contano i voti e non le parole . La lega ha avuto al massimo percentuali del 30% in Veneto E Lombardia ,ergo il 70% votava e vota altri partiti non certo indipendentisti. I movimenti indipendentisti tutti insieme non so ora che percentuali abbiano , sicuramente ancora meno del 30% .Un progetto forte come quello dell’ indipendenza deve essere supportato da una grande maggioranza di cittadini e che non vadano solo a votare ma che si mostrino nelle piazze senza paura a far sentire la loro voce .Purtroppo questo non è ancora accaduto ,mi viene il dubbio che la maggioranza non è indipendentista . e in democrazia vince la maggioranza .L’italia non mollerà tanto facilmente la gallina dalle uova d’oro, anche se oramai la gallina fa molte meno uova . Concludo dicendo che concordo spesso con le analisi diG. Oneto riguardo a quello che sta accadendo .

  3. Placido says:

    che cialtroni…
    perchè invece non devolvono direttamente 1 dei 24 milioni di euro che si sono beccati come rimborsi elettorali??

  4. fabrizioc says:

    Ciao Lorenzo, c’é anche un Renzo. 🙂
    Concordo cin te, la lega sta perdendo consensi in Veneto…lli stava guà perdendo, ma per come si sta comportando ora li perderà ancora. Se si, piccoli partiti indipendentisti crescono. Non concordo sul fatto che la lega non abbia colper sui veneti non indipendentisti. I piccoli partuti in veneto stanno ctescendo proprio perché ogni settimana sono in un paese a spiegare dindipendenza. Divulgazione che ma lega avrebbe potuto fare in 20 anni di potere molto piû efficacemente. Ma al contrario, adirittura esponenti di rilievo ne negano la possibilità. Ciao e grazie della chiacchierata

  5. Massimiliano says:

    La priorità della Lega è far uscire l’ITALIA dall’Euro, la priorità dei Veneti è far uscire l’italia dal VENETO!!!

    • Marco says:

      “La priorità della Lega è far uscire l’ITALIA dall’Euro,” Mi viene da ridere, vedrai dopo le elezioni. Hai presente la macroregione? Hai presente il 75% delle tasse in Lombardia?.

      • Massimiliano says:

        Ho sbagliato qualcosa? Non è quella la priorità della lega che, ancora una volta, non collima con le priorità di noi Veneti?

  6. Axel says:

    della serie: a noi dell’indipendenza non ce ne può fregare di meno perchè abbiamo le poltrone….però ogni tanto ne parliamo, pur non muovendo un dito in quella direzione, per prendere i vostri voti…

  7. fabrizioc says:

    Caro Renzo, la lega ha da fare solo una cosa di giusta, approvare in regione il progetto di legge per il referendum dell’indipendenza. Ma fatalità, quella roba li si continua a rimandare…per inciso, quasi tutto, per non dire tutti, gli arrestati sono stati difesi gratis da avvocati esponenti di movimenti indipendentisti. Un pò tardiva la raccolta fondi ora…ma si…magari per i prossimi…la lega devesmettere di dar aria alla bocca e fare i fatti.

    • ginobricco@ says:

      Mo’ si, si possono favellare tutte la stronzate che si vogliono ma un po’ di decenza ci vuole….hai scritto due monade colossali, lascia le cose serie a chi serio o è…. e che diamine!!!

    • lorenzo says:

      Beh se la Lega continua a rimandare quel progetto di legge, come dici tu perderà il consenso dei veneti, e verrà sostituita da nuove forze politiche che se lo vogliono davvero porteranno all’indipendenza. E allora, che problema c’è..?

      Se ti riferisci a me, io mi firmo col mio nome di battesimo, che non è Renzo ma Lorenzo.

  8. braveheart says:

    CERTO SALVINI E LE SUE FELPE:
    – DOMENICA A PONTIDA BERGHEM
    – LUNEDI A MILANO MILAN
    – MARTEDI A BOLOGNA FORZA EMILIA
    – MERCOLEDI PAUSA DI RIFLESSIONE
    – GOVEDI CON MARIE LE PEN FORZA FASCIO E REPUBBLICA DI VICHY
    – VENERDI A ROMA PER APRIRE SEDE LEGA SUD CON FELPONA AZZURRA (LAZIO) CON BORDI E SCRITTE GIALLOROSSE FORZA ROMA FORZA LUPI SON FINITI I TEMPI CUPI
    – SABATO RITORNO A MALANO COME DICONO I SUOI AMICI DI VIA BELLERIO…
    CERTO CHE IL SIGNO COPASIR (STUCCHI) E IL GRAN GOVERNATORE LOMBADDIA MARONI MUPPET SHOW EX MINISTRO INTERNI ITAGLIANO….SAPEVANO DELL’ARRESTO…SOLO QUELLI ANCORA CON LE SCOPE IN MANO NON LO SANNO…

    • ginobricco@ says:

      Il corano dice che all’infedele bisogna mentire…ho’ che tu mi fai scoprire gli altarini?

    • Marco says:

      Hai dimenticato che Salvini sta per andare in Sicilia a fare campagna elettorale. E’ importante. Ho paura che prenderà molti voti dal Po in giù. Al Nord cominci a contare i comuni che perderà. Lo stanno implorando di togliere Nord e mettere italia vicino a Lega.

  9. fabrizioc says:

    Mah lorenzo, sono gli stessi arrestati che gan detto non voler la lega tra i piedi. Se una roba é fatta solo per prendere voti, non si può, anzi non si deve appoggiarla. Sono 20 anni che in questo modo ci fregano. La lega é in regione in veneto, ma la discussione del pdl per il referendum sull’indipendenza la faranno a giugno…fatalità. se l’avessero approvato prima delle elezioni, stai sicuro che tutti i venetisti voterebbero in massa Lega. Ma fatalità non é stato così. 20 anni di fatalità…

    • lorenzo says:

      Stai dicendo in pratica che nessun politico e nessun partito che si presenta in qualsiasi elezione dovrebbe mai andare a trovare qualcuno in carcere. Proprio perchè il mestiere di ogni politico è quello di avere consenso e prendere voti. Ma allora se anche domani la Lega scomparisse e venisse sostituita da altri movimenti/partiti indipendentisti (forse in Veneto sta già succedendo), che poi si presentano alle elezioni, il problema si riproporrebbe. Anche io mi fido poco di chi fa politica di mestiere, ma credo anche che gli indipendentisti in carcere starebbero peggio in un paese in cui non c’è nessuna forza politica che li difende, fosse anche per motivi elettorali.
      Aggiungo un’ultima cosa: ogni popolo e ogni paese ha i politici e i rappresentanti che mediamente si merita. E ogni popolo che esprime una volontà e una convinzione forte e chiara, costringe i politici a seguire quella linea. Quindi anche il Veneto o la Lombardia, se lo volessero davvero, a maggioranza, sarebbero indipendenti. Se non lo sono ancora, la colpa non è della Lega.

  10. Francesco Mario says:

    Ormai c’è una parte di veneti ai quali, qualunque cosa succeda, interessa solo essere anti-Lega. Possono avere le loro ragioni, ma non è così che si fa politica.

  11. carla 40 says:

    Riconosciamo a Salvini la caparbia volontà di ridare alla Lega la credibilità che aveva perso per strada. Deve solo ricordare che la Lega è nata per sottrarre la Padania al tallone di chi ci opprime e di chi sfrutta le nostre capacità e la disponibilità ad aiutare. Non c’è troppo da far affidamento su partiti che si chiamano forza italia e fratelli d’italia. Sono d’accordo con Lorenzo. W San Marco.

  12. Gianni says:

    Ma è lo stesso Salvini che dopo l’arresto è andato a aprire una sede della Lega a Roma con tanto di felpa di Roma? Ma è la stessa Lega che ha la presidenza del Copasir che non poteva non sapere dell’inchiesta in atto? Poi, con tutti i soldi che ci hanno ciulato, chi ha il coraggio di affidargliene degli altri?

  13. Marco (*) says:

    Ormai la stanno cavalcando alla grande questa vicenda degli indipendentisti, come ha ben detto una signora fra gli arrestati ‘spiace solo vedere che questi qui si stanno facendo padroni della vicenda’. Proprio loro che urlano e sbraitano di secessione col dito medio in bella mostra, e poi eccoteli nelle istituzioni italiane, con la fascia tricolore, a parlare di riformare l’italia, magari in coalizione con forza italia e fratelli d’italia. E d’altronde, se non cavalcano sta roba come fanno a recuperare tutti i voti che hanno perso?

    • lorenzo says:

      E’ vero che stanno cavalcando la situazione, ma come mai sono gli unici a cavalcarla..? Dove sono gli altri..?
      Come mai gli unici ad andare a trovare in cella alcuni degli arrestati sono stati i leghisti..?

      • gianluca says:

        osservazione sacrosanta. Solo che per quelli che spaccano il capello in quattro non va bene nemmeno così. E se non avessero fatto nulla, alè pioggia di critiche per non aver fatto nulla…

        • Antonio Bensan says:

          La lega è un partito romano finalizzato a tenere schiavo il veneto. amen.

        • renzo delgrossi says:

          Giusta osservazione direttore.
          Qualunque cosa faccia la lega non è mai la cosa giusta.
          Questa della raccolta fondi per le persone che hanno avuto guai giudiziari nell’inchiesta della maggggistratura
          itagliana è per me una azione ampiamente meritoria.
          Forse è diverso criticare il segretario quando apre una sezione lega nord roommaaa…..

      • Unione Cisalpina says:

        propaganda e konvenienza extra indipendentismo padano, cisalpino Veneto …
        vogliono le kadreghe ! …

        Sprofondi roma ed il leghismo ballerino…

        • Unione Cisalpina says:

          Il Veneto agisce x la sua indipendenza NONOSTANTE voi, suoi detrattori … la vostra politikeria ANKE regionale lo dimostra ! … siete dei FETENTI e basta ! … eppure vi abbiamo dato tutto e di + xkè kpompliste kon le promesse e nostre volontà …

          dirvi VOLTAGABBANA E CIARLATANI è riduttivo … siete italioti TRADITORI !

          Sprofondi roma, Bruxelles ed il leghismo ballerino tutto !

      • Marco (*) says:

        Sono gli unici a cavalcarla perché se perdono totalmente il consenso elettorale qua nel Veneto, allora sono proprio finiti. Gli altri almeno te lo dicono chiaramente che sono contrari alla secessione e che se sono finiti dentro devono sbrigarsela loro, e, pur non condividendo le loro idee, se non altro sono coerenti. Io non mi faccio abbagliare da questi spot elettorali, non andrò a votare alle prossime elezioni, nemmeno quelle comunali dato che non serve a un tubo. Qua se non ci autodeterminiamo come stanno facendo i filo-russi in Ucraina, non ce la caviamo altro. Di iniziative dei partiti politici falsamente indipendentisti volte solo a cavalcare il consenso elettorale non ne abbiamo bisogno.

        • lorenzo says:

          Io intendevo sottolineare come nel panorama politico italiano, l’unico partito di una certa importanza che (forse a parole) difende posizioni indipendentiste, è la Lega. Se poi la tua idea è quella che le elezioni servano a poco e a nulla, se non agli eletti, posso essere d’accordo con te. Sono i limiti della democrazia. In democrazia ci si adegua alla maggioranza, e se la maggioranza dei lombardi e dei padani ancora oggi non vota per partiti indipendentisti, bisogna prenderne atto. Poi chi ne è convinto, può scegliere altre strade, forse più utili, anche individualmente. Come l’evasione e/o la disobbedienza fiscale, il sostegno solo a referendum e non a partiti (tipo Plebiscito) ecc.. O anche l’espatrio.

          • Scuxa ma de ke democrasia te parli?
            Keła roba raprexentativa, endereta e sensa ligo de mandà, scuxa no ła xe democrasia ma na so parvensa, na falba o fitisa democrasia.

            La democrasia lè lome ona coeła exerçetà diretamente dal çitadin soran come ente ła Xvisara;
            ente la Tałia a ghè ła negasion de ła democrasia e prasiò lè na vargogna ndar a votar.

            • lorenzo says:

              Sono d’accordo anche io che la democrazia a cui dobbiamo guardare è quella svizzera e quella diretta (referendum popolari). Al contrario la democrazia in Itaglia è una farsa, e dallo stato italiano siamo considerati sudditi invece che cittadini.
              Però è un fatto che i padani ad oggi non sono stati in grado di ottenere nulla democraticamente. Forse anche per colpa loro, almeno finchè alle elezioni votano ancora a maggioranza per dei partiti italiani.

Leave a Comment