LEGA DEI TICINESI, SPIACE PER BOSSI E OK PER MARONI

di GIANMARCO LUCCHI

Norman Gobbi (nella foto con Roberto Maroni), Consigliere di Stato ed esponente della Lega dei Ticinesi, in una intervista al Corriere del Ticino, ha parlato delle vicende che vedono coinvolte la “cugina” Lega Nord.

«Ovviamente – esordisce Gobbi – quanto sta accadendo non farà sicuramente bene alla Lega Nord anche se occorre rilevare che già da tempo la base leghista si sta riorientando e ricompattando intorno alla figura di Roberto Maroni che mi sembra assolutamente estraneo a tutta questa spiacevole situazione. Si tratta di una grave sconfitta politica del cosiddetto “cerchio ma­gico” bossiano che tra l’altro aveva cercato di coinvolgere anche la mia persona in nome dei miei interessi culturali e di amicizia con alcuni appartenenti al movimento leghista. Personalmente posso dire che ci dispiace molto per quanto sta accadendo ad Umberto Bossi, meno per gli altri. Per quanto mi riguarda, ma anche per quanto concerne la Lega dei Ticinesi, abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto personale con Maroni, il recente incontro di Giuliano Bignasca con quest’ultimo lo dimostra in modo lampante, e avevamo capito che presto o tardi il timone della Lega Nord sarebbe finito nelle sue mani.
L’importante è che lo spirito che ha guidato il movimento leghista in questi vent’anni ritrovi quanto prima nuovo vigore e nuova linfa e, soprattutto, quella trasparenza e correttezza nell’azione politica che l’aveva sempre contraddistinta ma che negli ultimi anni, a causa della presenza discutibile del “cerchio magico” era via via andata persa.
Dal punto di vista umano devo riconoscere (e con me concorda anche Giuliano Bignasca) che questo colpo di scena, per le ragioni piuttosto tristi e sgradevoli che lo hanno provocato, è senz’altro il peggior modo in cui un personaggio del calibro di Umberto Bossi poteva lasciare la sua carica. Dal nostro punto di vista ticinese comunque non penso che nei confronti di Roma o della vicina Lombardia possa cambiare alcunché dopo le dimissioni del leader del Carroccio. La vera svolta si avrà solo con la prossima tornata elettorale, quando sarà fondamentale che i rispettivi partner sul territorio riconoscano l’importanza della collaborazione transfrontaliera e soprattutto della normalizzazione dei rapporti a livello nazionale tra Svizzera ed Italia».

E MARONI LANCIA GLI STATI GENERALI DELLA PADANIA

«Vogliamo fare gli stati generali della Padania, un’assemblea tematica dove invitare tutti i nostri amministratori per discutere con loro delle soluzioni da dare ai problemi del mondo delle imprese, della pubblica amministrazione, dei cittadini, dei giovani e dei pensionati». Lo ha annunciato ieri Roberto Maroni, a margine di un incontro alla sede della Lega Nord di Cisano Bergamasco (Bergamo). L’assise, ha detto, si terrà a metà maggio e durerà un paio di giorni. «Vogliamo dare risposte padane a problemi padani e solo noi possiamo farlo. È un appuntamento – ha aggiunto – che abbiamo fatto nel 1991 e mi sembra una cosa utile. Questi temi saranno quelli che porteremo al congresso federale di fine giugno, quello diventerà il programma aggiornato della Lega».

L’idea degli Stati generali della Padania è stata comunicata da Maroni anche durante l’incontro di ieri mattina nella sede del consiglio regionale della Lombardia con il gruppo della Lega Nord al Pirellone. «Ho detto anche – ha aggiunto Maroni – che stiamo finendo le pulizie di primavera e poi si parte con la nuova fase, quella congressuale che arriverà al 30 giugno col congresso federale e con le nuove regole: soldi alle sezioni e non in Africa, meritocrazia, largo ai giovani e chi sbaglia paga, chiunque sia».

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. ben says:

    Stare con Maroni significa stare con roma ladrona, significa stare con tosi che AMa incondizionalmente quell’ individuo che ap’plaudì l’ invasione dei sovietici in Ungheria, che assime 400 insegnati meridionali per far piuacere probabilmente al suo capo di roma…se questa è la lega…perr carità di DIO…liberateci..sono peggio del peggio…

  2. Andrea T says:

    Avanti cosi Bobo !!!

Leave a Comment