LEGA DA SOLA AL VOTO. SI, ANZI NO: B&B ORA TRATTANO

del DIRETTORE

Ma come, la Lega non doveva correre da sola alle prossime amministrative del 6 maggio? La decisione, successiva alla caduta del governo Berlusconi e al passaggio del Carroccio all’opposizione, era stata sbandierata ai quattro venti. Abbiamo fin dall’inizio nutrito qualche dubbio che questa sarebbe stata la decisione da applicare sempre e comunque, e adesso apprendiamo che Umberto Bossi ancora non ha ancora deciso quali ‘deroghe’ concedere sull’alleanza con il Pdl. La linea ufficiale resta quella che Lega corre da sola, e tuttavia come spesso succede quando si ha a che fare col Senatur (e col Cavaliere dietro le quinte), i ma si sprecano. Già la prossima settimana Bossi dovrà dare delle indicazione ai suoi sulle eventuali eccezioni.

La trattativa con il Pdl è tutt’ora in corso. Lunedì si dovrebbe tenere in via Bellerio la segreteria politica del Carroccio e in quella occasione il leader lumbard indicherà la strategia da seguire. Prima di allora potrebbe tenersi un faccia a faccia tra Bossi e Silvio Berlusconi (ma guarda un po’!). Il Cavaliere è rientrato ieri a Roma e anche il Senatur è nella capitale per il voto di fiducia al decreto sulle liberalizzazioni. Allo stato non è in programma nessun incontro tra i due leader: tutto dipenderà dal lavoro delle diplomazie in campo. Le deroghe alla linea dell’ognuno potrebbero non essere poche: il Berlusca ha il terrore di consegnare quasi tutti i capoluoghi del Nord dove si vota alla sinistra e allora sta pressando l’alleato di sempre, l’amico Umberto per indurlo ad ammorbidirsi. Che poi lui abbia argomenti forti per convincere l’altro è fatto piuttosto assodato. E sul tappeto c’è anche il tema dei ballottaggi: si può anche correre separati al primo turno e poi allearsi al secondo. Sempre che la sinistra non sbanchi al primo colpo.

Ma in via Bellerio ci sarà un altro nodo da sciogliere, vale a dire la corsa di Flavio Tosi per la conferma a sindaco di Verona. L’accordo uscito dall’ultima seduta del Parlamento padano, anche quello strombazzato ai quattro venti, pare non sia stato ancora formalizzato. E sul tavolo di Bossi si tornerà a discutere dell’ipotesi di liste a sostegno del sindaco maroniano di Verona, di altre partite in Veneto, come quella di Conegliano dove l’alleanza col Pdl appare scontata. E magari dietro le quinte si discuterà anche del congresso nazionale della Liga Veneta, dove come è noto sono in campo e ai ferri corti lo stesso Tosi e l’attuale segretario Gianpaolo Gobbo.

Insomma, ancora una volta il Senatur si deve esibire in una delle sue giravolte: mentre annuncia la linea dura anzi durissima a uso e consumo del popolo leghista vociante, dietro le quinte tratta e ritratta col l’amico Silvio. Nulla di nuovo sotto il sole, ma chissà se questo ennesimo giro di valzer stavolta sarà così apprezzato dentro il Carroccio attraversato da non pochi rivolgimenti.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

8 Comments

  1. Veritas says:

    Per farsi venire il latte, le donne bevono l’olio di ricino, per evitare di consegnare alle sinistre certi comuni….

  2. ingenuo39 says:

    E alla fine, come al solito dopo tutte le elezioni in Italia, hanno vinto tutti e nessuno ha perso della serie ” TUTTI CABALLEROS” olè

  3. Legavera says:

    Strano articolo. Ma come non era un grande il vostro marone quando diceva che nel 2013 lega e pdl saranno di nuovo alleati . Invece se l accordo lo fa Bossi è l ennesima giravolta? Ogni giorno che passa siete sempre più sbugiardati cari finti indipendenZisti.

  4. Patrick says:

    Questa volta, per Bossi e la lega, sarebbe la fine certificata!

    • Giacomo says:

      Ma no Patrick, non esistono popoli più creduli di padani e veneti. Ci sarà sempre un 20% di allocchi schiavi per vocazione che batteranno le manine a Klaus Dibiasi Bossi dopo l’ennesimo doppio carpiato con triplo avvitamento. Non so più se valga la pena combattere per questa gente.

  5. Pao says:

    Ma vi pare che due teneroni così si possano davvero separare?

  6. Lorenzo says:

    Aggiungerei solo un: VERGOGNATEVI.
    MA CHI VI VOTA PIU’!!!
    AVETE PERSO TUTTI!

  7. Domenico says:

    Come un morto può suicidarsi 🙁

Leave a Comment