Lega, congresso 14-15 dicembre. Bossi: troppo presto, vado coi dissidenti

di REDAZIONE

Il congresso straordinario della Lega Nord si terra’ il 14 e il 15 dicembre al Lingotto di Torino. E’ quanto si e’ appreso da fonti vicine al segretario federale Roberto Maroni, a margine dell’assemblea federale della Lega Nord. “L’assise lancera’ la Lega verso il futuro”, ha detto Maroni a chi ha parlato con lui oggi. “Il congresso si svolge in due tempi: oggi in assemblea si e’ parlato di politica, il 14 e 15 si eleggera’ il nuovo segretario”, ha spiegato il capo del Carroccio, che domani concludera’ l’assemblea di Venezia, ma oggi non ha partecipato ai lavori. “Il prossimo segretario – ha aggiunto – non sara’ uno della vecchia guardia, sara’ un giovane: se cosi’ non fosse la Lega non avrebbe futuro”.

Dall’assemblea della Lega Nord di oggi e domani è uscita la data del congresso che nominera’ il successore di Roberto Maroni a segretario del partito; un successore che sara’ scelto valutando candidature e programmi. Cosi’ Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, parla di uno dei temi principali della due-giorni del Carroccio. Il nuovo segretario, ha detto a margine di Expobici a Padova, sara’ scelto fra “tutti coloro che hanno diritto a candidarsi e i requisiti per farlo. E che dimostreranno di essere tonici e di avere un progetto che sia degno di questo nome”. Zaia preferisce non sbilanciarsi sui nomi, con Flavio Tosi e Matteo Salvini il prima fila. “Non esprimo pareri sulle pole positions nel senso che questo penso sia rispettoso nei confronti di tutti coloro che hanno diritto ad ambire alla candidatura. Staremo a vedere e soprattutto valuteremo le progettualita’ ed i programmi”. Piu’ in generale, parlando dell’Assemblea federale, il presidente del Veneto l’ha definita “una grande occasione per avere davanti tutti gli stati generali della Lega Nord, per parlare del futuro e non solo di alleanze, ma anche di progettualita’”. “I cittadini del Nord, infatti, hanno ben chiare le progettualita’ e noi le dobbiamo interpretare fino in fondo”, ha concluso.

Ma sulla data del congresso piombano gli strali di Umberto Bossi, che in serata ha ribadito come la data del 14 e 15 dicembre per il congresso federale della Lega Nord e’ “troppo presto”. “Bisogna fare i delegati nuovi” all’assise, ha insistito il presidente del Carroccio, al suo arrivo all’Hotel Russott dove domani interverra’ all’assemblea federale del movimento. Ma la linea prevalente nel partito e’ che l’assise e’ straordinaria e si andra’ coi delegati del congresso precedente? “Allora prendero’ la tessera numero uno”, ha risposto Bossi. Ma quella dell’associazione ‘Padania Liberia’ che le vuole consegnare Giuseppe Leoni? “Ce ne sono tante, 50 di leghe fatte dagli espulsi, se poi ci vado anch’io…”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment