Lega. C’è Estrema (voglia) di Destra. Dopo il voto un calcio al Cav

di BENEDETTA BAIOCCHImatteo-salvini-ebola-770x513

Che la Lega abbia munto Roma come tutti gli altri, incassando 180 milioni di rimborsi elettorali, come ricorda il Fatto Quotidiano, poco importa agli elettori. Al cittadino comune non interessa la cassa integrazione degli ex 71 dipendenti né sapere chi volontariamente li abbia o meno sostituiti eventuamente dentro via Bellerio. Tutti militanti che danno una mano…. Non interessa agli elettori se dal 2012 al 2013 il bilancio abbia registrato 18 milioni di uscite e per il 2013 e 2014 le spese della politica abbiano fatto il loro dovere. Non importa al cittadino elettore che ne ha i coglioni pieni dei campi rom, dei clandestini, se la Padania dopo 4 anni di cassa integrazione e due di contratti di solidaritietà, non sia riuscita nonostante pagasse lo Stato, a risollevarsi. Non frega nulla se c’è la rimborsopoli del Piemonte e della Lombardia. Se le piroette di Salvini contraddicono la linea di pochi mesi fa, se il gruppo alla Camera è divento Lega Nord per l’indipendenza dei popoli e la parola Padania è andata a farsi fottere. I tempi cambiano. Ma la politica resta uguale a se stessa, cioè cavalca il malessere. E questo è quello che conta per il cittadino che non ha memoria storica, a cui non importa nulla di averne un po’. Interessa che in televisione qualcuno dica quello che lui sente brontolare nella pancia. Alla fine, contano i risultati. E cioè essere tornati con Berlusconi, aver raggiunto percentuali mai viste prima. Se questo è il prezzo, pensa l’elettore medio di area, massì, ti rivoto. Altrimenti, che alternativa c’è?

All’elettore non importa né l’indipendenza né il federalismo. Ma sentire qualcuno che dica che occorre pagare meno tasse, avere meno  immigrati, e nessun rom. Tra il dire e il fare, occorrerebbe governare. Salvini lo sa che Palazzo Chigi non si prende con questa legge elettorale né con Forza Italia. Ma al cittadino elettore non far sapere quanto è buono il cioccolato con le pere.

Nel frattempo, il passo di Salvini dopo le elezioni, come abbiamo più volte raccontato, sarà quello di eliminare l’alleato Silvio.

Ecco il lancio da leggere e ritagliare…

==Regionali: Salvini, ok patti con Fi ma dopo voto si cambia
‘Liguria e Puglia? Siamo capaci di fare passi indietro’
   (ANSA) – ROMA, 13 APR – “Il bello di questo momento e’ che noi
stiamo costruendo un modello del tutto alternativo a quello di
Matteo Renzi. Un modello che cresce, diverso da tutti quelli
passati. Il 31 maggio ci saranno le elezioni regionali e
amministrative. E dal primo giugno cambia tutto. Il centrodestra
ripartira’ su basi e con prospettive del tutto diverse da quelle
che ci sono state fino ad oggi”. Cosi’ il segretario della Lega
Nord, Matteo Salvini, in un’intervista al Corriere della Sera.
   Salvini si dice intenzionato a mantenere i patti con Forza
Italia alle Regionali. Adriana Poli Bortone in Puglia “va
benissimo. Pur di mandare a casa i Vendoli e gli Emiliani, che
poi sono la stessa cosa, noi siamo d’ accordo. Purche’ non ci
siano gli Alfani”, dichiara. “Io sono orgoglioso di essere il
segretario di un movimento assolutamente compatto. Una forza che
dimostra di essere capace di fare quello che non riesce a
nessuno. Quando noi dobbiamo fare un passo avanti, lo facciamo.
Ma siamo anche capaci di fare il passo indietro”.
   Parlando delle Politiche, per Salvini “al voto andremo
presto. Il nervosismo di Renzi e’ piu’ evidente ogni giorno che
passa. A lui conviene andare all’incasso il prima possibile. Noi
vogliamo aiutarlo: se le risorse che ha finto di trovare non
finiranno alle vittime della riforma Fornero, siamo pronti a
bloccare i lavori di Camera e Senato”. (ANSA).

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. Marco says:

    Non solo “lega dei Popoli”, pure aggiunto “noi con Salvini”. Questo si è montato la testa. Ma basta aspettare. Di questi imbroglioni è lastricata la strada. Con un problema in più. Al nord ci hanno fregato e abbiamo mandato giù. Quando il Sud si accorgerà di essere stato preso in giro credo che Salvini dovrà emigrare molto lontano.

  2. Dan says:

    Fin tanto che la gente starà ad aspettare l’uomo forte o direttamente superman, queste cose non finiranno mai

Leave a Comment