Lega alla ricerca di un segretario: Tosi, Salvini o Giorgetti?

di GIANMARCO LUCCHI

La Lega sull’orlo di una crisi di nervi affronta la questione della successione di Roberto Maroni alla segreteria. Domani ne dovrebbe discutere il Consiglio federale, che potrebbe parlare di un anticipo del congresso, anche se la confusione sembra regnare sovrana. Bossi dice che Maroni dovrebbe fare un passo indietro e per la successione fra i due vicesegretari sostiene di preferire Salvini a Tosi. Infine picchia di brutto sul suo successore. Maroni dice di avere un sogno e e in un tweet posta la foto di Salvini e Tosi: che significa, l’apertura della corsa fra i due o una segreteria bicefala? Tosi invece spera che Maroni resti segretario, forse perché si sente indebolito dopo i risultati disastrosi delle amministrative in Veneto. Infine il Corriere della Sera mette in pole position per la segreteria Giancarlo Giorgetti che, come già scritto di recente, potrebbe essere una soluzione di transizione in vista del futuro congresso.

Vediamo i vari passaggi. ”La nuova battaglia della Lega per liberare il nord e’ appena iniziata. Ne vedremo delle belle. Riprenderemo presto la fiducia degli astenuti”. Cosi’ su Twitter il segretario della Lega, Roberto Maroni, che in un altro tweet ha postato le foto di Flavio Tosi e Matteo Salvini, papabili successori, con la scritta ‘I have a dream…’. Maroni non ha ancora pubblicamente commentato i risultati della Lega alle elezioni comunali, dove il calo di voti ha riaperto una fase di riflessione nel partito. E non ha risposto ai giudizi poco lusinghieri espressi ieri sera da Umberto Bossi. Su Twitter, il leader leghista continua comunque a rassicurare i militanti, in vista anche del Consiglio federale convocato in via Bellerio domani pomeriggio. Fra gli impegni ”per il nord”, scrive e conferma il governatore, c’e’ quello di sostituire Equitalia in Lombardia: ”Siamo quasi pronti – assicura -. I soldi nostri devono rimanere a casa nostra”. E poi l’impegno per i ballottaggi: ”Saro’ a Treviso la prossima settimana a sostenere il mitico Gentilini – ha scritto Maroni ieri nella tarda serata -. Meno chiacchiere e impegno nei ballottaggi, questo fa la Lega Nord”.

“Spero che Roberto Maroni resti il segretario della Lega perche’ e’ stato eletto meno di un anno fa e, adesso che siamo in una fase importante perche’ riparte il progetto politico della costruzione della Macroregione, alla Lega non serve fare un cambiamento di segreteria”. Lo ha detto il sindaco di Verona Flavio Tosi (Lega Nord) intervenendo ad Agora’, su Rai Tre.

Tra Matteo Salvini e Flavio Tosi “scelgo Salvini. Tosi usa il suo potere in modo distruttivo, bisogna stare tutti allineati e coperti e chi non e’ d’accordo viene cacciato”. Cosi’ Umberto Bossi esprime la sua preferenza come delfino di Roberto Maroni alla guida della Lega a favore di Salvini.  E poi ha aggiunto: ”Maroni non puo’ fare tutto. Deve scegliere cosa fare. Io resto nella Lega ma Maroni non deve sbattere fuori nessuno”. E sulle divisioni interne al Carroccio ”mi sono sentito tradito? – ha detto Bossi – da Maroni meno che dalla Lega”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

18 Comments

  1. Miki says:

    Anche Reguzzoni è un ONESTO indipendentista (grave dimenticanza la mia).

  2. Miki says:

    Umberto Bossi,Zaia o Torazzi?
    Anche se Zaia preferisce fare il presidente di regione,ma nn è detto che non cambi idea.

  3. mv1297 says:

    Ero Lighista, poi per forza maggiore a leghista, ma da quando ho capito che non si va da nessuna parte con loro, allora desso sono passato ad INDIPENDENZA VENETA. Tutto il grna can can nella Lega certifica una cosa solamente: tempo scaduto da un pezzo. Adesso si passa alle vie “legali” e soprattutto “legittime” per una vera secessione o chiamatela come volete, ma via da Roma.
    Chi ancora sta a parlare di Lega, perde tempo.
    Tempo scaduto.

  4. Veritas says:

    Esiste una persona nella Lega, molto vicina a Bossi (praticamente in coppia con lui) che è sempre stata e che è tuttora contraria ad ogni forma di cultura all’interno del partito e che non vuol capire che senza basi fortemente culturali, il partito si dissolverà.
    Questo è certo.

    • Miki says:

      Vedo che a Lei e a mv1297 un ritorno di Umberto Bossi provocherebbe l’orticaria. A me NO,ma l’importante che l’elezione del nuovo segretario non sia una farsa come quella di Assago. Kim-Jong-Il Maroni permetterà il voto solo ai suoi fedelissimi o questa volta sarà una cosa democratica?
      P.s. non mi scriva la sbobba che “anche con Umberto Bossi” decideva sempre il capo: si,ma aveva il consenso della base e dell’elettorato. Come confrontare Putin,che è stra-amato dal suo popolo, con Mussolini.

      • Miki says:

        Tanto è vero che si è fatto da parte lui quando,grazie alla n.v.o,nuova magistratura organizzata,quel consenso lo aveva momentaneamente perso

  5. Alberto Pento says:

    Ke oror!
    Kel diavolo el vegna torseli tuti, par rostirli e bruxarseli sol Kilimanjaro.

  6. Fabio says:

    la notte dell scope, la lega 2.0 ecc…sono stati una grande presa per il…naso. Salvini, maroni, tosi, giorgetti, bossi sempr i soliti da 20 anni. Tutti i membri delconsiglio federale sono responsabili del disastro. Poveri militanti!!

  7. Giuseppe says:

    E’ con viva e profonda soddisfazione che dico: Giorgetti, almeno quello risparmiatecelo.

    • druides says:

      Condvido al 100%.
      Il problema è che il personaggio non sembra essere interessato.
      Peccato.

    • giorad says:

      Quale sarebbe il problema con Giorgetti?

      • Veritas says:

        Non ha il minimo carisma; è ben per quello che viene in un certo modo raccomandato daql Corserva.

      • druides says:

        Nessun problema, solo il fatto che non parla.
        In realtà non lo ha mai fatto molto. Infatti ci lo conosce sa bene che non ama essere al centro dell’ attenzione, specialmente dei giornalisti.
        Ma adesso, se crede ancora nella possibilità di non far morire la Ln dovrebbe avere il coraggio di prendere in mano la situazione e fare veramente la rivoluzione interna.

        So comunque che non lo farà mai.

  8. Berluskoni … almeno si evitano le mezzekalze e si sceglie l’originale…!

    KIUDERE il CIRKO BARNUM LEGHISTA di via Ballerio (kome kacciaballe e danzatori pure) …

    SCIOGLIERE LA LEGA e licenziare saltimbanki, buffoni, trapezzisti, lekkakuli, funambulieri e maghi trasformisti … il loro repertorio artistiko è oramai obsoleto, superato e stankante …

    è inutile ke kontinuino a dire:” venite siori…oggi grande Spettakolo… avanti donne e bambini… avanti c’è posto x tutti … kose mai viste … grande divertimento e vera magìa !”

  9. lory says:

    la lega in 20 anni cosa ha fatto ?
    devolution : fallita per esito popolare
    costi standard : bocciato dal prode Monti
    per il resto non ha fatto nulla ovvero ha riempito la greppia con tanti suoi galoppini che hanno mangiato come i sinistri e i destri,per questo per me possono anche mettere un segretario che viene da Marte io quei pagliacci non li voto più.

  10. Riccardo S. says:

    La sconfitta è stata bruciante e potrebbe richiedere la testa di Maroni.
    Per quanto riguarda i successori, personalmente ho ancora stima e fiducia in Salvini (uno dei pochi che salvo).

    Tuttavia credo che la Lega Nord sia diventata come lo stato italiano, ossia irriformabile.
    Anche se Salvini diventasse il nuovo segretario dubito che avrebbe la possibilità di cambiare le cose.

    • Miki says:

      Salvini,Tosi è come dire Maroni bis. Sicuro che non ci siano anime più indipendentiste in Ln?
      (Io personalmente Salvini lo vorrei sindaco di Milano che non è poco visto com’è conciata)

Leave a Comment