Lega al Sud, col nome di Salvini. Suoi vice Molinari e Rixi. Scaricati Cota e Viale

di BENEDETTA BAIOCCHIBALLOTTAGGI; SALVINI; A MILANO PDL PERDE VOTI, LEGA GUADAGNA

Due cose: la Lega va al Sud e sul simbolo, e il nome del partito, ancora non ufficializzato, ci sarà di certo il cognome Salvini. La seconda cosa, uscita dopo il federale di ieri in via Bellerio, è un piccolo terremoto politico. Matteo Salvini sposta un po’ gli equilibri e con la chiamata a suoi vice di Riccardo Molinari, 31 anni, di Alessandria, ex assessore della Giunta Cota in Piemonte  e di Edoardo Rixi, 40 anni, di Genova, consigliere regionale in Liguria, Salvini di fatto volta le spalle a Roberto Cota, protagonista di una gestione flebile del territorio, e governatore uscente dopo lo scandalo delle firme sulle liste (ma anche delle mutande verdi) e le volta anche a Sonia Viale, segretario della Lega in Liguria e maroniana di ferro. A nulla sarebbero valse le reazioni della piemontese Gianna Gancia, uscita sbattendo la porta.

Salvini apre le finestre e cambia aria, aprendo ai giovani. E sulla questione Veneto? Questione calda, che ci si limita ora a contenere con un sì di Flavio Tosi alla calata leghista al Sud. Secondo il segretario della Lega, il sindaco di Verona “potrà essere una risorsa importante per questo progetto”. “Ho parlato con Zaia e Tosi per una mia presenza al consiglio nazionale del Veneto per iniziare una campagna elettorale che riconfermerà il buon governo in Veneto – ha detto ancora Salvini – Non abbiamo grosse preoccupazioni in materia, stimiamo gli avversari per quanto siano belli o belle, ma a breve ripartiremo per la riconferma del buon governo in Veneto”.

Grane rinviate a data da destinarsi.

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. gianni says:

    fossero giovani di qualità…ma molinari è indagato!!!

Leave a Comment