LEGA: A MODENA IL PD OCCUPA LE PARROCCHIE

di REDAZIONE

A Modena, “i militanti del Pd si sono letteralmente appropriati di alcune parrocchie, a volte con l’accondiscendenza del sacerdote, altre volte marginalizzando il prete”. L’accusa arriva dai segretari della Lega Nord modenese, Stefano Bellei e Riad Ghelfi, che si fanno portavoci di “segnalazioni” di diversi credenti, e chiedono alla Curia di intervenire. Di nomi se ne fa solo uno, quello del segretario cittadino del Pd, Giuseppe Boschini, che “e’ stato per anni un catechista nella parrocchia di Sant’Agnese, per poi passare, senza soluzione di continuita’, a ricoprire un ruolo di primo piano nella politica cittadina”. La Lega Nord, raccontano Bellei e Ghelfi, “e’ piena di cattolici che si trovano sempre piu’ a disagio nel frequentare le parrocchie. Stesso disagio vivono anche i cattolici di altri schieramenti. E tutto questo forse non e’ il motivo principale del crollo della pratica religiosa, ma sicuramente contribuisce in maniera notevole”. Dunque, “auspichiamo un intervento della Curia per porre un freno a un andazzo che rischia di trasformare le parrocchie in sedi di partito, con conseguenze negative per la societa’ e la Chiesa stessa”, concludono gli esponenti del Carroccio.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

6 Comments

  1. massimo trevia says:

    io sono cattolico e leghista…..intanto “essere” cattolici è ,come l’essere figli di due genitori,una questione non morale ,di bontà o di altro,ma semplicemente l’essere stati generati da….così come il battesimo ci genera all’essere,appunto,cattolici! parlando di “leghe”,non ricordo se con il termine “lega santa” si denominasse quella dei soldati cristiani di lepanto o di vienna,comunque è grazie a loro,se oggi possiamo essere qui a dire “non si può essere cattolici e leghisti….o il contrario!si può! solo che oggi molto cristianesimo parla di “valori”,dimenticando Cristo!

  2. NH Alessio says:

    Non si può essere leghisti e cattolici, è impossibile, è una fede contro natura, sono due espressioni dell’essere che si contraddicono a vicenda. Un Cattolico non può essere intollerante, violento e razzista come vuole la lega nei confronti di ciò che “LORO E SOLO LORO”, definiscono tradizione. Facciamo finire questa farsa della lega, una volta per tutte !!

  3. Renzo Riva says:

    Non sbaglio assolutamente a dire che non sono problemi dei cittadini.
    Ai parrocchiani l’obbligo di segnalare ed eventualmente agire
    Al massimo sono problemi del Vaticano.

  4. Filippo83 says:

    Lo stesso accade in alcune (note) parrocchie padovane, purtroppo!

  5. giovanni says:

    E’ giusto che le parrocchie siano ad uso dei parrocchiani,è altrettanto vero che se i sacerdoti hanno altro per la testa ne siano allontanati.Dove c’è la fede,non c’è partito che tenga,ha perso in partenza.Se la condivisione della fede,con il parroco è inferiore alla voglia di sagre e gite (non pellegrinaggi ) allora chiudiamo pure una chiesa ve ne sono altre, semivuote dove il Signore nostro ci stà aspettando a braccia aperte.Meglio poche ma piene che molte ma vuote.Signore manda santi sacerdoti nella tua chiesa e allontana falsi profeti .amen amen amen.

  6. mr1981 says:

    Prove tecniche per rifondare la DC…

Leave a Comment