Lega: 7 dicembre primarie per il segretario fra militanti iscritti da almeno un anno

di GIANMARCO LUCCHI

Il consiglio federale della Lega Nord ha “accolto la mia richiesta di convocare il congresso federale il 15 dicembre a Torino”. E’ quanto ha affermato il segretario del Carroccio, Roberto Maroni, al termine della riunione del massimo organo esecutivo del movimento. Maroni ha spiegato che il suo successore, pero’, sara’ scelto dai “militanti iscritti da almeno un anno” con una consultazione che si terra’ il 7 dicembre “nelle sezioni di tutte le province” del Nord. “Lo scrutinio avverra’ il 14 dicembre a Torino e il 15, il congresso eleggera’ formalmente il nuovo segretario”, ha detto.

Roberto Maroni ha spiegato che il Consiglio federale della Lega ha deliberato che le candidature alle ‘primarie leghiste’ per l’elezione del prossimo segretario “si dovranno depositare entro il 30 novembre”. Si potra’ candidare, come da statuto, ha sottolineato, “chiunque abbia almeno dieci anni di iscrizione” al movimento. Perche’ la candidatura sia valida occorrera’ raccogliere, ha aggiunto, “non meno di mille firme e non piu’ di 1.500”. “Essendo 18mila gli aventi diritto al voto – ha sostenuto il segretario leghista – potete calcolare quanti candidati si possono avere: certamente piu’ di uno”.

Maroni ha poi chiarito che il massimo organo esecutivo del movimento ha ribadito quanto sancito dallo statuto, e cioe’ che chiunque si iscriva ad altre associazioni, come ‘Prima il Veneto.’ e ‘Padania libera’, fondate di recente da dissidenti ‘bossiani’, sara’ automaticamente cancellato dalla lista dei militanti della Lega.  “Abbiamo dato interpretazione a cio’ che e’ gia’ scritto nello statuto e cioe’ l’incompatibilita’ dell’adesione alla Lega con l’iscrizione o l’adesione ad altri partiti o movimenti politici”, ha riferito. “Mi pare che sia ‘Prima il Veneto.’ che ‘Padania libera’ abbiano ampiamente annunciato la loro intenzione di essere movimenti politici: quindi, l’adesione a questi due movimenti comporta di fatto la cancellazione dell’iscrizione alla Lega”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. luigi bandiera says:

    Spiace dirlo, ma la lega non tornera’ piu’ come prima.

    Eppoi si comporta da troppo trikolorita. Lancini aveva tentato lui di fare il leghista, magari esagerando un po’, ma forse era tutto un concentrato visto che nelle altre parti di robe del genere non si sono mai viste.
    Anche lui “SCOMUNIKATO” invece di scomunikare quelli che indossano il trikolore.

    Ho visto che a Vittorio Veneto hanno festeggiato e commemorato qualcosa… il sindaco leghista aveva un bel modo di indossare il trikolore. La bandiera del nemico si puo’, si deve, onorare (tutte le bandiere vanno rispettate e onorate) ma “lucidarla” mai e poi mai.

    Cosa volete, i tempi cambiano e va bene tutto quel che piace al nemico, meno quel che piace o piacerebbe a noi..!

    L’INDIPENDENZA..!!

    Viva i gay e e gayne.

Leave a Comment