Lega-5Stelle, Salvini ci prova, Berlusconi lo gela

The League leader Matteo Salvini arrives for a press conference at the foreign press association headquarters, in Rome, Wednesday, March 14, 2018. (ANSA/AP Photo/Alessandra Tarantino) [CopyrightNotice: Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.]

“Coi Cinque stelle c’e’ una differenza culturale di fondo: noi vogliamo promuovere il lavoro e ridurre le tasse per creare piu’ lavoro. A quel che capisco, la loro proposta si fonda piu’ sull’assistenza che sullo sviluppo. A me interessa che l’Italia corra, produca e lavori. Un aiuto indiscriminato a chi sta a casa mi sembra il contrario. Ma quando dalle parole si passa ai fatti vediamo se c’e’ un’idea comune di sviluppo che non si fondi sull’assistenza”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini alla stampa estera.  “Sui nomi e sui ruoli non ci sono pregiudizi di partenza. Mi interessa il progetto: se c’è condivisione di progetto ragioniamo, non mi interessa chi vince. Abbiamo un programma e chiunque venga al Governo con noi deve impegnarsi a cancellare la legge Fornero, a ridurre le tasse, a rendere l’Italia più federale e meno burocratica. Se ci sono altri suggerimenti a partire da questo presupposto siamo ben contenti di accoglierli”.

Intanto da Silvio Berlusconi arriva uno stop a M5s. “Ho aperto la porta per cacciarli via”, replica  Berlusconi arrivando alla Camera per l’assemblea dei gruppi a chi gli chiede se avesse aperto all’ipotesi di un governo con i Cinque Stelle.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

5 Comments

  1. Marco says:

    Un sito di Indipendenza, commenti inneggianti al nazionalista Salvini, che oggi sarà a Rosarno in Calabra dove è stato eletto per ringraziare i suoi elettori. Rosarno, un comune sciolto per mafia, dove persino i gruppi scout vengono sciolti per mafia, dove il lavoro principale è sfruttare gli sporchi negher e prenderli sotto con la macchina. Oggi dove l’alleata di Salvini, la Meloni, gli chiederà di proporre il 17 marzo festa dell’unità d’italia come la prima grande festa del paese. Voi non state bene.

  2. caterina says:

    se pensiamo che masse che hanno ricevuto una scarpa in cambio del voto e vogliono l’altra per fare il paio, è difficile deluderle… ma è probabile che chi le ha lusingate conoscendole abbia intelligenza per capire che la strada da percorrere sia un’altra e un accordo con l’altro vincitore sia la soluzione migliore…
    sarebbe meglio che Berlusconi moderasse la sua terminologia, anche se credo che la diffusione delle sue battute sia opera malevola degli sconfitti e dei loro portavoce.

  3. gennaro says:

    lI voto per Salvini e per 5 stelle è un voto CONTRO LA GLOBALIZZAZIONE, globalizzazione dei popoli ovvero schiavitù dei popoli, globalizzazione ben sponsorizzata dai dai poteri forti ben noti a tutti.
    Perché nessuna analisi del voto tocca questo problema?

  4. giancarlo says:

    Da come si stanno comportando i vari personaggi della politica si potrà capire se tra loro esistono solo politici italioti o se c’è uno statista vero !!!!
    Al momento SALVINI sembra l’unico ad avviarsi verso questo importante significato di fare lo statista.
    I governi si fanno per il bene del Popolo e del paese e non per il bene dei partiti o dei politici.
    Essere pragmatici e badare al sodo non è difficile, ma a quanto sembra adeso anche il Berlusca agogna ad essere rottamato .
    Le porte si aprono e si chiudono, ma aprirle per cacciare qualcuno mi sembra da arroganti e maleducati.
    Bene fa SALVINI a sondare il M5S……Di Maio…alla fin fine…a parte la sua arroganza dovuta forse al successo conseguito……sa benissimo che governare non gli sarà né facile né confacente dato che le sue competenze non sono così ampie e complete e quindi avrà anche lui bisogno di qualche aiuto o spalla destra che SALVINI, giustamente, non vuole fare.
    Alla fine della fiera la legge elettorale parla di coalizioni e non di partito quindi la maggioranza è quella del centro destra…..ed è SALVINI che dovrebbe ricevere il primo mandato dal P:d Repubblica.
    Certo lo spettacolo italico non mancherà come sempre d’altronde. Godiamocelo non ci resta altro da fare.
    WSM

Leave a Comment