Lega 2.0: gli intoccabili sono rimasti. Guai a chi sfiora Calderoli

di GIORGIO CALABRESI
Il nostro collaboratore Daniele V. Comero, analista politico, dopo aver scritto per L’Indipendenza l’articolo dal titolo “Porcellum bis: Grillo se ci sei batti un colpo!”, ha ricevuto la seguente mail dal segretario della sua sezione della Lega:

Preg.mo Signor Comero,
come tanti militanti della Lega Nord ricevo la tua mail con la quale mi inviti a leggere il resto sul quotidiano ON-line  “L’indipendenza”.
In materia di legge elettorale, ne abbiamo parlato anche in sezione ed è stato detto che, anche se definita “porcata” dallo pseudo autore Calderoli, è la migliore che poteva essere fatta per il sistema Italia.
(…)
Ora vengo al vero motivo di questa mia e cioè che rimango stupito ed offeso leggere attacchi immotivati ed offensivi rivolti ad esponenti del nostro movimento. Ognuno è libero di esprimere il suo pensiero come meglio crede, può attaccare politicamente qualsiasi esponente di un partito, ma deontologia vuole che se uno intende esprimere il suo pensiero, se appartiene alla stessa forza politica, lo deve fare nelle sezioni od ai congressi, e non a mezzo stampa. A mezzo stampa puoi continuarlo a fare senza limitazioni ma prima devi dimetterti da quella militanza che il mio direttivo ti ha concesso confidando che tu ne avessi realmente il desiderio di appartenere  al nostro “movimento”. Se il tuo amore di fidelizzazione è finito, puoi comunicare di rinunciare alla militanza dimettendoti ed evitarmi così che il mio direttivo proponga la tua espulsione a norma di statuto.
Vedi Comero, io credo di essere una persona semplice ed appassionato della politica, ho aderito alla Lega perché in essa vedevo riflessa la mia idea della politica; fatta con correttezza ed onestà. Di errori ne sono stati commessi ma essere classificati ladri e farabutti mi offende nel profondo dell’animo.
Sono per la giustizia giusta e la rettitudine in ogni attività civile e politica. Quale segretario della Sezione della Lega per l’indipendenza della Padania nel salutarti cortesemente rimango in attesa di ricevere le tue dimissioni.
F. F.

Quale grave reato avrebbe commesso Comero, oltre a scrivere numerosi libri in campo politico elettorale? Probabilmente quello di “lesa maestà” nei confronti di Roberto Calderoli, per l’ultimo articolo pubblicato che iniziava in questo modo:
«“Se l’antidoto al Porcellum di Calderoli è Calderoli, dovremo aspettarci una proposta di legge anticorruzione da Formigoni e Penati?” la sagace battuta di Michele Serra, su La Repubblica di oggi, riassume lo stato confusionale della politica sulla riforma della legge elettorale in corso al Senato. »
Comero è cioè ricorso a un paradosso per sottolineare come i partiti, in materia di riforma della legge elettorale, stiano solo facendo grande confusione per poi non cambiare nulla. Altri riferimenti specifici alla Lega non ve ne sono, quindi il succo è: chi tocca, anche solo di striscio, Calderoli deve morire!
Se la Lega 2.0 si articola in questo modo, non è un grande inizio.
Viene spontaneo un incitamento: Maroni, se ci sei veramente, batti un colpo!

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

17 Comments

  1. igiulp says:

    Quello di dare addosso alla Lega è di questi tempi lo sport preferito. Soprattutto da quelli che si dichiarano “in uscita dal movimento” per volontà propria o espulsi per vari motivi.
    Quanto al “porcellum” , Calderoli lo ha definito tale con sincerità. Un altro politico l’avrebbe definito “un grande passo in avanti della democrazia”.
    Tutto è relativo.

    • Dan says:

      Sarà anche stato un porcellum ma il panino col prosciutto non l’ha rifiutato nessuno a cominciare proprio da Calderoli

    • Beruti says:

      Brau! Tutto c’è relativamente relativo anca el fato che ata congiura anti lega la va avanti da trenta ani e con protagonisti sempre diversi. No birraria che la sia ma congiura contro i mona ovverosiacioe quei che dosi le cose che scrivi te…

    • Lucky says:

      il porcellum è una buona legge che andrebbe solo perfezionata, ma si sa, oggi per essere alla moda bisogna dissacrare la politica se poi è a sfavore della lega, che a oggi non risulta abbia rubato, si raccolgono ancora più punti, vedi qualche sociologo che in questo modo ha accumulato cattedre e articoli. oppure qualche amministratore aziendale ladruncolo che per avere un occhio di riguardo da parte del magistrato di turno non trova di meglio che mettere nelle rogne qualche leghista, è successo più volte. si chiamano indipendentisti ma in realtà questi fuoriusciti o fuoriuscendi cercano solo le cadreghe o notorietà da usare per le loro carriere, della loro terra frega un bist, sanno benissimo che niente potrà sostituire la lega..

      • Dan says:

        In una dittatura sarà una buona legge, un testo dove i ras di partito decidono chi può o meno rappresentare il popolo.
        Questa dovrebbe essere ancora una democrazia, sai, quella cosa dove la gente sceglie i propri rappresentanti in maniera chiara, precisa, senza tante votazioni per idioti basate sul simbolo con le liste bloccate

      • igiulp says:

        Quelli che sono fuoriusciti hanno fatto solo un gran piacere alla Lega. Avere avuto dentro gente di quel tipo è stato solo un fattore negativo per il movimento.

        • massimo gustinelli says:

          io sono uno dei fuoriusciti dalla Lega , ho lavorato per 20 anni per la lega ,e quando ho contestato il marciume che c’era nel mio paese ,e c’è ancora oggi ,siccome ho toccato certi personaggi protetti da alcuni colonnelli della lega sono stato buttato fuori ,(con prove documentate) caro igiulp ,se questa è democrazia ?

    • Cantone Nordovest says:

      Leggete bene qs passo (l’articolo è del 2004 … speriamo che rimanga ancora un po’ disponibile in rete !) – Cito un paragrafo

      http://archiviostorico.corriere.it/2004/settembre/13/Asse_tra_Calderoli_Fitto_premier_co_9_040913028.shtml

      <>

      • Cantone Nordovest says:

        il paragrafo è questo :

        – Ma ancora più sorprendente è Nania . Ringrazia Calderoli e la Lega Nord per avere evitato la secessione mascherata a cui avrebbe portato la riforma dell’articolo 116 della Costituzione voluta dall’Ulivo –

    • Eric says:

      Calderoli è stato sincero !

      Noi dovremmo affidare la nostra terra ad un ……che si gongola nel dichiarare di aver fatto una legge elettorale che è una porcata ?
      Tutto è relativo, ma in un paese civile uno come te rischia il T.S.O. !!!

    • Culitto Salvatore says:

      calderoli è il porcellum, non riesco a capire come si sia riuscito a dare voti ad una persona di così bassa “lega” privo di principi morali privo di qualsiasi cosa che dovrebbe catalizzare voti è un porcellum e a quanto pare anche un degno rappresentate

    • Eric says:

      La Lega si è data addosso da sola, mostrando si essere la pochezza della pochezza della pochezza….!!!

      Ti piacciono le persone sincere ?
      Sono qui per te !

      In tutta sincerità, ti ritengo un pirla irraggiungibile !

  2. Don Ferrante says:

    Chiunque scriva: “Se il tuo amore di fidelizzazione è finito…” mi produce uno stimolo intestinale acuto ed irrefrenabile, che mi obbliga alla “ritirata” !

    Più che da Lega 2.0 mi sembra un discorso da Lega 00, da far scomparire tirando la sciacquone !
    E’ un valido succedaneo dell’olio di ricino, della magnesia, della mannite !

    Mi stupisce comunque che il buon Comero sia rimasto fino ad oggi in sottordine all’omino che gli scrive e gli chiede le dimissioni.

    Non lo capisco proprio ! Comunque coraggio !

    P.S.La fidelizzazione è l’insieme delle azioni di marketing volte al mantenimento della clientela già esistente e si realizza principalmente attraverso una serie di strategie volte a creare il più elevato grado di soddisfazione del cliente.

    • Dan says:

      ““Se il tuo amore di fidelizzazione è finito…””

      Questa frase dimostra inequivocabilmente che essere leghisti ed essere della lega sono due cose molto diverse, probabilmente diametralmente opposte

  3. Dan says:

    Sbaglio o nel statuto della lega c’è anche un paragrafo contro la massoneria ?
    Questo voler tenere le cose nascoste, da non diffondere a mezzo stampa, non è proprio da massoni ? O c’è massoneria e massoneria ?

    • igiulp says:

      Mi scusi, ma quando lei ha problemi in famiglia se ne va in giro per l’universo mondo a strombazzarli o cerca di risolverli in casa propria ?

      • Dan says:

        Se la politica vuole riabilitarsi agli occhi della gente tra le varie cose deve (sottolineo il deve) diventare trasparente.
        Basta combriccole da biliardo che decidono come spartirsi le ricchezze prodotte da altri, basta atteggiamenti che mirano a porre la gente che lavora davanti al fatto compiuto.

        Siamo ad un passo dalla violenza. Un noto detto afferma che il disordine porta fame ma in realtà è vero il contrario: è la fame che porta il disordine. Quando poi giunge il disordine viene imposto l’ordine, con metodi e sistemi che sarebbe bene restassero relegati negli angoli bui della storia.

Leave a Comment