Lecco accoglie 14 profughi ma un disoccupato vive sotto un telo

di REDAZIONELecco-Lecch

Sta facendo discutere a Olginate (Lecco), circa settemila abitanti, la situazione di un uomo originario della Sicilia, Salvatore Petranella, 44 anni, padre di un bambino, rimasto solo, senza casa e senza lavoro, dopo la fine del rapporto con la compagna. L’uomo da mesi ormai vive in una baracca coperta solo da un telo, seminascosta tra le siepi vicino al mercato del paese, e nessuno è ancora riuscito ad aiutarlo a trovare almeno un tetto. Una situazione che fa discutere soprattutto alla luce dell’ospitalita’ data in questi mesi dallo stesso paese a un gruppo di 14 migranti originari dell’area subsahariana, profughi peraltro ben accolti dalla popolazione della frazione di Capiate che con loro hanno familiarizzato, aiutandoli a integrarsi per un mese, fin quando sono stati ospitati in altre strutture. Da qualche tempo i Servizi sociali di Olginate stanno tentando di trovare una soluzione ma Petranella continua a vivere in balia delle intemperie. Lui ringrazia per l’interessamento, rimane nella baracca e chiede di poter avere almeno un lavoro per tornare a sperare in un futuro e rimanere vicino alla casa in cui vive il figlio con la madre.

Print Friendly

Articoli Recenti

Lascia un Commento