Le vittorie di Pirro

pirro

di MARCELLO RICCI –  Il movimento di Grillo ha vinto. Come in natura così anche in politica,  piante anomale possono avere uno sviluppo rapido e rigoglioso particolarmente quelle infestanti. I numeri sono opinioni e attestano il successo.

 A tornata conclusa, una disamina è ineluttabile. Cosa ha affascinato l’elettorato? In Padania senza Padania è stata premiata la Lega (senza Nord) e in Italia il MoVimento5 stelle (Pentastelluti).
La Lega ha promesso reddito di lavoro, i Pentastelluti reddito di cittadinanza.
Il Nord ha premiato la Lega, il Sud i Pentastelluti.
Per il reddito da lavoro  si deve inventare l’occupazione e togliere le tasse dello stato nazionale che però si difende, mentre il reddito di cittadinanza basta  farlo pagare al Nord che lavora.
Per la Padania la sfida è dura  perché  la crisi persiste. Per il il Sud tutto facile, il sistema è collaudato e consolidato da tempi  remoti, dallo stramaledetto incontro di Teano. Il 26 ottobre è per i padani un giorno di lutto.
E’  probabile e auspicabile, che si debba tornare tra un anno, dopo aver corretto la legge elettorale, al voto.
L’impossibilità economica di erogare il reddito di cittadinanza porterà i disillusi elettori a punire chi l’ha fatti sognare, solo sognare. Il teatro, dove Grillo trionfa rappresenta la vita, non la gestisce.
Poi tocca a Salvini. Ha promesso di ridare a tutti le pensioni e di far sparire tutti i clandestini. Oltre che di ridurre le tasse senza parlare di federalismo. Tutta uguale, questa Italia, proprio non ci sembra.
Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Giorgio says:

    Caro amico e secessionista. Guarda anche la luna, qualche volta.
    La Lega, ha perso, soprattutto al Nord.
    Nello scontro Lega/Grillo, ha vinto questo, 4.100.000 a 4.000.000.

    W il nord, ma non di salvini.

    Giorgiomasocco il Doge di Cantù

Leave a Comment