Le liberalizzazioni aumentano le bollette. Il liberismo del “vince il peggiore”

di GIULIO ARRIGHINIgas

L’ultimo report dell’Ufficio studi della Cgia di Mestre dimostra in modo impietoso che in questo paese le liberalizzazioni hanno solo portato il peggio al rialzo. Cresce tutto. E le tariffe pubbliche, quelle che dovrebbero a maggior ragione ricercare sul mercato il miglior offerente, riescono a trovare e applicare i prezzi più alti.

In  Italia, tra 2010 e 2014 l’incremento è stato del 19,1 per cento. L’inflazione nell’ultimo decennio è cresciuta del  20,5 per cento, l’acqua del 79,5 per cento, i rifiuti del 70,8, l’elettricità del 48,2, le autostrade di almeno il 46,5 per cento, i treni del 46,3 per cento, il gas del 42,9 per cento, i trasporti urbani del 41,6 per cento, i taxi del 31,6 per cento, le poste del 27,9 per cento. Scendono solo i costi delle tariffe telefoniche, meno 15,8%. Il resto mancia. Grazie alla Authority, grazie a tutti, grazie ai governi di destra e sinistra che brandiscono le parole come clave. Il liberismo, per ora, è solo ad appannaggio dei grandi gruppi e delle grandi multinazionali. Noi siamo diventati tutti più poveri.tariffetariffe2

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Venetkens says:

    E’ davvero molto triste. 10 anni fa con 1100 euro al mese mi sentivo un Signore. Oggi invece quando vado in pizzeria guardo bene il menù prima di ordinare: se sbaglio e prendo una pizza fuori stagione, non arrivo a fine mese. ps. Incredibile la Germania, solo +4,2%.

Leave a Comment