Le banche premiano solo le grandi imprese. Famiglie e pmi vadano in malora

di REDAZIONE

Per la Cgia di Mestre le banche premiano solo le grandi imprese. L’associazione condivide il punto di vista del presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, rilevando che quest’ultimo ”ha ragione da vendere quando denuncia la drammatica situazione venutasi a creare negli ultimi anni in materia di credito. La contrazione dei prestiti erogati dalle banche alle imprese ha ormai assunto dimensioni drammatiche”. Tuttavia, questo problema sembra non sfiorare le grandi imprese italiane. Infatti, osserva la Cgia, l’81,4% degli oltre 1.313 miliardi di prestiti erogati dalle banche agli italiani e’ concesso al primo 10% degli affidati, vale a dire alla migliore clientela. Una percentuale che negli ultimi anni e’ continuata a salire. Il rimanete 18,6% dei prestiti e’ distribuito tra le famiglie, le piccole imprese ed i lavoratori autonomi che, di fatto, costituiscono la quasi totalita’, vale a dire il 90%, dei clienti dei nostri istituti di credito.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. Dan says:

    Oh bhè che problema c’è. Il nostro intero sistema si basa sul concetto e sull’esistenza di un pagatore di ultima istanza, volontario (spesso con l’inganno) o obbligato con la forza.

    Sono convinti di poterne fare a meno ? S’accomodino. Io direi di dar loro una mano, una spintarella in tale direzione sospendendogli gli alimenti.

  2. Rosanna says:

    è sempre stato così….per un misero fido doveva firmare anche in bisnonno.

Leave a Comment