Lazio: Pannella vuole l’accordo con Storace, ma Bonino è contraria

di REDAZIONE

Marco Pannella vuole a tutti costi l’accordo con Francesco Storace. Il leader storico dei radicali ha convocato questa mattina il gruppo dirigente a via di Torre Argentina per incassare l’ok all’alleanza con la Destra e il Pdl alle regionali del Lazio, ma si e’ trovato davanti un partito spaccato. Secondo quanto riporta l’agenzia Dire, meta’ dei dirigenti, capitanati da Emma Bonino, si e’ opposto a questa ipotesi. Pannella ha insistito molto, racconta una fonte, senza porsi il problema di sostenere una parte politica, antiabortista, alla quale ha fatto opposizione in Consiglio per cinque anni. Peraltro la stessa Bonino si era candidata, sostenuta da tutto il centrosinistra, proprio contro il centrodestra di Renata Polverini. E adesso che succede? “Boh- spiega la stessa fonte- da noi non si vota… decide Pannella. Pero’ questa volta non credo che forzera’ la mano, poco meno di meta’ partito e’ contrario”. Qualche giorno fa Storace si era espresso cosi’: “Se i Radicali vogliono un taxi, o un apparentamento tecnico che serve a evitare lo sbarramento troppo alto e avere la possibilita’ di avere la rappresentanza radicale in Consiglio, io non ho pregiudiziali”. Pero’, non e’ detto che i radicali, o meglio Pannella e i suoi fedeli, abbiano deciso di prenderlo quel taxi.

Resta il fatto che per il partito di via Torre Argentina questo e’ un momento storico cruciale. Anche a livello nazionale, le trattative per ottenere ospitalita’ in qualche lista vanno avanti, e l’abboccamento con Storace rientra in una strategia piu’ generale con Berlusconi e il Pdl. In Regione, con Nicola Zingaretti il discorso sembra chiuso dopo l’altola’ del Pd ai due consiglieri radicali uscenti, Rossodivita e Berardo. A livello nazionale, invece, c’e’ da registrare l’offerta di Antonio Ingroia di candidare Emma Bonino con Rivoluzione civile al Senato. Ipotesi difficile, vista la componente contraria all’amnistia (Di Pietro) presente nell’alleanza con l’ex pm di Palermo. Pannella, tanto per citarne uno, e’ contrario. Comunque, per quanto riguarda il Lazio, una decisione andra’ presa entro il 26 gennaio, mentre per le politiche la dead line e’ il 22 gennaio, con il deposito delle liste dei candidati.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

4 Comments

  1. luna says:

    Pannella , il politico di professione che da 40 anni va da sinistra a destra senza un minimo ritegno.Mi viene da vomitare a vederlo. Questa è l’Italia.

  2. fracatz says:

    gli conviene e lui lo sa, ormai un partito per sopravvivere ha bisogno di soldi ed il taxi gli porterebbe un minimo di ossigeno

  3. Tonino says:

    Ancora pannella? Io uso olio extravergine che combatte i radicali liberi!

  4. fabio ghidotti says:

    forse è ora che Pannella vada in pensione…
    Se i radicali vogliono continuare a essere l’unico partito italiano presentabile, è meglio che vadano da soli piuttosto che prendere un taxi…

Leave a Comment