Lavorare 4 giorni a settimana. In Italia si potrebbe?

Microsoft Edge
Un servizio sul periodico online greenme.it rilancia la settimana corta. L’esperimento all’estero funziona. L’ultima sperimentazione coinvolge Microsoft. Quindi, il massimo del rapporto costi/benefici. Che cosa è accaduto? Pare che l’esito sia sorprendente. Un modello quindi di riferimento. Ma resta da chiedersi: in Italia funzionerebbe? Gli uffici privati avrebbero tutte le ragioni per proiettarsi verso un migliore rendimento ma cosa accadrebbe negli uffici pubblici? La domanda non ha risposte, perché le risposte sono già nei nostri pensieri….
rassegna stampa

Accorciare la settimana lavorativa di un giorno aumenta la produttività e riduce i costi aziendali. Sono i risultati appena pubblicati da Microsoft Japan che lo scorso agosto ha condotto un esperimento presso i suoi uffici di Tokyo.

Il progetto, chiamato “Work Life Choice Challenge”, ha coinvolto 2300 dipendenti allo scopo di valutare l’equilibrio tra lavoro e vita privata e di contribuire a migliorare la creatività e la produttività, offrendo ai dipendenti orari di lavoro più flessibili.

Gli uffici sono dunque rimasti chiusi per tutti i venerdì del mese, consentendo ai lavoratori di dedicare più tempo alla vita privata.
Per favorire le attività extra lavorative dei dipendenti, l’azienda ha offerto un contributo per le spese relative allo sviluppo personale, ai viaggi e alla famiglia.

Al temine dell’esperimento, i risultati sono stati sorprendenti: rispetto al mese di agosto dell’anno precedente, la settimana breve ha portato a un aumento della produttività – misurata attraverso le vendite per dipendente – del 39,9% , oltre che a una soddisfazione della quasi totalità degli impiegati.

Inoltre, accorciare la settimana lavorativa da cinque a quattro giorni, ha permesso all’azienda di ridurre i costi fissi. Ad esempio, le spese per l’energia sono diminuiti del 23,1%, mentre il consumo di carta per le stampe è sceso del 58,7%.
Contemporaneamente è stato anche registrato uno snellimento nell’organizzazione del lavoro, con una riduzione dei tempi dedicati alle riunioni.

Dopo questo test estivo, i lavoratori di Microsoft sono tornati ai loro consueti orari dal lunedì al venerdì, ma l’azienda prevede di avviare un test simile durante i mesi invernali per valutare eventuali differenze.

I risultati di questo primo esperimento confermano i vantaggi già noti della settimana lavorativa breve: dedicare meno tempo al lavoro e più alla vita privata potrebbe infatti ridurre il tasso di disoccupazione, diminuire lo stress dei lavoratori e aumentarne il benessere, oltre a migliorare la produttività dei dipendenti.

Microsoft non è la prima azienda al mondo a sperimentare la settimana lavorativa di 4 giorni: prima del colosso di Bill Gates una società della Nuova Zelanda, la Perpetual Guardian aveva lanciato il programma 4 Dat week ai suoi 240 dipendenti che venivano pagati per 5 giorni, ma ne lavoravano effettivaemente solo quattro. E anche qui i risultati sono stati talmente incredibili in termini di produttività e riduzione dello stress aziendali, che il CEO dell’azienda sta lavorando seriamente per far diventare definitiva la sperimentazione.

Visti i benefici di una settimana di lavoro breve, speriamo siano sempre di più le aziende disposte a prendere in considerazione l’idea di ridurre i giorni di lavoro da cinque a quattro.

Gli uffici sono dunque rimasti chiusi per tutti i venerdì del mese, consentendo ai lavoratori di dedicare più tempo alla vita privata.
Per favorire le attività extra lavorative dei dipendenti, l’azienda ha offerto un contributo per le spese relative allo sviluppo personale, ai viaggi e alla famiglia.

Al temine dell’esperimento, i risultati sono stati sorprendenti: rispetto al mese di agosto dell’anno precedente, la settimana breve ha portato a un aumento della produttività – misurata attraverso le vendite per dipendente – del 39,9% , oltre che a una soddisfazione della quasi totalità degli impiegati.

Inoltre, accorciare la settimana lavorativa da cinque a quattro giorni, ha permesso all’azienda di ridurre i costi fissi. Ad esempio, le spese per l’energia sono diminuiti del 23,1%, mentre il consumo di carta per le stampe è sceso del 58,7%.
Contemporaneamente è stato anche registrato uno snellimento nell’organizzazione del lavoro, con una riduzione dei tempi dedicati alle riunioni.

segue su https://www.greenme.it/vivere/lavoro-e-ufficio/microsoft-settimana-lavorativa-breve/

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. giancarlo RODEGHER says:

    Dipende da settore a settore.
    Personalmente penso che in Italia dovremmo aumentare la produttività assolutamente….ma come si fa se il mercato interno è al palo ????
    D’altronde se guardiamo alla produttività che avevamo in Italia subito dopo la guerra notiamo che oggi abbiamo dimezzato tale produttività, ergo vorrà dire qualche cosa o no ?!
    Dobbiamo lavorare di più e soprattutto meglio e lasciare da parte le illusioni di oggi che potranno diventare realtà quando i mondo non sarà più questo che vediamo oggi.
    WSM

  2. caterina says:

    Le ore settimanali di lavoro sono diminuite o rimangono le stesse distribuite su quattro giorni?…un punto di cui non trovo traccia….comunque avere piu’ tempo da dedicare ad altro e’ un bel progresso…

Leave a Comment