L’Associazione frontalieri Ticino: non ci riconosciamo nei politici italiani incapaci

logo-frontalieri-ticinodi CASSANDRA – Sta scritto così, lapidario: “Oggi, 16 febbraio 2016, e’ stata ufficialmente costituita la nostra associazione. Siamo ancora in fase embrionale ma contiamo di diventare operativi in tempi brevi grazie anche all’aiuto di numerosi volontari il cui solo interesse e’ la tutela di una categoria di lavoratori presa di mira da un governo capace solo di tagliare, promettere e non mantenere. Giù le mani dai frontalieri!”

 

L’Associazione frontalieri Ticino parte all’attacco della politica di casa nostra, per rivendicare diritti e ascolto. Ecco cosa leggiamo ancora sul loro sito che è work in progress (http://www.frontalieriticino.it/)

“Le motivazioni dell’associazione sono ben elencate nello statuto,

L’Associazione Frontalieri Ticino è costituita da frontalieri, proprio come te, e proprio come te, il nostro solo interesse e’ quello di tutelare i diritti di una categoria che e’ abituata a sudare ogni centesimo guadagnato.

Il frontaliere ha scelto di lavorare all’estero, ha scelto di sopportare ore e ore di coda, ha scelto di lavorare in una nazione dove i diritti dei lavoratori non sono quelli che ci sono in Italia, ha scelto di lavorare in una nazione dove il proprio valore viene riconosciuto e, ha scelto di spendere i frutti di queste sue decisioni in Italia, dando respiro ad un economia strozzata da un imposizione fiscale da film dell’orrore.

Ho sempre provato invidia per gli americani, per i francesi, per gli svizzeri, per tutti.. perchè ovunque vai, tutti sono patriottici, tranne gli italiani. L’italiano e’ orgoglioso di essere italiano solo quando si tratta di calcio, ma perche??

Semplice, l’italiano non riesce a rispettare le massime cariche dello stato, non riesce a riconoscersi nei rappresentanti del popolo, quelle persone che lui stesso ha votato (oramai non li votiamo nemmeno piu’), e se non riesce a riconoscersi in chi governa la nostra nazione, non si sente italiano.. ne arrestano uno al giorno.. come facciamo a riconoscerci??”.

Uno dei titoli che accompagnano le loro argomentazioni dice tutto: Una nuova voce contro l’avidità degli amministratori incapaci.
Dargli torto, di questi tempi, è impossibile.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment