L’ANTICA CRONACA DI GUGLIELMO TELL CONSULTABILE SU INTERNET

di REDAZIONE

La più antica cronaca della nascita della Confederazione Elvetica, che contiene i primi riferimenti a Guglielmo Tell, è ora a disposizione di tutti.

L’Università di Friburgo ha infatti digitalizzato il «Libro bianco di Sarnen», risalente al 1470 circa, e lo ha inserito nella sua biblioteca dei manoscritti storici «e-codices», consultabile al sito internet www.e-codices.unifr.ch/it. Il «Libro bianco di Sarnen», attribuito al cancelliere («landscriba») Hans Schriber, è il resoconto più antico della storia della fondazione della Confederazione: il manoscritto – rilegato in una preziosa pergamena bianca che dà il nome al volume – è conservato presso l’Archivio cantonale di Obvaldo. Il libro serviva agli scrivani della cancelleria di Obvaldo e raccoglieva tutti gli atti ufficiali, dunque anche i trattati di alleanza fra i cantoni dell’antica Confederazione. L’opera contiene anche una cronaca che ripercorre le tappe dell’unione politica dei territori fra le Alpi e il Reno.

Fra le vicende evocate, vi sono quelle di Guglielmo Tell, del patto del Grutli, che nel 1291 segnò l’alleanza fra i cantoni di Uri, Svitto e Untervaldo, e della distruzione della fortezza del Landenberg a Sarnen, come pure la cacciata dei balivi asburgici all’epoca della fondazione della Confederazione.

Grazie al progetto e-codices dell’Università di Friburgo, il manoscritto è ora accessibile a tutti: le riproduzioni digitali integrali dei codici sono corredate di descrizioni scientifiche curate dalla professoressa Regula Schmid Keeling.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

Leave a Comment