Lancini, noi “infedeli” non vogliamo la moschea

di REDAZIONEoscar-lancini

«Partecipare alla manifestazione che si terrà in piazza Vittorio Emanuele a Orzinuovi non è semplicemente la cosa giusta da fare, è un vero e proprio dovere per tutti». Questa la posizione di Oscar Lancini in merito alla moschea abusiva allestita da un mese in via Francesca a Orzinuovi.

«Fin dall’inizio di questa vicenda mi sono schierato completamente contro la moschea – ha sottolineato – perché non possono essere pochi chilometri di distanza a farci sentire al sicuro. Ciò che sta accadendo riguarda tutti noi, dobbiamo scendere in piazza per difendere il nostro territorio, i nostri figli, la nostra casa, ma innanzitutto la nostra dignità».

«Soprattutto dopo la manifestazione islamica che si è tenuta nella stessa piazza Vittorio Emanuele a Orzinuovi domenica scorsa – ha continuato Lancini – è necessario ribadire che un Islam moderato non esiste! È inutile che i musulmani di Orzinuovi sbandierino cartelli scritti in italiano inneggianti alla pace quando poi nei commenti su Facebook gli stessi islamici pubblicano minacce di morte».

«È improprio distinguere l’Islam dall’ISIS – sostiene – perché esiste un Islam e basta! Ne è un esempio l’imam londinese Anjem Choudary, che ha giustificato l’attacco terroristico alla redazione del giornale Charlie Hebdo definendolo come una conseguenza logica e naturale di quanto prescritto dal Corano».

«Se disgraziatamente – ha concluso l’ex primo cittadino – una nuova moschea sorgerà a Orzinuovi, la nostra cultura dovrà dire “addio” a un altro brandello di se stessa. Perderemo un’altra battaglia e l’Islam farà un altro passo avanti nella guerra che ha intrapreso contro l’Occidente “infedele”».

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment