L’Alta corte spagnola boccia “parzialmente” il referendum catalano

di SALVATORE ANTONACI

Probabilmente, era la sentenza più scontata, visto che arriva da un organo dello Stato spagnolo. La corte costituzionale spagnola ha dichiarato illegittima la dichiarazione di sovranità approvata dal Parlamento catalano il 23 gennaio del 2013, in particolare il primo paragrafo in cui si proclama il popolo catalano come “soggetto politico e giuridico sovrano”. La decisione è stata adottata all’unanimità dai membri della Corte costituzionale nel primo giorno del dibattito in seduta plenaria.

Secondo fonti giuridiche citate dai media, l’Alta Corte lascia la porta aperta a una riforma costituzionale che consenta l’esercizio del ‘diritto a decidere’, dal momento che considera il resto della dichiarazione, incluso il riferimento alla celebrazione di un referendum sul futuro politico in Catalogna, conforme alla legge.

Per cui ammette solo parzialmente il ricorso di costituzionalità, che era stato presentato dal governo di Rajoy. La dichiarazione di sovranità era stata approvata con 85 voti a favore di CiU, Erc, ICV e Cup e 41 contrari di Psc, PP e Ciutadans. Due deputati di Cup si astennero e due del PP erano assenti dalla votazione. La decisione dell’alta Corte lascia senza effetti i ricorsi di ricusazione contro alcuni magistrati dell’alto tribunale, che erano stati presentati oggi da parte del Parlamento catalano. Ora, non resta che attendere la reazione di Barcellona, che aveva già lasciato trapelare – per voce di Mas – la possibilità di una dichiarazione unilaterale d’indipendenza.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

5 Comments

  1. Luigi Bandiera says:

    ECCOMI SERVITO: I TRATTATI INTERNAZIONSLI E MA ANCHE STATALI NON CONTANO UN EMERITO KAX.
    SARANNO CONTENTI I TALIBANI. O NO…

    Ma per chi li scrivono mo sti trattati (leggi) se sono ignorati tout court?

    LE CORTI SERVIVANO E SERVONO SOLO AI POTERI BEN SOLIDI CHE NON SONO I POPOLI.

    PRIMA O POI SI ARRIVERA’ ALLA LAMA CADENTE. NON C’È ALTRA VIA.

    PSM

  2. Roberto says:

    questa è disinformazione…la sentenza in questione non c’entra nulla col referendum per l’indipendenza, che pur essendo incostituzionale verrà fatto ugualmente

    • Marco (*) says:

      Se verrà fatto ugualmente staremo proprio a vedere, finora siamo solo ai proclami, ed il dato di fatto vincolante è che la corte costituzionale spagnola ha bocciato la dichiarazione di sovranità della Catalogna, quindi il referendum è stato bocciato totalmente. I catalani, come i veneti, se vogliono l’indipendenza, devono mettersi per bene in testa che con metodi pacifici non possono averla.

  3. che cosa vi aspettavate? stesso percorso subiranno gli eventuali referendum che avverranno in italia. Il potere costituito è contro alla Libertà: da sempre.

    • Boniver says:

      Certo che lo Stato centrale si oppone (Krimea, Spagna, Italia …) ma per il Diritto ONU di Autodeterminazione dei popoli i Krimeani, Catalani e Veneti PROCEDONO COMUNQUE

Leave a Comment