La tentazione leghista: prendere la Lombardia in cambio di Roma

di REDAZIONE

Il post congresso della Lega dà ora spazio alla individuazione della strategia politiche che il neo segretario Roberto Maroni metterà in atto sul fronte nazionale e territoriale. L’ipotesi che cattura di più è quella di un accordo di desistenza con quello che sarà il partito egemone del centrodestra domani, cioè un appoggio di voti per le elezioni politiche senza la presentazione di candidati leghisti in cambio della guida della Regione Lombardia. Una sorta di modello accelerato di Csu bavarese (espressamente richiamato da Varese) rispetto alla Cdu tedesca, ma questo prevederebbe che il Pdl, o quel che sarà, non si presentasse in Lombardia. Un po’ difficile da immagine ora.

Per leggere l’articolo del Corriere della Sera clicca sotto:

La Lombardia in cambio di Roma

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

3 Comments

  1. acisios says:

    Notizia vecchia:

    28/6/12
    Carlo Tarallo per Dagospia.com

    Silvio ci pensa, eccome se ci pensa. Anzi, lo dice pure in giro! L’idea per recuperare l’alleanza con la Lega frulla in testa a Berlusconi da qualche giorno sotto forma di candidatura di Bobo Maroni a Presidente della Regione Lombardia. “Sarebbe un modo – spiffera un testimone auricolare – per tenere Bobo lontano da Roma e vicino alla sua portavoce Isabella Votino dopo l’incarico al Milan”.

    La solita boutade del Patonza? Macchè: l’ex Premier ne parla, chiede opinioni, ed avrebbe pronta la mossa per non rinunciare ai voti dei tantissimi “terroni” residenti in Lombardia. Il vicebobo designato, infatti, sarebbe Gianfry Rotondi, ex Ministro Dc, avellinese di nascita e lombardo di adozione: candidato nel 2000 nel listino di Formigoni al Pirellone e eletto in Parlamento sempre in Lombardia..

  2. GIORGIO says:

    MA NON FATE RIDERE I POLLI?

  3. lidia alfonsi says:

    Strategie politiche nalla Lega???? Ma non eistono, tutto era legato al carisma e alla capacità di improvvisazione del vecchio!!!! Quello come una spugna assorbiva qua e là i vari stimoli e giocava d’istinto la partita…che cosa vi aspettate ora? Solo fuffa, solo parole, il Gordo Salvini chicchiera e Formigoni se la ride, pensando che più abbaiano più lui farà ottimi affari!!! Sono solo chicchiera, chicchiera e distintivo….chicchiera e patacca veramente

Leave a Comment