La sinistra veneta indipendentista: la beffa di quel referendum a pagamento

sancavenetadi MATTEO VISONA’ DALLA POZZA*- A distanza di tempo non riesco ancora a sopportare questa assurda fantozziana beffa, un referendum a pagamento è una delle più bieche e vergognose pagine che la regione Veneto sia stata in grado di scrivere in tema di democrazia.

Sia ben chiaro, non c’è l’ho con chi ha costruito la proposta referendaria, spendendo soldi, tempo e impegno, finanche accettare e impegnarsi a promuovere la raccolta dei fondi. A loro va tutta la mia stima e il mio appoggio, per quel che può valere.

La mia reprimenda non è nemmeno rivolta ai consiglieri regionali della scorsa giunta (che poi in buona parte son ancora al loro posto), il mio indice punta tutti quelli che si sono sentiti in qualsivoglia modo tutelati in questa lotta da partiti e uomini che già da molto tempo avevano dimostrato di non avere le intenzioni – e nemmeno le abilità probabilmente – di attuare politiche adatte al raggiungimento dello scopo.
Invece non basta il fatto che nessuno sforzo di promozione a sostegno del referendum sia stato fatto dai partiti e i consiglieri che l’hanno votato. Nemmeno serve che diano la colpa ai veneti, che non hanno pagato per votare.Doveva bastare constatare la totale mancanza di tutela della cultura veneta, l’inconsistenza delle politiche Federaliste o Autonomiste – non basta svegliarsi un mattino e gridare secessione.

Basterebbe poco per smettere di credere che loro possano essere dei compagni di lotta, ma se vi accontentate di niente, non basterà mai.

P.S. Serve anche aggiungere che pessime politiche raggiungono solo pessimi risultati 😉

 

(TRATTO DA www.sancaveneta.org)

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Giancarlo says:

    Parole Sante caro Matteo Visonà Pozza !!!
    Ma era chiaro sin dall’inizio che facendo una cosa del genere era solo ed esclusivamente per sabotarlo il referendum. Non si è mai visto che un referendum sia stato pagato direttamente dai cittadini, se non indirettamente con le proprie tasse….
    Era sufficiente proporlo in concomitanza di altre votazioni…..o no ‘?!
    Dunque niente di nuovo sotto ill sole.
    Ma come ho letto e ripeto anch’io, dopo CAPORETTO…..vi fu la riscossa e la vittoria.
    Cosi’ sarà anche per l’indipendenza del Veneto…. abbiamo fiducia e conforto da molti segnali sia in Veneto che in Europa, che sarà la via internazionale a spianare la libertà dei Veneti e giammai quella italiana che rimane arroccata sull……le sabbie mobili del suo debito pubblico.
    Noi Veneti siamo in credito verso roma di ca. 20 miliardi ogni anno……dunque ?!
    I Lombardi quasi il doppio…..ma Voi Lombardi non avete alcuna carta, fatto storico, testimonianze e molto ancora che noi Veneti invece abbiamo per pretendere la Vostra libertà da questa italia nata male e che finirà peggio.
    WSM

Leave a Comment