La sinistra ha perso gli operai, ha perso i lavoratori, ha annullato i pensionati. Ma difende le banche.

impotenza operaia

di STEFANIA PIAZZO – Ma la libertà non dicono che sia di casa più a sinistra che in altre bussole? Certo, se per libertà s’intendono soldi, fama, celebrità, ribalta mediatica, potere – istituzionale e bancario – a sinistra essere liberi deve
essere più facile che da altre parti.  Il potere operaio sta fresco, al suo posto la “fu classe popolare” che non conta niente è l’alibi buonista del potere dei pochi che decidono su tutto. In nome dei poveri, si capisce. È stato così anche per la scalata a Unipol. Lo hanno fatto per le famiglie italiane. Lo hanno fatto per dare ai ricchi e non per rubare ai poveri, affinché i ricchi provvedessero a pen-sare al futuro dei poveri.
È così vero che persino i no-global non hanno digrignato i denti. E che dire della libertà d’opinione, di manifestare il proprio dissenso anche attraverso la satira…
Ci meravigliamo che l’Islam mostri il suo volto feroce perché un giornale francese pubblica le vignette anti-maometto… ma ci dimentichiamo che la sinistra libera, in anticipo sui tempi, fece sbianchettare la presenza di Forattini sui giornali amici del potere operaio. Spedendolo in tribunale.
L’intolleranza nasce dalle stesse radici: quelle dell’ideologia che vuole governare, dominare l’uomo e controllarne il destino. Per il bene dei poveri, magari, che non saprebbero autogovernare gli eventi. Bastano pochi a decidere. Pochi a
scrivere, sempre le stesse cose.
Azz.. che sforzo di democrazia. La sinistra ha avuto la lingua lunga solo per sparare sulla legittima difesa della proprietà privata, e per dimenticare in fretta che ai poveri… poliziotti, lo Stato aveva cancellato con una Finanziaria l’indennità di mis-sione nelle scorte e nelle investigazioni e persino il rimborso delle spese non coperte dalla sanità nazionale per curare le ferite riportate in servizio, per tutelare tutti, ricchi e poveri.

Già, ma tanto che gliene fregava alla sinistra di sostenere i lavoratori che non sono celebri e liberi di essere ricchi? I poveri cristi non sono di moda, è più trendy fare il no-global che manifesta per le ingiustizie del mondo, per l’alta finanza – quella degli altri – per le multinazionali degli affari – degli altri, per spaccare le vetrate delle banche – degli altri. E le auto – meglio se grosse – degli altri.
Al popolo della fu sinistra non resta che un senso di frustrata impotenza davanti all’evoluzione della specie comunista. Dov’è la sinistra? Quali riforme vorrà mai portare se dovesse rigovernare? Per 50 anni non si era vista aumentare una pensione, per mezzo secolo non una lira in più per i figli nati o le case da costruire. Persino la scala mobile hanno svenduto, imponendo contratti nazionali unici per tutti, improponibili come tutti sanno e come molti ancora negano per fede all’ideologia.
Ma c’è un dramma che però percorre il Paese, da sinistra a destra: l’inesistenza di una classe politica capace di aprire le porte all’innovazione, alla competitività dei cervelli. Le fabbriche chiudono, non
s’inventa più nulla di nuovo… La de-voluzione, che è responsabilità e tra-sparenza di spesa, spaventa… Mi sa tanto che voterò chi mi indicherà la prima uscita di sicurezza. Non ci resta che la libertà di fuga.

Print Friendly

Recent Posts

5 Comments

  1. Ric says:

    A volte i fuori tema allargano il campo alla riflessione sul tema .
    Oggi sinistra è M5S che come al solito , l’inizio delle avventure ideali e giovaniloidi , appaiono tanto belle e tanto pure ma…… “ voglia di lavorare ti prego saltami addosso “ !
    La sinistra è finita perché non ci son più operai ; la sinistra sono gli operai , il corpo vivo , l’anima , il senso. Oggi la sinistra è la elité degli imbroglioni che si sta pappando la rendita della classe operaia fallita .
    Tutti i furbastri a qualsivoglia titolo hanno poi messo il loro cappello strumentalizzandone il potenziale : intellettuali , politici , sindacalisti , media , persino preti .
    L’ultima forma umana di un certo rilievo ed in fondo l’ultimo baluardo nobilitante per la figura di uomo ancora connesso ad un senso compiuto di esistenza è perciò paradossalmente , seppur sfruttato , rappresentante di una dignità evidente , creativa , perciò libera.
    Operaio era il senso centrale del realizzo fisico , del sentire per materia , ove l’astrazione concettuale che realizzava il sostanziale chiedendo il cerchio e dando significato e ragione al vivere .
    Nobiltà quindi , fierezza e centralitá, fatica e sudore come stimmate ; è sparito perché?
    Si è insinuata la “filosofia “ furba del disprezzo alla fatica , trionfato il vivere facile del parassita , il fuco mafioso retrivo dell’imprimatur del puzzone invasato e pasciuto maiale dall’unghia allungata del mignolo , del totem del macho cazzuto che strapazza femmina, operositá e laboriosità.
    La benedizione arriva da un altro contraltare , la sacrestia smarrita , misogina , altro coacervo pedo del dolce far niente , moraleggiante a sbafo , antica necrofila dell’inquisizione , moderna fucina di schizoide insensibilità; non sento Dio che mi parla , non sento vocazione , non sento niente di niente . Per forza , siete fermi con le bocche sempre aperte e le pance troppo piene ! e giú blateranti di futuro di figliolanze elitarie che giammai sottoposte all’onta del pleonastico lavoro . Futuro , futuro , e nell’immediato a cazzeggiare di modernitá.
    Fasullo contro Lavoro , cosa ha prevalso ? Il fasullo lavoro , la diseconomia che fotte i tanti disperati , fino alla prematura morte e anela alla elitaria esistenza del fuco . Altro che sinistra protettrice dei deboli ! Coglioni tesserati .
    Così anche l’imprenditore ha deviato è divenuto altra cosa , si ibastardisce con la finanza , divenendo una massa di diseconomia ove indefiniscono tra lavoro e parassitismo . Mutazione come il virus dell’HIV , mutazione come il sasso che rotola di continuo e non vi cresce mai erba , mutazione della parola data , incertezza continua e certezza alternata , terremoto nelle fondamenta , distruzione come destino . Seminate abitudini mentali malate , mietuto destino fottuto . CVD.
    In tale situazione la foto del reale si presenta anche fin troppo bella , ma molto , molto più compromessa nel suo profondo di quanto appaia , e ciò è gravissimo .
    La modernitá che porta l’uomo a cavallo dell’asino ( ossimoro rivelatore ) in uno scenario irrespirabile e compromesso non è esattamente il segno del futuro strombazzato . Fortunatamente se , come dice la scienza e la vera fede , siamo in un universo interconnesso , è il caso di rimboccarci le maniche ed impugnare picconi pale badili vanghe , e magari subito anche forconi , prima che sia troppo tardi . Basta la droga della democrazia ! LIBERTARIO è l’ impegno di salute e longevitá ma , piaccia o no , è tempo di dosi massicce di antibiotici , non quelli troppo moderni ma di PENNICILLINA tanto per intenderci , ciò un populismo di destra che aiuti nel ripristino di visione che il disequilibrio ha indotto l’allocco di sinistra in caduta irreparabile trascinando giocoforza incolpevoli e bistrattate virtú ; come la storia insegna è iniziato il tempo delle conseguenze.

  2. giancarlo says:

    Mi dispiace scrivere certe cose, ma dico semplicemente la verità.
    Chi continua a votare il PD o è un idiota oppure ha qualche vantaggio economico a farlo.
    Infatti dopo i non risultati di Renzi vorrei capire le motivazioni che spingono ancora qualcuno a votare questo partito comunista che pensa sempre più alle proprie beghe interne che al bene del paese.
    Ma quando mai il PD o PCI o tutti gli altri nomi che ha cambiato ha mai prodotto posti di lavoro, abbassato le tasse ttc..etc… ha sempre fatto gli interessi degli amici degli amici, MPS né è un esempio scandaloso !!!!
    Adesso fingono divisioni, vendette e quant’altro per poi ritrovarsi in parlamento a fare i soliti giochetti.
    Non importa cosa succederà, ma se il M5S andasse al governo forse qualcosa cambierebbe in questo paese e certi partiti la finirebbero di credere che alla fine gli italioti continueranno a votarli.
    Non se ne può più di dover assistere continuamente a commedie politiche che poi finiscono sempre allas tessa maniera…..cambiare molto per non cambiare nulla….il DEFAULT ci aspetta !!!!
    WSM

    • Castagno 12 says:

      IL PD / PCI HA ESIBITO, PIU’ O MENO, LE STESSE DEVASTANTI PERFORMANCES DEL CENTRO DESTRA / FORZA ITALIA.
      LO DICONO I FATTI.
      I vari governi che abbiamo avuto – anche quelli tecnici di Mario Monti e di Enrico Letta – hanno percorso la sressa strada di chi li aveva preceduti.
      Nessun cambiamento sostanziale. Per forza. TUTTI HANNO SEMPRE SEGUITO I DETTAMI DEL GOVERNO MONDIALE. COMANDA SEMPRE QUELLO.
      Ogni nuova edizione del Governo HA ALZATO IL TIRO “GRAZIE” ALLA SOPPORTABILITA’ MANIFESTATA DAL POPOLO BUE CON L’ATTEGGIAMENTO DELLA PECORA.
      Aumento delle tasse e del Debito Pubblico, incremento dell’invasione, dei fallimenti delle imprese e delle cessioni agli stranieri, dei suicidi, il peggioramento dell’ordine pubblico e delle patologie (vedi Scie Chimiche – aerosol tossici), E VIA COSI’.
      E dannoso ed inutile CERCARE INESISTENTI DIFFERENZE fra i politici, individui che raggiungono SISTEMATICAMENTE LO STESSO SCOPO: ARRECARE DANNO AL POPOLO TENENDO SOTTOMESSI CITTADINI INQUALIFICABILI PER INDOLENZA E SOPPORTAZIONE.
      NON FANNO NULLA DI CONCRETO PER DIFENDERSI.

  3. Castagno 12 says:

    Le Banche costituiscono il BRACCIO OPERATIVO del Governo Mondiale.
    Vedi Bankitalia PRIVATA (con azionisti italiani e stranieri) e le altre Banche italiane a seguire, come pure la BCE (con le Banche europee) e la FEDERAL RESERVE:
    ANCHE la SINISTRA, IN LINEA CON IL GOVERNO MONDIALE, INEVITABILMENTE “difende le Banche”.
    E gli Indipendentisti, AL PARI DEGLI ITALIANI DOC, utilizzando la carta di credito sostengono il “Barnum” bancario.
    Fino a quando LE BANCHE CENTRALI RESTERANNO IN MANO AD AZIONISTI PRIVATI, LA FINE DELLA CRISI VE LA POTETE SCORDARE.
    Il binomio GOVERNO MONDIALE / BANCHE PRIVATE, ignorando le esigenze e la volontà popolare, guida la nostra demenziale danza verso l’inferno, mentre I GRULLI ASPETTANO FIDUCIOSI IL PROSSIMO TURNO ELETTORALE E L’INDIPENDENZA.
    CHE PENA E CHE TRISTEZZA !

  4. luigi bandiera says:

    VERISSIMO!
    VERISSIMO!
    VERISSIMO!
    VERISSIMOoooo…!
    All’infinito…

    Oh, mi posso sbagliare ne’..?

    Sta scritto: dai FATTI li riconoscerete…
    Amen

Leave a Comment