La scomparsa di Mariella Pintus, esponente del piemontesismo

di REDAZIONE

È morta a Torino Mariella Pintus, storica e studiosa dei movimenti autonomisti e di cultura identitaria, esponente del miglior piemontesismo.

I funerali avranno luogo sabato, 19 gennaio alle ore 9,30, presso la chiesa della Pentecoste, in via Filadelfia 237/11, a Torino.

La redazione de L’Indipendenza esprime tutto il suo dolore e la sua vicinanza ai famigliari di Mariella

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

9 Comments

  1. cristina nicosia says:

    Avendolo saputo di recente, esprimo solo ora tutto il mio cordoglio per la precoce scomparsa di tua madre che ricordo con simpatia e stima per la passione con cui faceva tutto ciò che amava, dal prendersi cura della famiglia al travolgente interesse per la cultura piemontese e per la cultura in generale.
    Come dice giustamente Alessandro qui sopra, una grande donna.

    Cristina Nicosia

  2. Un grazie a tutti per la sentita partecipazione…
    CARLO
    figlio di Mariella

  3. cristina via tepice says:

    non la dimenticheremo mai per la sua gentilezza e intelligenza

  4. silvia garbelli says:

    Un grazie a una grande, instancabile e generosa indipendentista che ha sempre amato il suo Piemonte valorizzandone cultura e tradizioni, ma coltivandoli con ottimisti ideali di libertà sinceri e puri .

  5. giancarlo pagliarini says:

    Ciao Mariella

  6. il brambi says:

    Un saluto ai familiari di Mariella, che lasceà sicuramente un enorme vuoto nella loro vita essendo Lei piena di energia, sempre attiva, con idee sempre nuove e piena di voglia di vivere.
    Posso dire di aver ballato per la prima volta nella mia vita con lei che mi guidava essendo io una specie di orso impacciato.
    Ciao Mariella, ciao a tutti quelli che lasci, che possano superare la tua assenza.

  7. dario catti says:

    Un saluto a Mariella, che è andata al di là del velo, verso la conoscenza ed un grazie ad una vera e sana autonomista.
    Buon viaggio
    Dario Catti

  8. Alessandro says:

    Un grande esempio di impegno per la cultura e l’identità di un popolo.

    Una grande donna come poche.

Leave a Comment