La Ragioneria dello Stato: Lombardia, Veneto, Emilia Romagna mantengono tutta Italia

 

lombardia tasse

di ANGELO VALENTINO – Tre Regioni del nord tengono in piedi un Paese intero. Lo dicono i dati della Ragioneria dello Stato sulla distribuzione geografica delle risorse del settore pubblico.

Le cifre permettono di osservare lo Stato nel suo atteggiarsi dinanzi ai vari territori e quello che emerge è un quadro desolante, ma a ben guardare piuttosto edulcorato. Benché tutti abbiano riportato in modo acritico i dati della Ragioneria e abbiano evidenziato quanto sia bassa la spesa pubblica in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna (in relazione ad altre aree), il trattamento subito da queste tre regioni è molto più vergognoso di quanto quelle stesse cifre non dicano.

Esaminare la spesa senza informare sui prelievi, come la Ragioneria ha fatto, significa in effetti raccontare solo una mezza verità. È un’omissione grave, che emerge con chiarezza anche dal modo in cui tutti i media hanno presentato la notizia.

In cima alla classifica si collocano tre minuscole realtà dell’estremo Nord (Trentino, Tirolo meridionale e Valle d’Aosta), mentre le quattro maggiori regioni settentrionali (Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Piemonte) sono certo in fondo alla classifica.

Negli anni scorsi questa rappresentazione era facilmente riconoscibile in alcuni studi di Gian Angelo Bellati dell’Unioncamere del Veneto, ma in seguito a risultati assai simili è arrivato anche il sociologo Luca Ricolfi in un volume di successo significativamente intitolato Il sacco del Nord. Sul sito «Noise from Amerika» ha più volte trattato questo tema pure Lodovico Pizzati, che a proposito dei dati del 2007 rilevava, ad esempio, come ogni veneto perdesse 3.900 euro e ogni lombardo addirittura 6.000.In sostanza in questi anni è successo che di media un lombardo abbia dato allo Stato tra 5 e 6mila euro all’anno più di quanto non abbia ricevuto in servizi nazionali e locali. Il che significa che una famiglia lombarda standard composta da quattro persone ha perso più di 20mila euro ogni anno in opere di solidarietà a favore della spesa pubblica concentrata nel Sud. In un decennio si è vista sottrarre l’equivalente di un appartamento di proprietà.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Luca says:

    I dati ufficiali del ministero dell’economia sul residuo fiscale si trovano qui (tabella dati in alto a destra ) : http://appsdps.dps.gov.it/CPTeXplorer/index.html

Leave a Comment