La prima guerra civile mondiale

nizza6

di SERGIO BIANCHINI – I detrattori delle nazioni vivono con insofferenza le barriere che ogni nazione ha storicamente costruito tra sè e il mondo a difesa sia della sicurezza che degli equilibri culturale ed organizzativi interni.  Non sembrano rendersi conto dei disastri che il mondialismo selvaggio sta producendo.

Il fatto che il mondo si stia rimpicciolendo e tutti i commerci e le comunicazioni siano crescenti e velocizzate non ha eliminato i territori e lo sviluppo ineguale e asincrono delle varie aree e culture del mondo.

Le forzature ideologiche , politiche, mediatiche e militari dell’uniformità mondialista e l’attacco costante alla stabilità territoriale tradizionale basata sui poteri nazionali, stanno generando sotto i nostri occhi fenomeni mostruosi, odi planetari, stragi incredibili.

L’occidente, con gli USA in testa, compie un doppio errore: da un lato è troppo invadente nei paesi non occidentali e dall’altro è troppo permissivo nei propri territori.

L’invadenza nel resto del mondo produce rigetto, tensioni, rancori, violenze ed anche migrazioni.

La faciloneria a casa nostra, la concessione ultrafacile dell’asilo e della cittadinanza, il sostegno economico a milioni di persone con cultura profondamente diversa da quella occidentale stanno producendo non la felice e radiosa integrazione e omogeneizzazione del mondo ma l’instabilità , l’ipocrisia e l’odio mondiale.

Anche la forzatura nel diritto di famiglia che avanza implacabile dall’alto a colpi di sentenza e di dirittismo individuale sconvolge il comune sentire dell’occidente stesso e scava un fossato profondo a livello mondiale. Mette l’occidente in totale paralisi di fronte ad un mondo in cui la famiglia ed i figli sono ancora il baricentro nevralgico delle comunità.

A cosa valgono le osservazioni di Messori  circa il fatto che la forza corrosiva dell’occidente, già sperimentata sul cristianesimo, agirà anche sui mussulmani in Europa? Possono si consolare coloro che sentono il pericolo di una coabitazione di culture troppo diverse ma non chiariscono niente sulla questione di fondo.

Il rapporto uomo donna  vedeva da noi una  totale e tranquilla convergenza sull’ideale dell’amore reciproco e della collaborazione egualitaria tra coniugi come basi  moderne della famiglia tradizionale .

Questa visione è stata violentemente demolita dalla dilatazione del concetto stesso di amore e dalla conseguente dilatazione del concetto  di famiglia. Una dilatazione senza precedenti che destabilizza completamente le basi profonde sia della psiche individuale che dell’organizzazione cellulare della società.

Le conseguenze di questa furbesca  espansione giuridica e lessicale fatta senza valutare l’enorme impatto psicologico e organizzativo stanno producendo ondate crescenti di ansia e di turbolenza sia in occidente che nel mondo.

 I teorici fanatici del dirittismo individuale  procedono  implacabili ed inconsapevoli. La Boldrini, beata e ispirata incosciente, ha invitato tutti gli uomini a “diventare femministi”. I gestori della creazione a tavolino dell’uomo nuovo dicono che i drammi succedono perché l’educazione non funziona ancora bene.

Bisogna quindi , secondo loro,creare coi media e con le scuole l’uomo nuovo, lavando e stirando tutti i cervelli  refrattari dell’umanità.

Ma  il mondo dice altre cose.

Print Friendly

Articoli Recenti

3 Commenti

  1. Fil de fer says:

    La globalizzazione porterà con sé molta VIOLENZA.
    E’ una utopia credere di poter vivere in un mondo libero senza alcun barriera di alcun genere.
    Tutti lo vorremmo, ma purtroppo è inattuabile. Basta guardare l’Europa per capire di cosa stiamo parlando.
    Coloro che si ergono a classe dirigente politica o non sono dei poveri illusi.
    Volersi sostituire a Dio è cosa impossibile.
    Dio ci ha dispersi e Dio ci riunirà. L’uomo, i famosi illuminati o quelli del Bildenberg Group più che illuminati sono dei fulminati e Dio li conosce uno ad uno e saprà Lui come ripagarli delle loro idee strampalate.

    • luigi bandiera says:

      La TORRE DI BABELE dovrebbe insegnare.
      Il passato dovrebbe insegnare.
      Niet, spuntano i giacobini un bel di di fumo di Londra, e via a tagliare teste all’avversario.
      Poi loro a gridare che hanno oppositori barbari e razzisti e tutto e di piu’, per dirla alla rai maniera.
      La natura ha messo il nero la’; il rosso di la’; il giallo a destra; il marrone a sinistra; il bianco su e il bianchino giu’. Per non parlare delle lingue.
      Ci sara’ stato un motivo..?
      Eppoi le lingue con gli usi e i costumi…
      Se tra europei e pellirosse ci fu scontro mortale, come sara’ tra europei cristiani (ma adesso ce ne sono pochi che credono, il komunismo si e’ infiltrato) e maomettani..?
      SARA’ SCONTRO, e ma non si VEDE..?
      ……..
      Si, sono tutti depressi e o malati di testa ma di ka…
      E le nostre (si fa per dire nostre) donne come sono attratte dai foresti..!
      Fa figo avere certi colori di pelle..?
      Pare di si e le “nostre” femmine si eccitano tanto che se li vorrebbero cuccare tutti..!! UNO DOPO L’ALTRO, e loro sbarcano per incontentarle ..!!
      E i soliti a dichiarare o meglio starnazzare che gli sbarchi non c’entrano: sono deficienti mentali per caso..?
      .
      “””Non si legge che i maomettani stanno occupando l’occidente..??”””
      .
      Vi volete svegliare si o no..?!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      .
      Va attivato il tribunale a Norimberga per condannare i criminali di pace.
      SALAM

  2. luigi bandiera says:

    Vero. Anzi. Verissimo.
    Un tempo le mura erano all’ordine del giorno (leggere la storia del passato) e oggi, piu’ civilizzati, forse, avevamo messo i confini: limite invalicabile se non col passaporto.
    Avevamo perche’ adesso non i cannoni ma i politicanti tolsero eo tolto il limite invalicabile: cadute le mura di Gerico, avanti tutti: aho, se magna a gratisse…
    Il disastro si vede, si palpa e si subisce, in negativo.
    Tutto voluto dai sinistri o meglio DISASTRI.
    E continuano a sfornare partiti del tipo:
    partito dei POPULISTI.
    Loro e solo loro, intendo i disastri, hanno il vero ed unico partito DEMOKRATIKO.
    Infatti, PD sta per..?
    No. Non ditelo.
    Loro, i biancorossoneri, demokratici..? (Beh, se volete potete chiamarli KATTOKOMUNISTISLAMICI: bianchi rossi e neri.
    Tutti gli altri sono nella faccia della medaglia BRUTTA e CATTIVA tranne quelli che deguellano specie i cristiani.
    Ma, chiedo: non e’ che per caso sono nel fascio di tutti quei partiti nati in questi ultimi 20 anni che ho elencato in un altro mio commento..?
    Certo e’ che sto fascio ci perseguita, vero o falso..??
    E anche oggi giu’ morti: con giustificazione.
    Proprio come al tempo della scuola.
    Potevi fare di tutto o quasi se avevi la giustificazione dei genitori.
    I genitori di oggi chi sono se non i politikanti del partito o partiti del DISASTRO o mondo sinistro..?
    Preghiamo…
    Salam

Lascia un Commento