La polenta veneta è indigesta a Renzi

renzi1Il Rompiballe – Dopo i cannoli amari in terra sicula arrivano le polente e le soppresse indigeste.  Non è un bel momento per il bulletto. L’ex premier è impegnato da settimane a girare in treno la penisola in cerca di quelle legittimazioni che ormai nessuno, neanche all’interno del suo stesso partito, sembra voglia più accreditargli. Il Matteo dem cerca così di dimenticare il flop siciliano rifugiandosi in terre più accoglienti, o almeno così sperava. Peccato per lui che il tour veneto, che lo ha visto impegnato in questi giorni in numerose province venete tra le quali Belluno, Venezia e Treviso (la settimana prossima toccherà a Verona e Vicenza), gli abbia riservato gran poche soddisfazioni. Zero bagni di folla, ma tanti fischi e contestazioni, se non addirittura in diversi casi, insulti e aggressioni. Le banche venete sullo sfondo, la disperazione e la rabbia degli investitori truffati. E per fortuna che il segretario dem ha avuto l’accortezza di non farsi accompagnare dalla fida Maria Elena Boschi.

Non sappiamo cosa sarebbe successo (torna in mente il titolo di Feltri). Appare così un Renzi sempre più isolato e  “malconcio”, tanto da viaggiare sul Freccia Bianca per conto suo, mentre tutti gli altri, parlamentari, volontari, politici, amministratori, giornalisti, sono in scompartimenti separati. Da Treviso a Mestre, da Mestre a Padova, da Padova a Rovigo, nessuno ad accoglierlo trionfalmente come avvenne pochi anni fa durante la campagna elettorale per le Europee che segnò l’apice della sua carriera politica. I tempi cambiano in fretta. Non rimane al nostro Matteo che rifugiarsi in qualche buona osteria. Sperando che grappe e soppresse del veneto non gli siano indigeste. I cannoli siciliani sono ancora da digerire.

Il neo segretario del Pd, Matteo Renzi, raggiunge a piedi la Stazione Termini per andare a prendere il treno che lo porterà a Firenze al termine della prima riunione di presidenza del Partito Democratico, Roma, 11 dicembre 2013. ANSA/ANGELO CARCONI

renzi4renzi5

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. giancarlo says:

    Mi ero ricreduto molto in fretta, ma in un primo tempo il Renzi mi pareva l’uomo giusto per cambiare questo paese disgraziato più per la sua classe politica che per gli italiani.
    Addirittura ho tifato per lui quando rottamava i veci del pd e sembrava talmente sicuro di sé che mi aveva quasi convinto della sua bravura e capacità ( tutta da provare però) nel prendere di petto i problemi del paese…………….
    Il Renzi si è dimostrato invece, alla pari del Berlusconi, il solito politico italiota. Pur di rimanere al comando si fa di tutto e si accontenta tutti. Aveva detto che se il referendum non passava avrebbe lasciato la politica.
    Ricordate ? Ve lo ricordate??? Idem la Boschi…..invece ce li ritroviamo ancora lì a fare più i loro interessi e quelli del partito che quelli degli italiani tutti.
    Un uomo così, adesso, non lo riconosco più e lo considero solo un arrivista sfegatato che pensa solo ad avere potere e visibilità e basta.
    Alle prossime elezioni i signori che votano sempre il PD ci pensino prima molto bene perché questo partito ha tenuto in scacco questo paese per troppo tempo e piaccia o non piaccia sarebbe bene che stesse per un po’ in castigo a meditare sui loro gravi errori commessi per non parlare delle imposizioni ideologiche fatte pesare sugli italiani lavandosi le mani quando hanno capito che non c’erano soluzioni degne per accogliere centinaia di migliaia di disgraziati a cui non siamo in grado di garantire poco o nulla per il loro futuro. Siamo ancora in balia di PAVIDI DANNOSI (pd) i quali sono diventati loro stessi pericolosi per la democrazia in italia. Senza programmazioni, studi ma soprattutto eliminando tutti gli sprechi e le inadeguatezze del famoso…..sistema italia non si andrà avanti di un millimetro. Inutile gioire o farsi belli per un PIL che sembra andare bene al momento…..voglio vedere per i prossimi anni. Inutile dire che le emergenze piacciono molto ai politici PD, come a molti altri naturalmente, ma vediamo come sono bravi ad aiutare i terremotati. Anche da qui si capisce benissimo la loro incapacità, ma sono bravissimi a parlare.
    AH la loro eloquenza, i voli pindarici, la falsa passione che dimostrano nel prendere per il culo la gente è straordinaria …. via con i Pumann ( Prodi) o il Renzi con il treno…ma dove pensano di andare e soprattutto cosa pensano che gli italiani siano degli stupidi ….a non capire che sono alla canna del gas e speriamo ci rimangano per tanti anni ….per il bene del paese…… !!!?
    WSM

Leave a Comment