Sondaggi camuffati: per il nuovo Papa, Ambrosoli 41 voti e Maroni 39

di ANONIMO PADANO

Le elezioni regionali in Lombardia hanno un peso che supera i confini regionali e coinvolge l’intero scacchiere politico italiano. In palio, nella tornata elettorale di domenica e lunedi’, non c’e’ soltanto la presidenza e il governo della Regione piu’ produttiva d’Italia. Il risultato del voto in Lombardia avra’ ripercussioni anche sul prossimo governo nazionale: e’ la conseguenza del premio di maggioranza che al Senato scatta su base regionale e che assegna 26 seggi di Palazzo Madama alla colazione vincitrice in una regione dove, per effetto dei suoi quasi 10 milioni di abitanti, vengono eletti complessivamente 47 senatori. Gli assetti nell’aula del Senato, insomma, dipendono in larga misura dall’esito del voto lombardo.

La Lombardia rappresenta inoltre un test molto significativo per misurare il peso dell’asse Pdl-Lega Nord nella sua tradizionale roccaforte elettorale. I numeri parlano chiaro: 3 anni fa, alle elezioni regionali del 2010, Roberto Formigoni conquisto’ per la quarta volta consecutiva la presidenza dopo aver ottenuto piu’ del 56% dei voti dei lombardi e aver schiacciato l’avversario Filippo Penati al 33%. Replicare questi numeri rappresenta un’impresa titanica per la coalizione di centrodestra che per la prima volta candida al Pirellone un uomo della Lega Nord. Per centrosinistra, che schiera l’avvocato 40enne Umberto Ambrosoli, la conquista della Lombardia rappresenterebbe la spallata definitiva al centrodestra dopo l’elezione di Giuliano Pisapia a sindaco di Milano.

La posta in gioco, insomma, e’ altissima. Gli ultimi sondaggi disponibili (vecchi ormai di quasi due settimane) prefiguravano un testa a testa Ambrosoli-Maroni e bisognera’ aspettare il tardo pomeriggio di martedi’ per avere un quadro chiaro del futuro politico della Lombardia. E tuttavia in queste ore circolano sulla rete sondaggi camuffati da finte corse clandestine di cavalli o da false previsioni sull’andamento del Conclave: in quest’ultimo caso il camuffamento è evidente e riguarda l’elezione lombarda dove il candidato al soglio pontificio Umberto Ambrosoli viene dato in vantaggio su Roberto Maroni per 41 voti a 39.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

10 Comments

  1. Franco says:

    in lombardia chi vota a sinistra è un bel …….one!

    oppure è un ………one!

  2. umberto says:

    Previsioni tempo……domani alle 15 parte un trenino per Avellino perche a milano piove merda…..

  3. nando says:

    Maroni ma non dovevi vincere facile?..? Ma quanto hai parlato a vanvera?….

  4. lucafly says:

    Maroni un gran PARASSITA…deve sparire con la Lega.
    Ambrosoli un gran PAGLIACCIO in mano alla Sinistra.

  5. Giacomo says:

    la lega italia unita deve sparire

  6. andrea says:

    Padani state messi proprio bene .
    La rassegna stampa di canale 5 è stata fantastica.
    Mi raccomando votate Lega Pdl e il vostro futuro sarà roseo.
    Avete una televisione che vi da tutte le notizie senza censura!
    Ahahahahahahahahahahaha!!!!!!!!
    Fate vincere i due nani , Bobo alla Regione, E Berlusconi al governo.
    Sarete ricchi e felici.
    Auguri!!!!!!!!!!!!
    Ahahahahahahah!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  7. Eva says:

    Facco ha visto come sono liberali su canale 5? Tagliano le immagini nella rassegna stampa per non far leggere al popolo (che considerano tontolo…) che Berlusconi ha violato il silenzio per dire le sue scempiaggini ma mostrano Libero che accusa i magistrati di Monza per le firme di Maroni! Come pensano di fermare grillo giornalisti come questi al servizio del drago?

  8. ale says:

    che omuncoli che mezze cartucce solo a vederli fanno cadere le palle…

Leave a Comment