La lettera di Eva Klotz sulla doppia cittadinanza

klotz sud tirolerdi EVA KLOTZ – Österreichische Staatsbürgerschaft – Cittadinanza austriaca

 

Zu zwei “Killerphrasen” gegen die zusätzliche österreichische

Staatsbürgerschaft:

  1. Es schaffe Unfrieden, schüre Hass und spalte die Gesellschaft.

Warum sollte dies der Fall sein, zumal keinem etwas aufgezwungen wird,

sondern jeder für sich selbst entscheidet. In der Demokratie bedeutet

jede Entscheidung “Spaltung”.

  1. Es sei ein Affront gegen Italien und erschwere Autonomieverhandlungen

in Rom.

Warum sollte eine Regelung, die Italien den Nachkommen von Italienern in

Slowenien, Kroatien, Brasilien usw. sehr großzügig zuteil werden lässt,

dies tun?

Aggiungo a qualcosa due frasi insidiose circa la cittadinanza austriaca:

1) determinerebbe conflitti, risveglierebbe odio e dividerebbe la società.

Perché mai potrebbe accadere una cosa simile dal momento che nessuno ne è obbligato ma può decidere autonomamente? Forse che in una democrazia ogni decisione si chiama “spaccatura”?

2) Sarebbe un affronto nei confronti dell’Italia e complicherebbe le trattative sull’autonomia a Roma.

Perché mai un regolamento che l’talia stessa ha generosamente elargito ai successori degli italiani in Slovenia, Croazia, Brasile ecc. può portare a tanto?

Zur Behauptung W. Pöders (“Dolomiten” 4. 1.), der letzte österr. Kaiser

habe Italien angeboten, auf Südtirol zugunsten von Triest zu verzichten:

Er war bereit, auf Tirol, “soweit es italienischer Nationalität ist”, zu

verzichten. Die Bezeichnung “Südtirol” galt damals für das heutige Trentino!

Per quanto riguarda l’affermazione di W. Pöder (Dolomiten 4.1.) che l’ultimo Imperatore avrebbe rinunciato al Sudtirolo al posto di Trieste, si precisa che egli era disposto a rinunciare al Tirolo limitatamente alla “parte di lingua italiana”. La dizione “Sudtirolo” si riferiva allora soltanto all’odierno Trentino!

 

Dr. Eva Klotz, Bozen

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. giancarlo says:

    Mi chiedo che senso abbiano certe frasi pronunciate o scritte a piene mani da politici o giornalisti italiani quando l’europa ( non questa europa) dovrebbe diventare la casa di tutti.
    Un’Europa Federale in cui sia le etnie che i popoli siano rappresentati da stati indipendenti ma federati sul tipo Svizzero o Tedesco.
    Considero questa europa una brutta copia dell’ URSS di vecchia data. Brutta copia perché non rappresenta più nessuno dato che 27 paesi con lingue, storie e culture diverse sono impossibili da cancellare o annullare per trattato internazionale. L’utopia di questa europa è palese. La moneta unica è stata solo una forzatura voluta da politici venduti alle forze mondialiste alle banche e a certi ambienti finanziari.
    Dunque sarebbe ora di finirla con lo stracciarsi le vesti per una cosa che trovo naturale se non doverosa.
    Perché un Popolo dovrebbe rinunciare al suo passato ? Perché dover rinnegare o dimenticare la propria lingua, cultura, religione, tradizioni, storia etc..etc…? Perché ? In nome di quale dio terreno ?
    Pertanto se crediamo ancora di vivere in una democrazia, sia italiana che europea è giusto e corretto che ogni Popolo possa avere le cittadinanze che desidera. Italiana, austriaca, tedesca, francese, Veneta, Catalana, Sued Tirolese, Basca, Fiamminga, etc..etc.. Un’Europa che riconosca e valorizzi le differenze, le diversità che sono solo un’arricchimento per tutti.
    Ma poiché parliamo di carte di identità o di cittadinanze …….allora io le voglio tutte, o solo una, quella di una Europa Federale nella quale ci sia ben scritto e ben visualizzato a quale Popolo appartengo.
    Nel mio caso, Europeo ma Veneto !!!!
    Europeo ma Sued Tirolese !!!
    Europeo ma Italiano etc..etc…..
    Se a qualcuno una cosa del genere crea problemi mentali, vada a farsi curare.
    Per finire ha ragione Eva. Sarebbe ora prima di pronunciare certe parole…fuori posto….di pensare prima e scrivere o parlare dopo. Le parole sono come spade, bisogna saperle maneggiare con cure altrimenti c’è il richio di ferirsi o di ferire o uccidere qualcuno……..
    W SAN MARCO SEMPRE !!!!

Leave a Comment