Predicare bene, razzolare male? La lettera degli ex di Bellerio: “Lega, dov’è finito l’anticipo della cassa integrazione?”

di Francesco Bonora, Roberto Marraccini e Franco Quaglia LEGA: BELSITO; INDAGINI, DA TRUFFA A RICICLAGGIO

Spett.le. Amministrazione Lega Nord,

in base all’accordo sottoscritto, in data 4 febbraio 2015 presso il Ministero del Lavoro, tra la Lega Nord e le Organizzazioni Sindacali, il partito Lega Nord si è impegnato, ufficialmente, a garantire ai propri dipendenti (collocati in Cassa integrazione guadagni straordinaria – CIGS) la possibilità di usufruire di una convenzione con il Credito Valtellinese (per riscuotere l’anticipo delle rate spettanti di tale ammortizzatore sociale). La convenzione in oggetto permetterebbe ai dipendenti cassintegrati di ricevere un aiuto economico immediato, in attesa dei primi versamenti dell’Inps relativi alla Cassa integrazione, previsti non prima del prossimo autunno.
Purtroppo, dopo ben 45 giorni dall’inizio ufficiale della validità dell’accordo di Cassa integrazione, dobbiamo constatare che la Lega Nord non ha ancora fornito, in maniera ufficiale, ai propri dipendenti alcuna indicazione precisa sulla convenzione di cui sopra. Questo sta avvenendo nonostante richieste di spiegazione siano giunte dai lavoratori che si trovano in stato di disagio economico provocato, per l’appunto, dalla mancanza di un reddito certo percepito mensilmente. A tale proposito la Lega Nord non ha ancora esplicitamente comunicato i motivi di questo ritardo inaspettato, lasciando così i propri lavoratori cassintegrati in uno stato di incertezza economica che, come è facile da comprendere, si ripercuote sulle rispettive famiglie.
La Lega Nord avrebbe dovuto firmare l’accordo ministeriale il 4 febbraio scorso conoscendo in anticipo, nei minimi dettagli procedurali, le tempistiche tecniche relative alla convenzione con il Credito Valtellinese; alla data odierna, ripetiamo, dobbiamo prendere atto che i fatti non sono andati così e che, soprattutto, uno dei capisaldi dell’accordo sottoscritto risulta al momento completamente disatteso.
Ciò premesso, con la presente Vi chiediamo di informare celermente, riguardo la questione in oggetto, le Organizzazioni Sindacali e tutti i lavoratori cassintegrati della Lega Nord, in merito alle tempistiche relative alla convenzione con il Credito Valtellinese, in maniera tale da permettere ai dipendenti in Cassa Integrazione di poter organizzare, nel modo più efficace possibile, il proprio bilancio familiare, sulla base di comunicazioni e fatti certi e non presunti, come è purtroppo avvenuto fino ad oggi.

Cordiali saluti.
Francesco Bonora – RSA UILTuCS

Roberto Marraccini – RSA Filcams – CGIL

Franco Quaglia – RSA Filcams – CGIL

Print Friendly

Articoli Recenti

5 Commenti

  1. Dan says:

    Dov’è finito ? Io proverei a chiedere in sudafrica…

  2. guglielmo caporali says:

    Coraggio ragazzi.. ….oggi il vostro grande condottiero Matteo non può ascoltarvi, è in Toscana ad Arezzo per aiutare i piccoli azionisti di Banca Etruria …ed i 400 dipendenti che stanno per essere messi in cassa integrazione

  3. vorrei rispondere al Lettore “migliano”: ma come si fa a leggere un articolo e poi commentare “non mi interessa”? a parte che mi sembra maleducato scriverlo (piuttosto, non commentare niente) ma se “non ti interessa” perché l’hai letto? il titolo era chiaro circa il contenuto.
    scusate, non vorrei essere inappropriato, ma non capisco il senso di tale commento.

  4. migliano says:

    Guerre fra belleriani che ai leghisti, quelli veri, cioè quelli che hanno abbandonato la Lega da tempo, interessano niente.

    • Stefania says:

      Non sono guerre ma lavoratori che chiedono il rispetto di un accordo sottoscritto tra le parti. di certo non ci sono tra i 71 ex dipendenti persone che vivano di rendita o di posti in consigli di amministrazione. persone normali, che lavoravano. la si smetta di considerare chi ha lavorato come un mantenuto.

Lascia un Commento