La Lega “dimezzata” si gioca tutto. Instant poll: Maroni 38%, Ambrosoli 35%

di G.L.M.

E’ una caduta di dimensioni forse inaspettate quella della Lega Nord in Parlamento, con il rischio di voti e seggi pressoche’ dimezzati rispetto alle ultime politiche del 2008. Nonostante questo la Padania titola “Lombardia, al Senato premiata la Lega. Sconfitti Monti e il Pd, Grillo a valanga”, continua il quotidiano che sottolinea anche come siano stati smentiti “tutti i sondaggi: alla Camera testa a testa Pdl-centrosinistra”. Alle precedenti politiche  il Carroccio aveva spuntato l’8,30% alla Camera e l’8,062% al Senato, oggi il partito, stretto tra l’ascesa dei grillini e gli scandali che hanno travolto via Bellerio, si ferma a poco piu’ del 4% nei due rami del Parlamento. La Lega registra un vero e proprio tracollo nelle sue roccaforti storiche, Piemonte e Veneto, sparisce quasi del tutto nelle regioni del Centro, ma resiste in Lombardia, la ‘madre di tutte le battaglie’. Non e’ un mistero che i lumbard abbiano puntato forte sulla conquista del Pirellone. Occhi puntati quindi su Roberto Maroni. Se l’ex ministro dell’Interno dovesse spuntarla, aprendo la strada al progetto leghista di una macroregione del Nord (Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia), la ‘debacle’ registrata alle politiche assumerebbe un sapore  meno amaro. E il “fronte del Nord” si troverebbe a fronteggiare un governo nazionale debole o addirittura inesistente, condizione politicamente favorevole. E tuttavia una profonda riflessione sul futuro del movimento appare inevitabile. E al riguardo non sfuggono le parole subito pronunciate dal sindaco veronese Flavio Tosi, che sembra indicare la strada per andare oltre la Lega.

I vertici al momento tacciono, a tirare le somme si pensera’ domani. Intanto e’ stato convocato per giovedi’ prossimo un consiglio federale. Sul tavolo l’analisi del voto e, forse, anche l’addio di Maroni alla segreteria. Se per andare ai piani alti del Pirellone, bisognera’ attendere domani per saperlo.

”Il risultato della Lega e’ deludente, speriamo nel risultato  in Lombardia, che possa pareggiare il conto. Se no sarebbe una sconfitta senza precedenti e inaspettata”: ha detto il parlamentare uscente  Marco Reguzzoni (molto vicino a Umberto Bossi) che non si e’ ricandidato nell’attuale tornata. Una dichiarazione quasi lapalissiana, ma che la dice lunga sulla notte dei lunghi coltelli a cui rischia di andare incontro via Bellerio.

Intanto vengono resi pubblici alcuni instant poll anche sulla Lombardia, un sistema di rilevazione che per le politiche non ha dato grande prova di sé. Roberto Maroni 38%, Umberto Ambrosoli 35%. Sono i risultati del voto per la Regione Lombardia (scrutinio da domani alle 14) secondo l’instant poll dell’Istituto Tecne’ per Sky. Terzo posto per Silvana Carcano del Movimento 5 Stelle con il 17%, quarto Gabriele Albertini (Scelta Civica per Monti) 9%.

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

32 Comments

  1. rimoldi says:

    Isabella ha vinto! Isabella ha avuto ragione! Cali il silenzio o cadranno teste! Isa regina vecchia Lega alla Baggina!

  2. Maroni ha già vinto! says:

    Ragazzi, Maroni ha già vinto. La matematica non è un’opinione. Rilassatevi. Lo spoglio di questo pomeriggio è una pura formalità.

  3. liviasen says:

    E Paragone? Che fine farà Paragone in questa situazione? Che canzone canterà?

  4. sanogo says:

    Ma desso che Maroni vince in Lombardia ma con la Lea debole sia qui che in tutto il nord e quindi la macroregione sarà impossibile (visto le contrarietà già espresse dai vari La Russa e pdl) questo giornale non avrà più spazi direttore Marchi? Ci sarà una retarzione eun abbandono di tutte le iniziative degli indipendentisti e dei federalisti? Grazie, saluti.

  5. Franco says:

    E il presidente a capo di cosa lo mettiamo?

  6. Franco says:

    La Lombardia a Maroni?Per la lega con il dimezzamento dei voti,la Lombardia sarebbe PDLdipendente non al 75% ma al 100% e ,come sempre,sarebbe la dimostrazione che dietro alle “balle elettorali” ci sono esclusivamente modestissimi calcoli per mantenere qualche poltroncina!!

    • gianluca says:

      Ok, probabile che sia così… Però, F.D.B., una volta tanto dacci un’indicazione per il futuro o dobbiamo lasciare ogni speranza?

  7. Tromby says:

    La sconfitta dei barbari sognanti….!!!!!!! Via dalle palle Maroni, Tosi, Salvini e la badante terrona!! Hanno distrutto un partito

  8. lloris says:

    Gli extracomunitari non vengono più perché stiamo diventando anche noi dei pezzenti .
    I cinesi arrivano e comprano le ns imprese fallite con le noccioline
    All’estero ci vedono rappresentati da un comico e da un bugiardo col parrucchino che va con le escort.
    Mi pare ci sia poco da ridere…
    Forse allearsi con uno vestito come a carnevale che millantava lauree non è stato il massimo.
    Però presentare Bassani che non si occupa di miss Padania, Dio Po e parenti ed amici da “sistemare” è stato giusto

  9. giovanni says:

    hanno conquistato forte alamo, circondati dalle truppe del generale Santana.

  10. longobard says:

    abbandonato qualsiasi progetto etno-federalista, persa la leadership carismatica di bossi che (nel tanto male e poco bene) comunque in campagna elettorale sapeva tirare fuori qualche coniglio dal cappello la lega resta un partito con poche aspettative e destinato al declino se…riprendere il centro della politica con proposte concrete e realizzabili da subito. uno su tutti: referendum di autodeterminazione in veneto e lombardia…

  11. Ferruccio says:

    Sono estremamente felice e contento…..che il vicesegretario della Lega Nord GIACOMO STUCCHI abbia dichiarato di essere felice e contento del buon risultato ottenuto dalla Lega Nord

    ELEZIONI POLITICHE 2008 ….Lega Nord 3.024.543 voti

    ELEZIONI POLITICHE 2013…..Lega Nord 1.358.535 voti

    Perdita voti 1.666.08…………sono contento

  12. Veritas says:

    Reguzzoni frebbe bene a tacere: di danni ne ha fatti abbastanza.

  13. andrea says:

    Eliooooo, Mikiiiiii,Tereee,Wowwww,
    Avete vintooooooooooo!!!!!!!!!!!!
    State facendo la fine dei Panda…..
    Estinsione totale…………Ahahahahahahahahahaah!!!!

    • elio says:

      hahahaha, gargamella sta cercando la corda per impiccarsi assieme al suo gatto pugliese, si aggreghi alla coppia di cartoni animati che non gli resta altro da fare

      • Don Ferrante says:

        Alla Camera La Lega,
        in Lombardia 1 ha ottenuto il 8,67 %

        ” ” 2 ” ” ” 17,55 %

        ” ” 3 ” ” ” 10,88 %
        Per identità d’elettorato, possiamo azzardare un raffronto con le Regionali.

        Se Maroni, come probabile, diventerà Governatore, potrà contare su una maggioranza “iniziale” composta prevalentemente da Pidiellini e Satelliti !
        Quale forza politica potrà avere ? Sostituirà Formigoni nella visibilità, ma comanderà poco, meno di quanto in precedenza comandasse la Lega in Regione, abbracciata al PdL ma molto più forte di oggi !

        Se poi esaminiamo il disastroso risultato leghista in Piemonte-Liguria e quello penoso in Veneto, come è pensabile che si possa formare una Macroregione o comunque un Nord forte contro Roma copiona (dei gnam-gnam leghisti)?

        Dalle urne non esce un Governo nazionale: o stringeranno solide (?) alleanze o….splash !

        Non possiamo però pensare di ricattare tutto il paese con un gruppetto di varesini, comaschi, bergamaschi e bresciani che agitano le scope !

        Non mi dà gioia la disfatta leghista: ho riso già abbastanza nell’ultimo anno !

        Oggi magro, digiuno, pianto e stridor di denti per tutti: il futuro della nostra gente è quanto mai incerto, nelle mani incerte di troppi figli di padri incerti e madri note ! !

        • elio says:

          ma io l’ho sempre detto, il male non è la lega ma la nostra gente che non la vota. se la “nostra” gente avesse da sempre votato in massa la lega, alla sudtiroler volkspartei per intenderci, oggi sarebbe un movimento integro e migliore, nel senso che avrebbe potuto optare sempre nelle scelte giuste e vantaggiose senza farsi prendere dalla schizofrenia da prestazione per rimanere aggrapata alla vita commettendo di fatto un errore dietro l’altro. io la vedo così e da oggi in poi se qualche polentone ha ancora voglia di lamentarsi di quello che gli sta accadendo è bene che invece prenda in considerazione l’opzione riservata ai falliti, quella del harakiri e non venga più a rompere i gorghioni a noi.

          chi è causa del proprio mal………..

          • gianluca says:

            Non ti viene il sospetto che molti non l’abbiamo mai votata anche per certi comportamenti e certe persone presentate, o è sempre e solo colpa dell’elettore?

            • elio says:

              certo, e infatti l’ho scritto:

              ” oggi sarebbe un movimento integro e migliore, nel senso che avrebbe potuto optare sempre nelle scelte giuste e vantaggiose senza farsi prendere dalla schizofrenia da prestazione per rimanere aggrapata alla vita commettendo di fatto un errore dietro l’altro.”

            • Giancarlo says:

              Marchi, al di là di come andrà oggi in Lombardia con Maroni comunque favorito, secondo me emerge un dato fra tutti: gli elettorati di tutti i partiti sono diventati molto mobili e puniscono o premiano il proprio a seconda dei comportamenti e delle facce più o meno presentabili che hanno imposto agli elettori, ed è giusto che sia così.Tutti tranne uno: quello del Banana, che per l’ennesima volta unisce estremo sud ed estremo nord lombardo-veneto nella totale refrattarietà a cosette come credibilità, decenza, serietà, etica.

            • Don Ferrante says:

              La maggioranza dei concittadini non ha mai votato Lega, ma tanti, tantissimo l’hanno votata per due decenni……e solo ora si sono ravveduti, a disastro annunciato !

              Caro Marchi, mi ripeto da troppo tempo e so di essere sgradevole a molti, ma non è pensabile un rinnovamento leghista: chi è rimasto fino ad ieri o è un profittatore (eufemismo calibrato) o, pur onesto e buono, non capisce nulla, ma proprio nulla, ma propi negòtt !

              Questo o quello per noi pari sono ….!

              Non infieriamo….ma lasciamoli perdere: al nostro futuro servano guerrieri, non spazzini !

              • gianluca says:

                Guerrirei per imbracciare le armi perché individuano percorsi istituzionali indipendentisti in grado di essere trasversali?

                • Don Ferrante says:

                  Marchi, gente con le palle al posto giusto, non in testa come gli ultimi dei leghisti smaronati, che solo qualche settimana fa scrivevano e gridavano di voler diventare il primo partito del Nord !

                  Te li ricordi, Direttore ? Li conosci bene anche tu: sono il nostro peggior morbo: inetti anche nel Barnum !

                  Che ce ne facciamo di marmittoni così ?

                  Vorrei poi affermare che guerrieri non sono necessariamente solo coloro che imbracciano le armi! Comunque sono un Ufficiale in congedo……”

                  Percorsi istituzionali indipendentisti……” ?
                  Quasi mezzo secolo fa il Diritto Pubblico comparato (alla Statale, Miglio era alla Cattolica) mi ha convinto che senza il consenso popolare non si fa proprio nulla !
                  Qualsiasi forma alternativa è inefficace !

                  Perdindirindindina, cosa sono poi i “percorsi istituzionali indipendentisti in grado di essere trasversali” ?

                  E’ roba per bilaureati con master….clown ?

                  Aspettiamo i risultati lombardi….poi fermiamo il declino !

                  • gianluca says:

                    No non è roba per bilaureati: in Catalogna è un referendum per esempio, molto semplice… ma con l’idea di farlo veramente, non di propugnarlo per conquistare qualche cadrega e amen

            • elio says:

              Solo colpa degli elettori, lo diceva anche Bossi che scemi come i padani non ce n’è!

            • Tromby says:

              Direttore, non crede che le colpe siano da attribuire anche e soprattutto alle liste di ragazzetti sconosciuti presentate e dal nuovo corso maroniano-tosiano che evidentemente non è stato apprezzato e non piace all’elettoratoleghista classico? Io credo che i veri responsabili di questa debacle siano soprattutto loro e non Bossi. Credo sia evidente che senza il vecchio Capo questo partito non ha futuro.. Maroni, al di là del risultato in regione Lombardia, non si è dimostrato all’altezza.

              • gianluca says:

                Obiettivamente mi sembra eccessivo scaricare tutte le colpe su Maroni che è alla guida del partito da pochi mesi e s’è trovato pure tra i piedi la questione delle elezioni lombarde. Certo, la sua fiducia in un immedediato recupero della “Lega potentissima” è stato mal riposto, ma penso che il Carroccio debba interrogarsi più profondamente sul suo status, anche se temo che la probabile vittoria alla Regione Lombardia possa finire per ostacolare tale riflessione

Leave a Comment