La Francia forse si sveglia. Cannes vieta il burkini, rischio ordine pubblico

A young Turkish woman cools off while wearing a burkini at an open-air bath in Berlin, Germany, 20 August 2012.  ANSA/STEPHANIE PILICK

La città di Cannes ha emesso un’ordinanza municipale per vietare l’utilizzo del burkini, il costume da bagno che copre interamente il corpo, sulle proprie spiagge, perché “manifesta in maniera ostentata un’appartenenza religiosa” e per questo “rischia di creare disturbo all’ordine pubblico”.
L’ordinanza, firmata dal sindaco di centrodestra David Lisnard, vieta “l’accesso alle spiagge e ai bagni” alle persone “che non hanno una tenuta corretta, rispettosa del buon costume e della laicità, che rispetti le regole d’igiene e di sicurezza dei bagnanti nel dominio pubblico marittimo”. Interpellato in materia dai media transalpini, il direttore generale dei servizi della città di Cannes ha spiegato che non si tratta di vietare un simbolo religioso, ma “una tenuta ostentata che fa riferimento a un’adesione a dei movimenti terroristi che ci fanno la guerra”. I servizi municipali hanno però ammesso che sulle spiagge cittadine non è finora mai stato visto nessun burkini.  La decisione arriva a meno di un mese dalla strage di Nizza, in cui morirono 84 persone.

Print Friendly

Articoli Recenti

1 Commento

  1. luigi bandiera says:

    E’ il caso di ripeterlo:
    chi va in Francia, in Canada, in italia, in Marocco e ecc, va li’ per fare il francese, il canadese, l’italiano, il marocchino e ecc..
    Sbarca li’ da via aerea o marittima e se turista mantiene i suoi usi e costumi, ma se va li’ per risiedere cambia i suoi usi e costumi per adottare quelli dello stato che intende risiedere e che lo ospita. Nei luoghi pubblici deve capire che e’ un obbligo perche’ vuole rispettare, pena l’oltraggio, i gia’ residenti; nei luoghi privati, in casa sua o in casa di altri suoi amici o confratelli, puo’ fare quello che vuole salvo non ci siano leggi che lo vietano.
    Oggi, pare, che corra un pensiero (buonista) dove uno va dove vuole e fa quel che vuole sia in piazza e sia in casa.
    Il bello e’ che sono aiutati a fare QUELLO CHE VOGLIONO e pure a PRETENDERE TUTTO..!
    OZIARE poi e’ ormai un altro diritto acquisito che si aggiunge a tutti gli altri gia’ acquisiti per l’appunto..!
    Come quello di essere mantenuti bene a vita.
    Le spese ovviamente le devono pagare quelli che visto l’andazzo non hanno piu’ nessun diritto acquisito. Ah, si. UNO: quello di PAGARE SEMPRE e COMUNQUE..!
    La chiamano civilta’ occidentale..!
    Cappittommiavete..?
    Che fine ingloriosa che stiamo per fare..!

Lascia un Commento