La figlia di Libero Grassi: “Governo non ha fatto nulla contro la mafia, che c’è anche al Nord”

mafiadi ANGELO VALENTINO –  “Cosa ha fatto il governo in quest’anno per la lotta alla mafia? O sono io che non mi sono accorta o non ha fatto nulla, non mi risulta che abbiano fatto nulla”. Lo ha detto Alice Grassi, figlia di Libero, l’imprenditore che si era ribellato al racket e che e’ stato ucciso dalla mafia il 29 agosto del 1991, a Palermo, conversando con i cronisti a margine della cerimonia di commemorazione del padre tenutasi in via Vittorio Alfieri.

Ecco, mi fermo qui. Gli sbarchi non sono stati debellati, i rimpatri sono all’anno zero. E la lotta alla mafia è un tour dell’uscente ministro dell’interno in giro per il Sud in costante campagna elettorale. Lo avete mai sentito parlare di mafia al Nord? Perché anche se non se ne parla, c’è. E parecchia.

“Siamo cosi’ intenti a respingere gente sfortunata e non ci occupiamo di cio’ che succede realmente a casa nostra – ha aggiunto Alice Grassi -. Il ministro Salvini si dovrebbe occupare di questo, cosi’ come dovrebbe occuparsi della ‘ndrangheta che al nord esiste. E a chi gli chiedeva un parere sul possibile nuovo governo formato da M5s e Pd, Grassi ha risposto: “Aspettiamo… Una parte di questo nuovo esecutivo che dovrebbe nascere solitamente e’ stata piu’ sensibile a queste tematiche, speriamo che la lotta alla mafia rientri tra le loro priorita’”.

Io non credo finché non vedo.

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. Gabriella says:

    Per il momento, si è interessato della mafia che gestiva l’immigrazione clandestina. I miracoli, non si fanno tutti insieme.

Leave a Comment