La dittatura… liquida che manda in tenda gli sfollati

dittaturadi MARIO DI MAIO – Negli ultimi decenni si è materializzato e si va consolidando a ritmi sostenuti il fenomeno del “politicamente corretto”. All’inizio era una specie di complemento arredo delle proposte nascenti dalle diverse ideologie politiche. Oggi è esso stesso una ideologia, anche se atipica perché non ancorata a basi razionali, ma piuttosto a emozioni forti e prolungate, per ciò stesso tendenzialmente condivisibili. Ed è proprio questa sua natura “liquida ” che lo rende pericoloso, perché contagia, rendendo liquidi anch’essi, i valori di riferimento delle varie comunità politiche, culturali economiche e perfino sportive. Un esempio di questi giorni e’ la discussione sugli alloggi ai terremotati e ai “transitanti “: la logica dice casette agli italiani e tendopoli agli altri, e il “politicamente corretto “dice: hotels stellati agli stranieri e tenopoli ai terremotati. Forse non ci rendiamo conto che andiamo incontro a una dittatura vera, anche se “liquida “.

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Olimpiadi, il sindaco di Cosenza: fatele qui e chiamatele Giochi della Magna Grecia

Articolo successivo

Scozia, nuovo sondaggio su indipendenza. Risultati il 30 novembre