LA CRISI UCCIDE MA LA CASTA SI PAPPA ALTRI 200 MILIONI

di GIANLUCA MARCHI

Ci era stata spacciata come una riforma lampo. Una roba sulla quale il governo si era detto pronto a intervenire per decreto. Parliamo della nuova normativa sui rimborsi elettorali e sulla trasparenza dei bilanci dei partiti, dopo gli scandali che hanno travolto Lega e Margherita e messo in imbarazzo l’intera casta della politica, ammesso che ce ne fosse ulteriormente bisogno, visto che la fiducia nei partiti in questi giorni è sprofondata intorno al 2 per cento. Poi i partiti hanno incominciato a dire che il governo doveva tenersi alla larga, che insomma ci avrebbero pensato loro con una legge di iniziativa parlamentare. Poi, quando l’ABC della politica italica, il nuovo Trio Lescano formato da Alfano, Bersani e Casini hanno strombazzato al mondo intero che avevano trovato un accordo è apparso chiaro che esso verteva solo su misure di trasparenza, non prevedendo alcun taglio alla cascata di quattrini che ogni anno ricade sui partiti appunto, ben 503 milioni di euro per le sole elezioni politiche del 2008 a fronte di spere reali documentate per poco più di 150 milioni di euro. Il Paese si sta sempre più impoverendo, ma loro di tirare la cinghia proprio non ne vogliono sapere.
Alla fine anche questa legge minore sembra già finito su un binario morto. D’altra parte era difficile credere che Alfano Bersani Casini & Co. avrebbero risolto in tempi rapidi una questione che dura ormai da quasi vent’anni e che i partiti si sarebbero negati da soli l’ultima tranche di rimborsi che devono incassare entro il 31 luglio. E infatti il disegno di legge si è già impantanato nelle secche delle commissioni e se va bene richiederà almeno un anno per essere approvato. E nel frattempo sarà sempre più annacquato per concludersi con l’ennesima presa per i fondelli nei confronti dei cittadini.

Figurarsi se la Casta si sarebbe data la zappa sui piedi, troncando di netto e nel giro di qualche settimana la sua fonte di finanziamento privilegiata: i soldi di tutti i cittadini. Ma c’è anche di peggio: ci è stato fatto credere che la quota di rimborso elettorale  che i partiti devono ancora incassare quest’anno sarebbe di “soli” cento milioni di euro. E invece non è nemmeno così, ma in realtà sono molti di più. Perché non c’è da rimborsare solo la quota annua per le elezioni politiche del 2008, ma ci sono anche le frazioni per  le elezioni europee del 2009, le regionali del 2010, più altre varie consultazioni elettorali in regioni autonome. Il totale fa circa 200 milioni di euro.

La Casta dei palazzi romani non ci pensa proprio a rinunciare a 100 milioni di euro, figuriamoci se è disposta a fare a meno del doppio. Salvo la Lega, per il momento, che ieri attraverso il capogruppo alla Camera Giampaolo Dozzo ha annunciato di rinunciare alla tranche e ha invitato gli altri a devolvere la rispettiva quota in beneficienza, cercando di recuperare qualcosa dopo la tremenda caduta di immagine delle ultime settimane.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

15 Comments

  1. luciano says:

    La notizia e buona si sapeva che tutti i partiti non avrebbero rinunciato a i soldi ,quello che stupisce che ne viene fuori dalla lega e’ che da i soldi in beneficenza ,visto dopo tutto gli scandali in cui e’ coinvolta e sotto indagine ,ci volevano gli scandali per non far accettare i soldi alla lega ,faccia come il m5s che li rifiuta e tornano al mittente finora a rifiutato oltre 3 milioni di euro tra stipendio regionali da 2500 euro mensili + spese documentate con fatture e messe online ,non come gli altri consiglieri che ne prendono oltre 10000 euro netti + le spese non documentate e spese false come la minetti che ha speso 4700 solo di sushi (gli piace il pesce crudo e si vede), dopo roma ladrona c’e’ lega ladrona ,forza lega + pdl vediamo chi sono quei fessi che vi votano , stessa cosa per lista monti+pd che e’ riuscito a convincere la comunita europea che il vaticano e una societa no profit ,per non far pagare l’imu circa 8 milioni di euro ,come fa una societa no profit a possedere il 20% cento delle proprieta’ italiane che hanno una rendita di affitti appartamenti ,alberghi ecc.. ,oltre ad incassare 8% per mille ,fa beneficenza coi soldi del popolo si prende il merito e vuole rendere il popolo piu povero con l’aiuto della provvidenza (monti) ,fa il cres iniziativa estiva (mese di luglio )all’oratorio si fa pagare 50 euro dai genitori per ogni bambino ,e con l’aiuto dei volontari non pagati li accudisce ,li controlla e li fa giocare per 1 e mezzo ,prendendosi il merito ,GRAZIE POLITICA E GRAZIE CHIESA ,E UN BEL GRAZIE A TUTTI GLI IGNORANTI CHE VI VOTANO E VANNO I CHIESA ,saluti Luciano

  2. roberto Job says:

    Magari non c’entra molto con questo aticolo ma vi consglio di collegarvi a questo link forza Angelo che ce la farai!!!!
    http://angeloxg1.wordpress.com/

    • luigi bandiera says:

      Ho letto un po’ di roba e a me pare un sito tipico itagliano.
      Addosso a chi va contro l’itaglia e sponsorizzazione per i propri cari…

      Niente di nuovo…
      tranne l’affitto per me… (zucchero)

      Saluti

      Ah, non ho capito con quale spirito lo hai messo in evidenza…
      Era per segnalare che cosa..??

  3. Roberto Porcù says:

    Ma qualcuno aveva seriamente creduto che avrebbero fatto una legge contro di essi stessi ?
    Rendendosi conto che non sanno fare altro, cominciano in gioventù la scalata, ed arrivati in cima dovrebbero poi tagliarsi i loro appannaggi per far contenti voi ?
    Ma dai !
    Anche se affermano un po’ tutti di essere al servizio del paese, lottano a coltello fra loro per accaparrarsi il posto.
    Qualcuno ha mai visto due camerieri litigare su chi dovesse servire al tavolo ?

  4. giospel says:

    A proposito di amministratori pubblici strapagati. Qua sotto riporto un brano tratto da una lettera che Benjamin Franklin (Boston, 17 gennaio 1706 – Filadelfia, 17 aprile 1790 è stato uno scienziato e politico statunitense, uno dei Padri fondatori degli Stati Uniti) scrisse a amici europei che gli chiedevano come era la vita nella nascente America.
    <>.

  5. luigi bandiera says:

    Non l’avete mai letta probabilmente: UN RE NON SI FARA’ MAI UNA LEGGE CONTRO..!! (by LB)

    Pare ke non solo non la leggiate ma se lo fate non la capite..!!

    Non e’ sovrano il popolo (mai il popolo e’ stato sovrano e mai lo sara’ -by lb-) ma loro, gli oligarchi del kax, che fanno di tutto per mettercelo nel BdelC, i veri sovrani..!!!

    REFERENDUM…

    Il popolo voleva 1 e gli oligarchi fecero -1. L’esatto contrario. Il popolo in quel caso fece il POLLO..!! Ma lo fara’ sempre perche’ e’ SOLO POLLO..!! E non popolo.

    Via certi ministeri e loro, gli oligarchi, cambiarono il nome dei ministeri che cosi’ rimasero.

    Ma se nemmeno i fatti SVEGLIANO LA GENTE, tenuta in sonno dai pulpitanti servi degli oligarchi e dalla KST, che kax starnaziamo mo a fare..??

    Ci vuole l’ANTIDOTO al TRIKOGLIONISMO, all’una e indivisibile… ai briganti, ai rapinatori e ai mantenuti.

    Scrivevo: o forconi o morte…

    Toh, spuntarono i forconi ma in tutt’altro contesto e in tutt’altra parte.
    Da noi solo la ramazza spunta… sempre CENERENTOLE, noi.

    Pero’ tutta la nostra attenzione di cui la nostra salvezza (campa cavallo…) va verso il mare ADRIATICO e non merditerraneo.

    Va verso il GOLFO di VENETHIA: JEXO£O.

    Nemmeno i carbonari di vecchia memo fecero cosi’ tanta confu e poca convinzione.

    Possibile che in politica si sia cosi’ tanto dispersivi se non proprio dispersi come dei DESAPARECIDOS..??

    Dico ne’: sapete almeno cosa volete..???

    No. Domando. E’ per capire, forse, qualcosa.

    At salüt

  6. Lucafly says:

    Spett. Redazione perche avete tagliato il mio commento di risposta al sig.mario ??
    era offensivo tanto quanto il suo.
    amen

    • gianluca says:

      Bene, sarà meglio, e lo dico in generale, che in questo sito la si smetta di offendersi uno con l’altro – e non voglio riferirmi a lei in particolare, ma prendere spunto da qui per elevare un cartellino giallo – altrimenti mi vedrò costretto a sospendere i commenti. Non lo vorrei fare, ma non constringetemi…

      gianluca marchi

  7. mario says:

    Se i fatti su Padania ladrona non fossero venuti fuori palesi a tutti (perche’ meno il 7% di cornuti padani che votavano si immaginava bene che non erano diversi dagli altri) si sarebbero ingorgitati la loro parte. Dopo tutto quello che li abbiamo visti fare in 20 di diti medi, insulti ai cittadini romani, vilipendi alla bandiera, voti parlamentari a favore dei mafiosi e contro le procedure della magistratura, voti per leggi ad personam, parole in difesa di indagati e ladri di tutte le speci che siedono dentro il parlamento, questo di oggi e’ un atto ipocrita che vuole ancora una volta illudere quei zotici nordici. Il vero esempio e’ venuto dal movimento 5 stelle e da Di Pietro. I Padani ci ridassero quello che non avremmo mai voluto dargli dato che hanno sputato addosso agli altri cittadini …anche gli stipendi rivorremmo indietro.

    • Rinaldo C. says:

      siete voi terroni,grazie a voi siamo nella merda, non avete mai pagato niente siete stati senmpre degli assistiti, andate bene con il vaticabo e i borbonici.
      Siete dei maleducati nel resto dell’europa non potete nemmeno esserci, andate bene con il nord africa, anzi cosnsiglio di presentare una petizione per ammertvi all’africa del nord, state bene li, Sicuramente la lega ha fatto degli errori si è fidata di terroni belsito, Mauro, Marrone. Ammiro il mov. 5 stelle che ha sempre rinunciato ai rimborsi elettorali, ammiro anche l’IDV che nell’ltima trance ridaà indietro i soldi, ammiro nche òla lega che ha detto di rinunciare all’ultima trance. Ma la lega non solo rubato ai cittadini Italiani ma anche ai suoi militnti, i quali sono incazzati, ma credono nell’indipendenza della Padania che non è italiana ma Padana. In ogni modo i nostri sindaci e pres. di regione sono sempre più onesti e virtuosi dei tuoi Pirla.

  8. salvo says:

    una sola parola RIVOLUZIONE

  9. Gian says:

    Finche’ non tagliamo le teste non cambiera’ nulla.

    • luigi bandiera says:

      E a proposito scrivevo: i komunisti (quelli della distruzione franciosa) usarono la ghigliottina (lama cadente) ad una lama e quelli tornarono. Infatti sono tornati quasi tutti.

      Allora pensai che forse (imparando dai rasoi di barba) che una lama sola lascia tanti peli (teste). Quindi non funziona proprio bene.

      Cosi’ mi pensai a una ghigliottina a tre lame… Si, lame trikolori. Toh, sono anche patriota. Kax.

      Perche’ dicevo, una tira la testa, l’altra taglia e l’ultima finisce il lavoro.

      Eh, su queste cose bisogna essere tedeschi… fare un bel lavoro. Loro veramente bruciavano… e pazienza.

      Non si vede che nonostante tutte quelle teste tagliate siamo con una CORTE TRIPLICATA e da MANTENERE..??

      E ripeto: ci sono i VERSANTI e i FIGURANTI IL VERSAMENTO..!!

      Oggi vorrebbero tagliare le teste ai versanti… (non sponde).

      Invece sono i FIGURANTI quelli da togliere di mezzo…

      Non dico come nella metafora precedente, ma secondo la legge piu’ logica al mondo: quella del BUON SENSO..!!

      Riusciamo a parlarne oppure tutto deve stare li’ sotto la CENERE TRIKOGLIONA..??

      SIN SALABINLADEN

Leave a Comment