La Corsica? A noi!

CORSICA
di ROBERTO PISANI – A volte fatico a capire se certi politici ci sono o ci fanno. Si parla tanto in questo periodo di difesa dei confini, di decisioni da prendere a casa propria, di stato sovrano e sovranista, ma la cosa è  sempre più a corrente alternata. Per coerenza questo concetto dovrebbe valere per tutti i paesi e invece no: vale solo per chi vogliono loro. Ed ecco l’ennesimo esempio.
Nei giorni scorsi Radio24 trasmissione La Zanzara: l’onorevole Alessandra Mussolini (europarlamentare) in diretta dichiara che lei sarebbe favorevole a riprendersi Nizza e la Corsica dalla Francia, forse spinta dal suo forte nazionalismo o dall’istinto colonizzatore intrinseco nel dna di famiglia.
A domanda precisa del co-conduttore David Parenzo che le chiede se nella sua personale cartina geografica c’è la bandiera italiana sulla Corsica lei risponde chiaramente: si!
Ma come? Fai della difesa dei confini la tua battaglia politica e poi dichiari che vorresti appropriarti di un territorio non tuo? Ma allora ci sono due tipi di invasione: quella migratoria africana e quella nazionalista!
I fratelli indipendentisti corsi immagino siano particolarmente contenti. Noi li avvisiamo: nel caso riusciste nella vostra battaglia d’indipendenza dalla Francia c’è già pronta la riserva. E ve lo garantisco: non è sicuramente meglio della situazione attuale! Anzi!
Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. caterina says:

    non è detto che la Corsica vorrebbe cambiare la Francia con l’Italia, perché potrebbe tranquillamente preferire l’indipendenza e starsene da sola… ma è invece grave che l’Italia nei labili confini delle acque, interessanti perché pescose, abbia recentemente ceduto dico kilometri anche se forse si misurano in nodi del mare che era attribuito all’Italia… come mai?

Leave a Comment