La consigliera della Lista Maroni fa un fervorino ai caramba…

di ANONIMO PADANO

Ieri sulla mia mail, come su quella di molti altri, è arrivato questo comunicato stampa:

Oggi in Consiglio Regionale si è discusso di una mozione che impegna la Giunta a favore dell’Arma dei Carabinieri in occasione del bicentenario della sua fondazione. A tal proposito è intervenuta anche la Consigliera Maria Teresa Baldini della Lista Civica Maroni. “Portare avanti l’arma dei carabinieri – dichiara la Baldini – significa ampliare la partecipazione della società alla conoscenza dell’arma e del suo operato sul territorio. Il difetto è delle istituzioni che non permettono all’arma di farsi conoscere nel vero ruolo che ricoprono: il rapporto diretto con il territorio. Avvicinare i giovani alla cultura della legalità significa che in una realtà caratterizzata da bullismo, tossicodipendenza, corruzione, furti e omicidi, si possa prendere consapevolezza che la società civile si basa su dei valori”. “Nessuno oggi insegna la legalità. Chi fa il carabiniere – prosegue la Baldini – risponde a dei valori che dovremmo recuperare. Se si parla con dei detenuti, tutti si dichiarano innocenti e ciò significa che non esiste la consapevolezza della legalità. L’arma è nata per l’ordine, non per la repressione. Oggi esiste solo la paura, non il senso della legalità nel vivere comune. Il carabiniere – sostiene la Baldini – conosce la realtà del territorio e garantisce i diritti di tutti i cittadini. L’educazione civica deve essere rivalutata nelle scuole e i carabinieri non devono essere considerati come qualcosa di castrante la creatività dei giovani. I giovani devono prendere rapporto con l’arma e perché – chiede la Baldini – non inserire i carabinieri come espressione della legalità nelle scuole?”.

Alla fine della lettura, stralunato, mi son chiesto: ma questa Baldini da dove salta fuori? Poi ho visto la foto, che allego, e mi son ricordato: lei fa la chirurga plastica in quel di Forte dei Marmi (dove è nata). Dopo vari tentativi di entrare in politica quando in via Bellerio imperava il Senatur, ha trovato posto nella Lista Maroni e fa la consigliera toscana in Lombardia, e riconoscente al governatore ed ex ministro della Polizia, che l’ha catapultata al Pirellone, ha pensato bene di fare un fervorino ai Caramba, che sono uno strumento di occupazione dello Stato italico in Padania. Chissà cosa ne pensa il buon Stefano Bruno Galli, capogruppo della Lista Maroni?

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

16 Comments

  1. gigi ragagnin says:

    i ccrr (carabinieri reali) durante la prima guerra mondiale servivano a “spingere” all’attacco i soldati itaglioni, stando alle loro spalle coi fucili spianati.

  2. pierino says:

    Criminalità.
    ok le FdO son si uno stato estero opressore… ma per i IL POCO 8chi li vede in giro ? ) che pattugliano qualcosina come detterrente servono. ben venga TANTA fdo italiche per strada SE tengon lontano il mona con la spranga che va a spaccar teste a caso perchè non ha nulla da fare o perdere…

    non abbiamo nessun controllo nel nostro territorio, nessun corpo “nordico” che ci protegge. potremmo esser indipendenti e nello stesso giorno conquistati/invasi …

  3. indipendentista says:

    Ma i listaioli maroniti non hanno ancora ufficializzato l’entrata nel NCD?

    • Silvio Credieuronord says:

      te set matt? tengono nome e simbolo con rimandi identitari, così vengono eletti ancora per 5 anni. Perché sicuramente ci sarà da rivotarli, vorrete mica i “sedicenti indipendentisti”…

  4. lucano says:

    una cosa è certa: a Maroni piace tanto la f…..!!!
    Padania is not Italy!!!

  5. Gianfrancesco says:

    purtroppo tra le fila dei carabinieri ci sono anche dei soggetti che non rispondono per nulla a quanto detto della signora, come il milite meridionale che circa 20 anni fa mi ha fermato dopo che avevo attaccato un adesivo indipendentista su di un palo. mi ha perquisito, ha perquisito la mia automobile, ha perquisito mia mamma che mentre attaccavo l’adesivo era al 4 piano a trovar mia zia, ha minacciato di denunciarci tutti e due (cosa c’entrava mia mamma?), denuncia penale e poi ha lasciato perdere tutto quando nel bagagliaio dell’auto ha trovato una mazza da golf e alcune palline.

    Il sospetto è che abbia preso paura, avrà fatto l’equazione gioca a golf, allora è il figlio di un ricco e potente, meglio lasciar perdere e non ha pensato che invece ero un semplice povero martire figlio di uno per nulla ricco e potente che lavorava solo per un campo da golf.

    posso anche dire che nella sua spasmodica ricerca di adesivi da sequestrare non si è accorto nell’ordiine che:

    la patente di mia mamma era scaduta
    il bollino blu era scaduto
    avevo un adesivo attaccato sulla targa
    sotto un giornale che durante la perquisizione non ha alzato c’era un pacco enorme di adesivi.

    se invece che innocui adesivi indipendentisti avesse cercato droga????

    sembra uno scherzo ma è tutto vero, poi ci sono anche dei buoni carabinieri, ma per favore questa tizia torni in Toscana!!!!!!! Se vuole con scorta d’onore dai caramba….

  6. Silvio Credieuronord says:

    No ma, mi raccomando, non tifiamo per spazzarli via dalla faccia della terra, questi. Tifiamo per far sì che continuino a sopravvivere e fare mozioni del genere. Altrimenti saremmo “sedicenti” indipendentisti.

  7. Ada says:

    Sorvolo sul significato che avrebbe voluto trasmettere, che dimostra soltanto che la lega è un partitino di italiani del nord e non di indipendentisti (si rassegni Oneto).

    Ma, perdipiù, è scritto in un delirante italiacano indegno di una che vanta una laurea (ma indegno anche di un attestato di uncinetto basico!).
    D’altronde da un chirurgo estetico non ci si aspetta che sia esperto anche di processi neuronali superiori come l’elaborazione del pensiero e la sua ordinata espressione.

    La Sig.ra Baldini ha certamente molte altre doti e talenti e farebbe bene a sfruttare quelli, lasciando ad altri, più esperti (ammesso che ne siano rimasti dalle sue parti) il gravoso compito di connettere il cervello con gli organi fonatori.

    • Eric says:

      Insisterei sull’ ITALIACANO !!!

      Questa gente parla (e scrive) in modo risibile, dimostrando senza possibili giustificazioni che il livello culturale dei kapataz leghisti è ancora quello del trogolo !!!

      Marchi ed Oneto, non confondete i Galli (Stefano) con i Capponi (Pier) !!! Palle e balle sono sinonimi !!!

      Dovremmo dare fiducia e fare la rivoluzione per appecorinarci sotto una banda di ignoranti irrecuperabili ???

      “La fattoria degli animali” è già stata scritta da Orwel settanta anni fa e messa in pratica dalla Lega nell’ultimo quarto di secolo !!!

  8. nik says:

    Sempre stati uno strumento repressivo, l’unica polizia a cui mi viene sempre di accomunarli (e non è un complimento) è la guardia civil spagnola…

  9. Ghe xe on mucio de categorie de laoradori anca pì meritevoli dei caranba.
    No capiso parké no se gapie da farghe i monomenti e da festexar i contadini, i pastori, i boari o vacari, i pistori o fornari, i murari, i camionisti, i pitori, i pescadori, i moleta e li scoacamin, i eletreçisti e li edraoleghi, i coghi e i masolini (ke copa mas-ci e fa su saladi e soprese), i raxonieri ka fa conti, i caxari ke fa formaio, i marcanti ke ne vende robe. i maestri ke ensegna a scola e ente le boteghe artexane … a Thiene el comoun el ga spexo skei par farghe on monoumento a la Goardia de Finansa e a Skio i ghinà fato ono ai Caranba.

    Me par ke coeste le sipei bele e bone descriminasion de on mucio de categorie de laoradori ke ga senpre fato del ben a la comounedà e xe pì ke seguro ke da co ghe xe el stado talian li ghe ga fato manco mal a la xente de la Guardia de Finansa e dei Caranba (ke tendeva col mitra e fuxilava a la skena la pora xente mandà a crepar al fronte).

    Vargogneve, basta co sta exaltasion de categorie statali ke de çerto par la xente no le val de pì de tute staltre ke no xe stadali

Leave a Comment