La canzoncina-inno dei grillini, quelli che abbaiano alla luna

di CLAUDIO ROMITI

Non bastavano le tragicomiche, quotidiane schermaglie di una politica del nulla, ora abbiamo pure un inno che abbaia alla luna. Pubblicato sul blog di Beppe Grillo, gli aderenti e i simpatizzanti del M5S possono apprezzare  un novello Majkovskji, tal Felice Marra, che ha composto una sorta di canzoncina programmatica in vista delle elezioni europee.  La sostanza del testo si basa su un concetto che, in verità, un po’ tutte le attuali forze politiche stanno abbracciando da tempo: andare in Europa e sbattere i pugni sul tavolo.  Tanto è vero che questo capolavoro si chiama proprio “Pugni sul tavolo”.

Finalmente la pancia del Paese che crede ai complotti  di una sorta di Spectre internazionale della finanza, con sede a Bruxelles, avrà la possibilità di unirsi ai cori dei grillini e cantare a squarciagola che:

“Questa Europa è una Europa che

 non smette di mostrarsi fragile

 nei suoi concetti e nei suoi perchè

 si dimostra totalmente instabile

 

Non ha senso questa unione sterile

 che si basa su finanza e debiti

 dove i popoli sono dei numeri

 come indici di borsa e spread

 

Questa Europa è una europa che

 si nutre umiliando i deboli

 con leggi tutte sangue e lacrime

 mentre i loro conti in banca salgono

 

Non è la guerra tra i poveri

 l’Europa che immagino per me

 per questo ora voglio muovermi

 e fare in modo di coinvolgere anche te

 

E sbatterò i miei pugni su quel tavolo

 e urlerò tutta la rabbia che c’è in me

 E lotterò con le mie forze contro il diavolo

 del dio denaro che ha corrotto le anime

 

Questa Europa è una europa che

 non pensa ad unire i popoli

 le menti e le coscienze dicono

 le usano per atti ignobili

 

Il sistema è sempre più in pericolo

 ha paura di ciò che faremo noi

 metteremo il loro regno in bilico

 che alla fine crolla e vinciamo noi

 

E sbatterò i miei pugni su quel tavolo

 e urlerò tutta la rabbia che c’è in me

 E lotterò con le mie forze contro il diavolo

 del dio denaro che ha corrotto le anime”.

Dopodichè,  qualche volenteroso potrò passare col piattino a ritirare i generosi oboli che i credenti nella religione dei debiti infiniti e dei pasti gratis non avranno difficoltà ad elargire. Soprattutto perché quando si affrontano siffatte guerre di religione occorrono, oltre alle idee d’acciaio, anche molte risorse. Abbattere il diavolo del dio denaro che ha corrotto le anime è compito arduo e farlo senza mezzi risulterebbe proibitivo.  A questo proposito mi sembra di risentire i versi del citato Majakovskji, detto il cantore della Rivoluzione d’ottobre, il quale scrisse all’indomani del trionfo bolscevico: “finchè le mani serreranno un arma, comanderà un’altra volontà!”.

Sbattiamo i pugni sul tavolo della politica europea, allora! Quando saremmo riusciti a far volare gli asini e far fidanzare la Befana con Babbo Natale, allora forse la nostra rivoluzione economica e finanziaria sarà compiuta. Ad ogni popolo il suo giusto inno.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

9 Comments

  1. ciro says:

    Possono buttare tutti i pesticidi che vogliono i grillini e difficile che muoino .

  2. diego says:

    Ognuno di noi libero di pensarla come vuole dietro ad un simbolo ci sono sempre e comunque persone, padri di famiglia nonne, Mamme , figli e figlie,che vivono nel quotidiano una disperazione oramai insostenibile,espressioni facciali!? può essere quando si è ridotti a zombie,forse anche con una buona dose di ingenuità si aggrappano alla speranza. Con questo non difendo ne promuovo tal un movimento o partito che sia.Rendiamoci conto che siamo alla fame sarebbe ora di tirare fuori idee, ragionamenti costruttivi.
    per il resto!!? IN CULO ALLA BALENA di aria e commenti non si vive.

  3. lagodiseo says:

    La causa dell’indipendenza nelle mani del partito di Di Maio, di Di Battista e di D’Ambrosio? ahahahah

  4. Ke oror!

    Se almanco li gh’i n’ese scrita ona contro la Talia!

    Contro la Talia gnente ma contro l’Ouropa si, come se li mali taliani li fuse colpa de l’Ouropa, de staltri stati ouropei e de le xenti ouropee manco ladre e pì responsabili.

    Ke oror tuto talian!

    E li padani ke li ghe va drio, come anca çerti veneti endependentisti, ke li se la ciapa co l’Ouropa, anvençe de ciaparsela co li taliani ke li xe li veri responsabili de le dexgrasie venete.

    Ke oror!

  5. Diego says:

    ‘Sti grillini i gavarà tanti difeti, ma solo luri i gà dà indrio i schei, schei veri, no ciacole.

    • Andrea says:

      Infatti i soldi per i gruppi parlamentari se li sono tenuti… ed è facile rinunciare ad una cosa quando non ne hai diritto :^D

      Dovevano rinunciare alle diarie le PRENDONO quando potrebbero prendere solo 1000 € al mese standosene a casa e nessuno noterebbe la differenza :^D

  6. Maumi says:

    Caro Sergio
    ….se per te chi magari non la pensa come te è un poveretto…..non si raggiungerà mai l’indipendenza.
    Meno male che ci salverai dalla palude italiana con il tuo profondo pensiero politico

  7. Sergio Andreani says:

    I grillini sono dei poveretti…

    Inoltre hanno tutti la stessa espressione facciale….

Leave a Comment