La cantonata del Corriere sul Nobel che bandisce lo Stato assistenziale

nobel corriere
di SERGIO BIANCHINI – La notizia sul Nobel finisce a pagina 37 del Corriere e con un titolo ed un commento totalmente svianti. Angus Deaton viene definito economista anti-povertà cioè esattamente il contrario di ciò che è. Lui anzi sostiene che lo sviluppo ineguale è la base dello sviluppo. Lo sviluppo ineguale produce poi le spinte in avanti di tutto il sistema.
Su questo punto esattamente aveva sbagliato Lenin il quale prevedeva il crollo del capitalismo perché “incapace di evitare lo sviluppo ineguale”.
E l’esperienza sovietica ha dimostrato che l’uguaglianza senza sviluppo viene alla fine abbandonata. Al contrario la Cina ha dimostrato che lo sviluppo ineguale osservato e governato realisticamente funziona eccome.
Ma la nostra stampa deve solo fare la lode dell’assistenzialismo e tutto ciò è nascosto.
Il nobel glielo hanno dato “ma non per le sue visioni” più che altro perché “ha una sua logica..che soprattutto è basata sull’analisi dei dati…”
Che vergogna dovrebbero avere i nostri intelligentoni buonisti. Quasi quasi vado davvero a Parre nel bar dei gnuranc.
Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment