La burocrazia governa l’Italia. Leggi… appalti… e debito pubblico!

burocrazia - documentazionedi GIANLUIGI LOMBARDI CERRI – Si assiste con continuità al dibattito su riduzione tasse -riduzione del debito pubblico con le connesse tristi conclusioni:  non sono possibili queste due riduzioni senza intaccare pesantemente il bilancio dello Stato. Verissimo! Però appare molto strano che nessuno esamini la “via organizzativa”.

La TERZA VIA

Faccio questo sintetico esame come se mi trovassi, e mi ci sono trovato parecchie volte, davanti ad una qualsiasi organizzazione aziendale. Esaminiamo i punti chiave

Tasse eccessive > soluzione: aumentare le tasse

La soluzione corrispondente , in termini aziendali, sarebbe invece quella  aumentare gli introiti. Cioè vendere di più o  migliorare i  margini.

Eccesso di personale e/o personale di bassa qualità

Questo problema può essere risolto in sede pubblica, ma in tempi molto lunghi

Riduzione costi di struttura

Che significa ? Significa ridurre non le tasse, ma i costi di gestione della struttura statale. Perfino della gestione fiscale. Come? Premessa: i pessimisti dicono che in Italia sono vigenti circa 250.000 leggi, gli ottimisti 150.000 contro le 5-8.000 Leggi vigenti in nei paesi civili. Questo significa che i costi di gestione italioti sono mediamente quattro volte più elevati TASSE a PARTE di quelli degli altri. Ricordo che in Gran Bretagna l’intero pacco di Leggi prodotte (e ormai museate) dall’origine del Regno Unito ammonta a 74.000 leggi . Voi mi domanderete che fare?

Alcuni step determinanti

1.-Smettere di far scrivere Leggi e Regolamenti dai burocrati italiani che hanno esperienza organizzativa ed esplicativa pari a zero. Per contro hanno una mentalità contorta come l’elica di un cavatappi.

2.-Invece di continuare a produrre nuove Leggi, bisogna emendare le esistenti secondo criteri di Testi Unici, in vista basica di una riduzione dei costi di gestione.

3.-Ridurre al minimo indispensabile l’equivocità dei dettami.

I risultati dell’ ambiguità  si ritrovano  pari pari nei costi di produzione e gestione delle sentenze. Quanto si risparmierebbe? Moltissimo.

Prendiamo una qualunque procedura, anche la più banale e diamo una sia pure prudenziale valutazione del tempo perso per rispettare la norma, dei viaggi inerenti e dell’immenso volume della carta stampata inutilmente. Vi accorgerete facilmente che i costi sono di un ordine di grandezza superiore agli oneri fiscali. Volete un esempio? Fresco e banale. In Italia i detentori ufficiali di armi sono oltre 1 milione.

I carabinieri, da una eternità sono in possesso di un archivio, ricco e dettagliato. Aggiornato per obbligo di legge ad ogni nuovo acquisto. Lo scorso anno, trovata da premio Nobel della genialità, è stato rifatto il censimento.

Risultato. Ogni cittadino ha dovuto recarsi presso il medico di famiglia e compilare con lui un questionario di due pagine, questionario la cui lettura ha divertito per la  stupidità dei contenuti, il mio medico ed il sottoscritto.-

Con quel documento in mano ogni cittadino ha dovuto recarsi presso le sede provinciale  più vicina per essere sottoposto ad un altro interrogatorio umoristico

45 euro di tariffa + 16 euro di marca da bollo

Diciamo subito che mi è andato bene pagare la marca da bollo per rimpinguare le esauste casse dello Stato , ma 50+45 eurini più benzina e il tempo per andare e venire da medici e Carabinieri li vogliamo valutare prodenzialmente 5 euro? Bene! Il tutto fa giusto, giusto 100 euro che, moltiplicati per 1 milione di cittadini fanno ! 100 ML di euro. E questo per adempiere ad un obbligo assolitamente inutile. Voi mi direte : ma sei andato a pescare il pelo nell’uovo! Nossignori! Potrei scrivere una enciclopedia di peli.

Qualche perla.

-Quanto costa e quanto serve ( sempre tasse a parte) rinnovare la patente?

-Quanto costa ottenere il permesso di costruire una casetta ( casetta, non palazzo)?

-Quanto costa aprire una qualsiasi attività?

-Quanto costa ad un semplice stipendiato, possessore di un’automobilina e di un mini appartemento fare la dichiarazione dei redditi?

-Quanto costa (costa di pratiche burocratiche) affittare un locale ( di una sola stanza) per le vacanze?

E concludo per pietà. Quale è la differenza di costo tra un processo civile in Tribunale ed un processo civile in Corte arbitrale ? Sempre al difuori delle tasse da pagare.

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

7 Comments

  1. Castagno 12 says:

    Signor GIAN LUIGI LOMBARDI-CERRI, non è proprio il caso di perdere tempo inseguendo precisazioni e chiarimenti inutili.
    La disposizione del mio scritto (spostato sulla destra) e sotto al commento del sig.ALESSANDRO GUASCHINO non lascia dubbi: ho replicato al balordo, inconcludente ed inopportuno commento di detto signore. STOP !
    LEI, SIG. LOMBARDI-CERRI, anzichè allarmarsi per la mia replica a quel signore, penso avrebbe fatto bene AGGIUNGERE QUALCOSA DI SUO RIGUARDO ALLE DUE SEGNALAZIONI DEL MIO COMMENTO:
    ” IL COMPORTAMENTO DEL M5S NON PUO’ ESSERE SMENTITO. QUINDI CHE UTILITA’ AVREBBE LA SUA PRESENZA SULLA SCENA POLITICA ITALIANA NEI CONFRONTI DEL POPOLO STRAPAZZATO OLTRE MISURA ? DETTO MOVIMENTO E’ AL SERVIZIO DI CHI ? ”
    Io ho fornito delle PESANTI INDICAZIONI che, OVVIAMENTE sono finite nel TOTALE DISINTERESSE,
    LETTORI DEL QUOTIDIANO COMPRESI.
    IL BELLO E’ CHE TUTTI ASPETTATE L’INDIPENDENZA ! ! !

    • gian luigi lombardi-cerri says:

      Egregio Sig.Castagno, con tutta la gentilezza possibile, essendo il suo intervento, registrato dopo il mio, le ho chiesto se era indirizzato a me. Punto e basta. Quanto al resto , anche se di cultura nettamente inferiore alla sua credo di saper ben io che dire e che tacere.

      • Castagno 12 says:

        Caro Senatore, per la precisione, la mia REPLICA , oggetto del contenzioso, era subito sotto al commento di Alessandro Guaschino e SOLO A QUELLO SI RIFERIVA.
        Inoltre Lei non aveva parlato di Svizzera quindi io NON MI RIFERIVO AL SUO ARTICOLO.
        Non ci potevano essere dubbi in merito, nè malintesi.
        Tutto qui.

  2. Castagno 12 says:

    Riguardo al “GOVERNO DELL’ITALIA” si può prevedere il passaggio delle consegne.
    Una settimana dopo la comparsa di Beppe Grillo sulla scena politica italiana avevo scritto ciò che poi ho successivamente ripetuto: “Credo che la sua presenza, voluta dal Sistema, abbIa la funzione di tenere calmi gli italiani GRULLI, di far pensare che c’è del “NUOVO”, che si possa sperare nel cambiamento. Precauzione superflua perchè il popolo italiano non ha nessuna intenzione di protestare CONCRETAMENTE”.
    Il M5S che aveva il programma di MANDARE A CASA i politici che ci governavano si è poi accomodato nell’attuale SISTEMA che ci sta eliminando, anche portandoci in casa gli invasori.
    A seguire un paio di conferme:
    1) scrivere su Google “SOROS BISIGNANI”
    poi sulla pagina chiamata, clic sul blog “LUIGI BISIGNANI: DIETRO IL M5S CI SONO CIA, SOROS E GOLDMAN SACHS”.
    2) Scivere su Google “CHIARA APPENDINO BANCHE ISLAMICHE”
    poi, sulla pagina chiamata, scegliere un paio di blog, a piacere.
    .
    Quindi il MOVIMENTO 5 STELLE che pensa di poter vincere le prosime elezioni, ora si adopera per sistemare al meglio gli invasori.
    Ciò che ha segnalato Internet, trova conferma nel fatti.
    Le persone di buona volontà dovrebbero usare il loro pc PER PASSARE PAROLA.

  3. Alessandro Guaschino says:

    Da anni sono sostenitore dell’idea che l’unica maniera per risolvere velocemente e definitivamente i problemi sia quella di copiare tutto dalla Svizzera, tutto già esistente e collaudato, paese funzionante, ai primi posti della classifica mondiale della felicità la cui prima voce del Pil non è il turismo o il settore finanziario bensì quello manifatturiero, come la Padania.
    Copiare dalla Svizzera vuol dire copiare la sua Costituzione con il federalismo, il multilinguismo. Vuol dire copiare le sue leggi, poche e ben scritte. Vuol dire avere una bassa pressione fiscale, vuol dire demandare tutto ai Cantoni, avere dipendenti pubblici in rapporto di 1 ogni 60 abitanti (in Italia 1 ogni 17), avere pensioni private e non un carrozzone che regala pensioni sociali, babypensioni, pensioni d’oro, false pensioni d’invalidità, cassa integrazione per anni ad aziende decotte, vuol dire avere una sanità efficiente e privata, vuol dire avere regole certe e rigorose sui clandestini, vuol dire avere poca burocrazia. In poche parole copiare dalla Svizzera vuol dire eliminare tutto il baraccone mafiosoarabizzanteterzomondista messo in piedi in Italia.

    • Castagno 12 says:

      Da anni Lei ha avuto la possibilità di sapere e DI CAPIRE come stanno le cose.
      Li legge gli articoli ed i commenti postati su questo Giornale ?
      Lei ha fatto una proposta SPIRITOSA che è fuori dal mondo, fuori dalla realtà.
      Punto primo: se l’italia volesse copiare il modello Svizzero, dovrebbe chiedere l’autorizzazione ALLO ZIO SAM.
      Lei, al pari della STRAGRANDE MAGGIORANZA del popolo italiano, non ha ancora capito, O NON VUOLE CAPIRE che in italia NON COMANDANO, NON DECIDONO GLI ITALIANI.
      Inoltre le popolazioni dei 26 Cantoni svizzeri presentano una omogeneità inesistente fra le 20 Regioni italiane.
      IL FEDERALISMO non è assimilabile ad un piatto di spaghetti che qualsiasi affamato può mangiare.
      IL FEDERALISMO non è applicabile ovunque CON SUCCESSO.
      Lei provi a calzare una scarpa ed una ciabatta: vedrà che il Suo incedere farà il paio con il Suo commento.
      Per chiudere questa replica, per me indigesta: MA COME PUO’ PENSARE CHE LE LEGGI E LE NORMATIVE ADOTTATE IN SVIZZERA POSSANO ESSERE APPLICATE E RISPETTATE DAL POPOLO ITALIANO TUTTO ?
      In Svizzera rispettano la Costituzione che qui VIENE COSTANTEMENTE VIOLATA DAI POLITICI: portano la guerra oltre i nostri confini, non difendono i confini nazionali, hanno autorizzato le ingerenze straniere nei nostri cieli (Scie Chimiche – aerosol tossici), non rispettano il popolo che dovrebbe ESSERE SOVRANO, e via così.
      Cosa Le occorre per capire che il popolo Svizzero è molto diverso da quello italiano ?
      NON LO SA CHE LA SVIZZERA NON E’ NELL’UE ?

      • gian luigi lombardi-cerri says:

        Sig Castagno,
        il LEI a chi è riferito ? A me Lombardi-Cerri o a qualcun altro. Se fosse riferito a me guardi che io non ho parlato di Svizzera.

Leave a Comment