La Brexit è un dono di Dio

brexit2

di MARIO DI MAIO – La Brexit non è un pericolo, ma è in pericolo perché i poteri forti stanno mobilitando i media per ribaltare il sondaggio che la da’ in testa di 10 punti a 10 giorni dal referendum. In realtà, più che per gli inglesi, già tutelati dalla sterlina e dalla normativa ampiamente derogatoria di cui godono in Europa, la Brexit è un dono di Dio per gli altri europei, a suo tempo strappati alla Cee e incastrati nell ‘UE, sotto la sovranità dell’ euro, cioè del dio denaro, ossia lo sterco del demonio. Il denaro deve tornare ad essere un mezzo che attraverso le banche arrivi alle imprese, sostenendone l ‘attività frutto del lavoro di imprenditori e dipendenti. Non può essere un mezzo per comprarle e venderle formando enormi agglomerati che condizionano popoli e governi a vantaggio di pochi privilegiati, “cittadini del mondo “. La Brexit mette finalmente in discussione l ‘UE, che non è quella dei padri fondatori della Cee, ma il suo esatto contrario. Per rivitalizzare le nostre radici inaridite e rianimare la nostra economia boccheggiante dobbiamo quindi pregare in ginocchio che questo dono ci venga fatto.

 

Print Friendly

Related Posts

One Comment

  1. Padano says:

    Un dono di Dio… Esageruma nen!!

Leave a Comment