Altro che la ministra Kyenge, io sto con Dolores Velandro

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Egregio direttore, della vicenda della signora Dolores Valandro, espulsa dalla lega nord per aver postato sul suo profilo facebook una frase provocatoria sulla ministra di origini congolesi del governo italiano, mi hanno indignato soprattutto i commenti e i comportamenti dei dirigenti della lega. La signora Dolores, leghista veneta e militante storica, era da tempo molto critica con i suoi vertici, soprattutto con il suo segretario nazionale Tosi: il “leghista” più tricolorito della storia leghista.

L’avevano già sospesa e aspettavano solo un passo falso per farla fuori dal partito definitivamente, l’occasione è arrivata appunto, con quel suo post in FB, un post come migliaia di altri sull’argomento Kyenge, ma che, guarda caso, stavolta è finito su tutti gli organi del fazioso sistema di informazione italiano; una tecnica che nella lega nord è molto usata per far fuori le persone non allineate al capetto di turno, era stata usata anche per far fuori me alla fine del 2008, tecnica che però non ha portato bene a chi mi ha voluto “far fuori” non porterà bene neanche a chi a “fatto fuori” Dolores.

Ormai in questo stato, la libertà di parola e di espressione è stata abolita da leggi che hanno la presunzione di tutelare le minoranze, ma che in effetti hanno dato al sistema il potere di perseguire, in modo del tutto arbitrario, chi non potendone più alza la voce per dire: basta!! Basta a questa società sempre più favorevole verso gli immigrati e sempre più coercitiva verso gli italiani.

La lega nord doveva, quando era al governo, abolirle quelle leggi e invece non solo non ha fatto niente ma addirittura ora si comporta come i rappresentanti dei partiti romani, difende chi ci vuole annientare e gli porta la testa di chi alza la voce per non essere annientato, un vero schifo, e pensare che molti in lega hanno fatto carriera proprio sull’onda di proclami a sfondo razzista, a partire da Tosi, diventato famoso per la vicenda: zingari di Verona.

Lo stato, molto debole con la mafia e i criminali in genere, su queste cose si scatena e pare che, su denuncia di qualche “buontempone” , qualche solerte magistrato abbia aperto un fascicolo e la digos stia indagando su quel post di FB, che secondo me è stato solo mal interpretato; siamo invasi da criminali di ogni genere e lo stato persegue i reati di opinione con il benestare dei “leghisti”.

Per dimostrare la mia vicinanza alla signora Dolores, che considero una vittima del sistema: ”lega 2.0”, mi sono iscritto su facebook al gruppo: “io sto con dolores” e invito tutti i militanti mantovani, o almeno quelli che si sentono ancora leghisti, a farlo.*

Roberto Lamagni, già candidato sindaco di Castel Goffredo – “leghista nell’anima”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

60 Comments

  1. Giacomo Consalez says:

    Complimenti alla Velandro e a tutti i suoi sostenitori. Avanti così verso lo zero per cento. 25 an de gent che la vosa me di strascée e l’ha portàa a cà nigòtt, a parte una montagna di nuove tasse. Grandi. Grande classe dirigente rivoluzionaria. Vedo che continuate a darmi ragione sul respiro culturale e sulle prospettive del padanismo.

    Apriamo le ventanas, qui c’è odore di chiuso.

  2. luigi bandiera says:

    Ma me ne viene in testa un’altra.

    Se noi ad ogni attacco nemico condanniamo i nostri militi_anti, con che esercito combatteremo contro il nemico..??

    Se il nemico spara kazzate o poregramate (da porigrami) noi (i due maro’ insegnano) non dobbiamo nemmeno con un gesto assecondarlo..!!

    Come possiamo pretendere di vincere se ASSECONDIAMO IL NEMICO..??

    DICO, SCRIVO: NEMICO e NUMERO UNO..!

    Se queste cose non le avete presenti e ben in testa, col kax che avremo l’INDIPENDENZA..!

    Quindi, appena sentite che attaccano uno della Padania o dell’Alpinia o della LAGUNA o quello che volete, la prima cosa da fare e’ rimanere INDIFFERENTI..!

    Come il pugile che incassa ma non da segno di sofferenza..!!
    C’e’ un perche’: mai dare messaggi al NEMICO (vero) che per i suoi colpi che ti ha dato stai soffrendo da morire.
    Se gli dai sti kax di msg lo aiuti a DEMOLIRTI..!

    Io avrei, se fossi stato il segretario politico della lega nodde, detto che: la signora ancora non ambientata, ha stracapito. Sa il talibano circa come me venetho.
    Infatti e’ straniera come me che sono VENETHO..!

    La Dolores voleva dire, altra interpretazione, l’opposto di quello che ha capito la signora. Cioe’, perche’ la sorte e’ sempre contro di noi a mai contro quelli che ci governano..??

    Se i governanti potessero provare le nostre sofferenze, forse, farebbero approvare leggi piu’ a noi favorevoli. Si, la colpa e’ di quei BUNGA BUNGA signori e signore che VOTANO LE LEGGI TAGLIAGOLE..!

    E sempre da segretario, avrei fatto un rinfresco per congratularmi per, non la frase magari un po’ fuori posto politicamente parlando, ma centrata nel senso. La avrei promossa come si promuovono i militari quando feriscono o fanno una azione di DISTURBO VALIDA.

    Ma in lega noddddde, non ci si rende conto che il NEMICO suo e’ sempre lì pronto a sparare e a mandare polizia politica nella sede…
    Maroni fu bastonato pure, ma era a pro talibananìa per caso..? Fu fuoco amico..??

    Poi si puo’ anche dire che i militanti vengono giudicati e condannati dalla segreteria col direttivo riunito assieme. Come facevano i PELLIROSSE..!

    Io, condanno o assolvo, uno appartenente al mio popolo. Che non e’ quello talibano.
    Detta cosi’ da porogrameto democratico.

    IO STO CON DOLORES..!!

    Perche’ fin che non capitera’ il male a chi comanda o e’ importante NON SI MUOVERA’ FOGLIA… che DIO NON VOGLIA.

    Va ben, la ho un po’ rotta… sta kax di frese fatta.

    Tuttavia:

    MINOTAURIS…
    Di cielo…
    Di terra…
    Di mare…
    e di stronx…

    Se non farete cerchio, come lo fecero i pionieri per difendersi dai pellirosse, SOCCOMBERETE tout court.

    Amen

  3. luigi bandiera says:

    Dov’e’ quello che dice che si puo’ dire quel che si vuole e in liberta’ qua in TALIBANAìA..??

    Per esempio:

    Tito Livio 21 Giugno 2013 at 7:53 am #

    Ma cossa me toca sentir… te poi dire queo che te pare ma se te offendi l’onore de na persona e a so dignità no te si drio esprimare un pensiero ma na offesa gratuita perchè se te ghe na critica te entri nel merito e no te serve e offese che xe el classico modo de rispondare de zente che no ga gente da dire.

    Tito (YU?),

    puntualmente e’ arrivata la smentita su quello che dici.

    Vai ad aprirti l’url qua sotto e poi dimmi che mi sbaglio sempre.

    Io non le vorrei mai indovinare perche’ sono DELETERIE..!!

    Capisci o salto come un grillino di palo in frasca..?

    http://www.liberoquotidiano.it/news/spettacoli/1266756/Rai–Pargone–L-Ultima-Parola-fuori-dal-palinsesto.html

    Preghiamo

  4. silvia says:

    E’ proprio vero il motto “padovani gran dotori”. Pensa cosa direbbero di te i giovani fra 10 o 15 anni se la tua nazione non riuscisse ad ottenere l’indipendenza:)

    • luigi bandiera says:

      Silvia,
      ma jera soeo par via dea skuoea alta ke ghe jera a Padoa (sciopon), pa star sora ea merrddd evidentemente.

      Da quei ALTI FORNI ea’ vien fora de tuto…!

      MOSTRI par fin… e ma tanti TAIBANI..!

      No serve ndar in medioriente, basta entrar ea’ e te deventi konbatente tout court.

      Ma kax, se no i xe komunisti suito i deventa podopo.

      De seguro konbatenti… pa i altri i dixe… no pa ori..!

      AREMO EL KANPO FIN KE SEMO IN TIEMPOS..!!

      Stame senpre in saeute…

      • Silvia says:

        Luigi, io mi riferivo solo a Tito Livio, che in un altro forum (Regno delle due Sicilie) si fa chiamare “Veneto impenitente”:)

        Nulla da dire per l’università di Padova che ha un prestigio da secoli, per carità

  5. Roberto Porcù says:

    Chenché se ne dica, la Lega è morta e coloro che parlano per lei sono zombi che son lì solo per mangiare alla greppia dello stato.
    I contribuenti italiani sono sanzionati dalla UE per le carceri stracolme, ma se da esse, con un colpo di bacchetta magica, eliminassimo gli extracomunitari venuti in Italia per delinquere (ed arrestati ché altri continuano a farlo ancora a piede libero), le carceri italiane rientrerebbero abbondantemente nei parametri europei e Pannella non avrebbe più motivo di rompere i coglioni.
    Evviva il Ministro della Repubblica Kyenge, e chissà che la sua presenza nella Casta servirà a svegliare i Cittadini italiani!

  6. legn de Balìs says:

    Una frase infelice, probabilmente frutto frettoloso della scarsa dimestichezza con la lingua ufficiale e dell’ estrema semplificazione intellettuale, scritta da una consigliera di quartiere di un capoluogo di provincia ha suscitato e continua a suscitare, a quel che leggo, un vespaio !

    Sarebbe bastata una tiratina d’orecchie degli uni ed un ammiccamento degli altri…..invece no, si è scatenata la guerra civile !

    Quanti padani han tempo da perdere !

  7. Bruno Giordan says:

    Io sto con Dolores senza se e senza ma. Basta con la correttezza politica.

  8. Tito Livio says:

    Quindi qualcuno sta con un persona che ha detto:
    “Ma mai nessuno che la stupri così tanto per capire cosa può provare la vittima di questo efferato reato? Vergogna!”.
    Sono padovano, so cosa significa passare in certe zone della città come stazione (e in particolare cavalcavia Borgomagno), Portello, Piazze la sera ecc ecc non sono d’accordo con il ministro in questione per quanto riguarda lo ius soli (per me si dovrebbe fare come in Germania) ma non per questo auguro ad un persona di essere stuprata! ma ci rendiamo conto? e qualcuno è così fuori di melone da stare dalla parte di questa signora? vorrei vedere se dicessero la stessa cosa di vostra madre o delle vostre sorella. E per la cronaca questa è diffamazione e non è esprimere il proprio pensiero cosa che si può fare senza offendere la dignità dell’interlocutore. Comunque si dimostra
    la profonda ignoranza e cretineria di molta gente dentro la lega e di parte dell’elettorato ma chissà perchè da gente che per 15 anni ha votato questa lega e si è bevuta tutte le palle di Bossi e co. non mi stupisce e poi parliamo di indipendenza da Roma, io direi di renderci indipendenti prima dalla stupidità.

    • lory says:

      certo con un none e cognome romano puoi dire tutto quello che vuoi.

    • elio says:

      padova è finita male perchè i padovani come te sono troppi, altro che ignoranza della lega

      ma non vale solo per padova..purtroppo

    • Silvia says:

      No, io rispetto quelli che hanno votato la lega, perchè ci credevano nonostante tutti i proclami di Bossi e gli intrallazzi di via bellerio. Quelli che la votano ancora adesso è perchè non saprebbero cos’altro votare, perchè è dura, credo, abbandonare qualcosa in cui hanno creduto per molti anni, sopratutto per quelli più anziani. Se ragioniamo così allora sì che questo sito diventa solo un luogo per poche persone che si parlano tra loro e si ritengono superiori agli altri. Non siamo noi e loro, siamo noi e basta.

      • Tito Livio says:

        Credere obbedire combattere è così che si cambia il mondo, l’ho già sentito sto motto.Sinceramente non provo nessun senso di comprensione con chi ha votato lega negli ultimi 10 anni e adesso si lamenta che tutto va male non c’era niente di meglio da votare? bene non è una buona ragione per votare dei clown.

  9. Mah says:

    La Lega al governo non doveva abolire quella legge….ma la Lega al governo ha mai contato qualche cosa?

  10. Silvia says:

    Ma la ministra Kyenge, oltre a sbandierare ai quattro venti che qui c’è posto per tutti, lo sa che ha la responsabilità morale di tutti quei morti annegati nel mediterraneo?

  11. Gian says:

    anch’io sto con Dolores anche perchè il suo non era un invito a stuprare la Kyenge, così per pura cattiveria, come malignamente hanno fatto credere in molti giornalisti e politicanti di bassa “lega”, leghisti e non leghisti, bensì voleva dire che chi difende a tutti i costi i delinquenti dovrebbe provare cosa significa subire certi crimini così la smetterebbe di difenderli. Solo che i ministri hanno scorte pagate da noi e a loro certe cose non capitano. Purtroppo ha espresso male il suo pensiero che nei termini in cui l’ho esplicitato io è condiviso da milioni di persone ed è sacrosanto, così ha prestato il fianco alla polemica, Tosi ci si è buttato a pesce e a colto la palla al balzo per regolare vecchi conti in sospeso.

    • Tito Livio says:

      “Ma mai nessuno che la stupri così tanto per capire cosa può provare la vittima di questo efferato reato? Vergogna!”.

      Infatti si evince chiaramente che volesse dire altro,poveretta
      l’hanno fraintesa.

    • Tito Livio says:

      Ma se persino Bitonci che non è tosiano ha detto che è giusto cacciarla!

  12. max says:

    DA PARTE MIA SOLIDARIETà ANCHE ALLA PIDDINA.

  13. Albert Nextein says:

    Nella mia vita queste due, con le loro fregnacce, la loro personale prosopopea, la loro azione, non cambiano un bel tubo.
    Non mi interessano, e non me ne fotte di quello che sostengono.
    Io penso e faccio a modo mio.
    Loro, che si arrangino.
    E non rompano.

  14. massimo trevia says:

    anche io sto con dolores!!!!!!!!

  15. Franco says:

    Sottoscrivo quanto scritto da Roberto: stò con Dolores!

  16. lory says:

    intanto la consigliera del PD di Prato a detto ” STRANIERI DOVETE TUTTI MORIRE ” ovviamente si riferiva a quelli che delinquono noi non vogliamo questo,però vogliamo mandarli a casa loro a calci nel sedere che piaccia o non piaccia al buon Mosè un antirazzista che scrive spesso commenti su questo giornale che spesso dice troiate a non finire..

  17. nick says:

    CONDIVIDO TUTTO QUANTO.

    E’ scandaloso che la Velandro non sia stata libera di esprimere il proprio parere su di una questione in cui la maggior parte dei cittadini la pensa esattamente come lei!

    • Tito Livio says:

      Maggior parte di chi la pensa come lei e su cosa? sulla frase credo nessuno perchè ha detto una bestialità da cui tutti hanno preso le distanze se avesse avuto una critica da fare non occorreva offendere la persona. Ma poi con che faccia una che fa parte della lega nord critica una che è ministro da poco tempo quando per anni il partito dei padani è stato al governo ? e cosa hanno fatto se non promesse per imbonire il popolo bue? esprimersi non significa offendere e mi stupisco di come tanta gente non ci arrivi.

  18. elio says:

    ma poi lo sapete che il gruppo è stato chiuso? fateci un bel articolo, cazzo!

  19. elio says:

    non mi esprimo sulla velandro o sulla kienge,…ma chi è quel cazzone che ha fatto ministri la kienge la idem e zanonato?

    • luigi bandiera says:

      elio,
      no comment.

      Qua vige la regola della liberta’ limitata.

      Provate a fare quel che scrive o recita l’art.21 e ne vedrete delle belle.

      Se scrivi al presidente residente in colle devi mettere tutti i tuoi dati di REPERIMENTO o di residenza. Altrimenti, cestinano. E FANNO BENE..!!

      Ma se io do i miei dati di cui la mia responsabilita’, perche’ mi trovo censurato..??

      Me lo spiegate..?
      Capiremo se un di’ li vorremmo nostri capi..!

      Beh, io sto con la DOLORES e se fossi giudice condannerei chi la ha espulsa all’ESILIO..!!

      E’ come dire di dare la colpa a CASSANDRA se TROJA, va ben, tutto al femminile l’e’, e maschile mai..?, e’ stata ELIMINATA DALLA FACCIA DELLA TERRA..!!!

      Ohooo…

      MA CI SIETE O CI FATE..???????????

      Mi sa che dobbiamo ARARE IL KALZINO E NON RIFARLO..!!!!!!!!!

      Ma, so come finira’ se andra’ in porto il nostro sogno: sara’ solo un cambio di personaggi..!
      Il resto rimarra’ TALE E QUALE: i mone sotto e i furbini sopra..!!

      Pero’, da non sapiens, mi posso sbagliare e rompere i coglioni, come diceva uno… qualche giorno fa.

      Leggo che ci sono troppi presupposti NEGATIVI, altro che il sottoscritto il negativo.

      Preghiamo.

      • Tito Livio says:

        Ma cossa me toca sentir… te poi dire queo che te pare ma se te offendi l’onore de na persona e a so dignità no te si drio esprimare un pensiero ma na offesa gratuita perchè se te ghe na critica te entri nel merito e no te serve e offese che xe el classico modo de rispondare de zente che no ga gente da dire.

        • luigi bandiera says:

          Tito Livio,

          el me fisio xe de no ofendar mai.
          In caxo ghe giro tanto torno, anca co i me ofende mi no ghe replico col steso metro.

          Par exenpio go sgrafa’ su libero… jera par via del Silvio e i so raporti co i giudici.

          Go dito sul titoeo na roba, sul testo go meso ea me idea sensa ofendar, ma el comento nol go visto.

          Fortuna me sonti dito chel se ciama libaro.

          Ma anca sul giornal no i te pasa e nostre monae, soeo e soe e quee de i amiconi probabilmente.

          Ripeto, mi go’ el visio de non ofendar e xe pi’ fasie che i me ofenda.

          Dognimodo quel art.21 xe come tuti kealtri: i konta soeo par i potenti.

          Ripeto: l’italia e’ una repubblica (?) democratica (?) fondata sul lavoro: de KEALTRI..! (ghe zonto mi).
          La sovranita’ (?) appartiene al popolo (?) che la esercita COME VOL ORI..!! (ghe zonto mi).

          UN RE NON SI FARA’ MAI UNA LEGGE CONTRO..!

          Prima roba, nialtri non demo a farse e leggi ma e le fa chealtri e vustu che e sipia par nialtri..??

          PA TEGNERNE SOTTO SI e xe par nialtri. Altrimenti no. No e val par ori.

          Pero’, come xe sgrafa’ in altro posto, i ne ga fato e i ne fa credar che semo LIBARI..!

          Come ea studentesa che ga dito ke ea ghe par de esar libara in sto stato komunista e pien de minotauris, ghe zonto mi.

          Va ben, tanto no risolvemo gnente eo steso.

          Saeudi.

    • Veritas says:

      Bravissimo Elio! Non siamo tutti quanti popolo bue, mii permetto di dire che il grande Giovanni Sartori, pochi giorni fa, ha scritto sul Corriere della Sera un articolo proprio sull’argomento: innanzitutto ha criticato e piuttosto aspramente la ministra Kienge sia per la mancanza di conoscenza della lingua italiana e poi per la questione su cui tantro insiste dello jus soli.
      Ma soprattutto ha criticato l’attuale premier Letta che, pur avendo una buona conoscenza del personale politico attuale, ha ingaggiatro una buona metà di ministri che non sono affatto competenti nelle materie di cui si devono occupare.
      Sono tutte cose che io e parecchi amici miei avevamo già capito ma non abbiamo la possibvilità di far sapere. Quindi, con l’occasione, ringrazio anche sentitamente il Prof. Giovanni Sartori.
      E trasmetto la mia solidarietà alla Sig.ra Velandro avendo ben presente il numero di stupri effettuati in questo paese dagli extracomunitari che con quella frase lei ha voluto ricordare.

  20. Bruptu says:

    Finchè non si usano espressioni sterili tipo “sporco negro” e altre sparate becere di questo genere non c’è nessun insulto nè nessuna ragione di invocare il razzismo e la censura.

  21. RENATO says:

    LA VALANDRO GA’ SBAGLIA’ PARTITO , CITTA’ ( PADOVA) FORSE SE FAXEVA PARTE DE FORZA NUOVA STE ROGNE NON GHE CAPITAVA , MA SICCOME LA FAXEVA PARTE DEA LEGA NORD CHE I VIVE IN PARLAMENTO DA NA VITA , E I SE MASTURBA NELLE POLTRONE DEI PALAZZI REALI DEI COMUNI E REGIONE E ALLORA ….FORA DALLE SCATOLE LA VALANDRO .

    • Tito Livio says:

      No go capio el sense, se o dixea un fassisteo non avrebbe avuto problemi? Le ricordo il vespaio che ha suscitato una scritta fuori dal Liceo Cornano qui a Padova poco tempo fa. Ergo l’avesse detto qualsiasi persona di qualsiasi partito avrebbe fatto scalpore ma doveva per forza essere una leghista tanto per toccare nuove vette di civiltà.

  22. Garbin says:

    incredibile, ci stanno propinando il reato d’opinione come in una dittatura qualunque.

    • Tito Livio says:

      Ma che reato d’opinione si chiama diffamazione ed è giusto punirla vorrei vedere se queste parole fossero state scagliate contro una persona a lei cara.

      • Chiara says:

        Tu TL parli di diffamazione ma non ne conosci minimamente il significato se lo usi per questo caso.Si può solo parlare di reato d’opinione che nella tua “democratissima” italia non dovrebbe esistere.

        • Tito Livio says:

          Ma quanto giuristi in erba! dai su spiegatemi perchè non è diffamazione o perchè non chiaramente una frase nata in un contesto xenofobo, sono curioso di sentire le argomentazioni al riguardo. Chiara forse non lo sai ma il reato d’opinione non esiste ma se non arriviamo a capire che la frase detta da questa signora è offensiva oltre ogni limite cosa vuole che le dica? ripeto mi auguro solo che non lo dicano mai nei confronti di un suo caro che ne so , per far un esempio: Chissà che stuprino la X perchè così capirebbe come ci si sente. Comunque è triste che non si arrivi a capire un concetto così elementare eh.
          Saeudi.

        • Tito Livio says:

          P.s Chiara, questa è la posizione della Corte di Cassazione su Diffamazione e Ingiuria:
          “la potenzialità offensiva di una determinata espressione non può essere valutata in astratto, ma deve essere contestualizzata ed apprezzata in concreto, in relazione alle modalità del fatto ed a tutte le circostanze che lo caratterizzano. Se l’epiteto in questione appare, astrattamente, di debole portata offensiva, deve però rilevarsi come nel contesto dei fatti esso fu idoneo a manifestare un disprezzo lesivo del decoro della persona, tanto più in quanto diretto verso un minore di età e in presenza dei suoi coetanei (confermata la condanna per ingiuria inflitta ad una donna che aveva dato dello “scioccarellino” a un ragazzo)” (Cass. Pen. 16.06.2011 n. 38297).

          e in particolare sul caso in questione:

          “la critica politica – come del resto anche quella sindacale o artistica – essendo espressione di una valutazione personale, non necessariamente deve essere obiettiva e può anche essere molto aspra ed essere rappresentata in modo suggestivo anche per catturare l’attenzione di chi ascolta, ma è altresì vero che la critica, che deve essere sempre espressa in modo continente e non deve trasformarsi in un puro attacco personale, deve poggiare su un dato fattuale vero; si vuol dire cioè che si è liberi di interpretare un fatto o una condotta, ma il fatto e la condotta che vengono criticati debbono essere veri, altrimenti non può parlarsi di corretto esercizio del diritto di critica” (Cass. Pen., 11.11.2011 47037).

          Esprimersi si può , augurare lo stupro altrui no penso che una persona di buonsenso sia in grado di capirlo.

      • liugi says:

        La “diffamazione” è un concetto talmente vasto che tu potresti dire “secondo me X è uno stupidino” ed essere giudicato in un processo penale. Dietro lo schermo della “diffamazione” vengono celati reati di opinione belli e buoni.
        Con ciò non voglio difendere la frase contro la Kienge, e sono ben contento che la responsabile sia stata tolta dai suoi incarichi, solo che fare muovere la magistratura per una sciocchezza del genere secondo me è immorale.

      • luigi bandiera says:

        Tito L,

        io ho scritto cosi’:
        fin che non capitera’ ad una persona che conta (importasnte) non si MUOVERA’ FOGLIA.

        Il senso e’ uguale se leggiamo cosa si intende esprimere.

        Non e’ un’offesa.

        E lo conferma un fatto recente: Los Rokas…

        Fin che erano interessati dei porigrametti cioe’ gente comune, non si vedeva muoversi foglia.
        Successe ai MISSONI…
        E come se la foglie o le foglie si sono mosse..!

        Ma si preferisce STRUMENTALIZZARE ANCHE LE METAFORE..!!

        Sto con DOLORES.

        E non stimo piu’ chi l’ha espulsa.

        An salam

        • Tito Livio says:

          Ligi no capisso queo che te dixi te passi de paeo in frasca : ) mi no me intaresa se xe coinvolti potenti o manco mi parlo de sto caso qua e UMAMAMENTE parlando (se ga oncora un significato el termine umanamente) no posso stare daea parte de una che no xe d’acordo co nantra pa question politiche eora ghe auguro de esare stupra! dai ndemo Luigi potente o no xe na frase schifosa da dire.

          • luigi bandiera says:

            Tito L,

            se dixe anca PROVAR PAR CREDAR… steso senso.

            Se te provassi a esar quei de GORGO AL MONTICANO… te savarissi anche RIMEDIAR…

            Cioe’, podemo girarla come voemo..!

            A Dolores no ghe ga augura’ el mal, ma soeo dito se te provassi forse te savarissi reagir e far de conseguensa.

            Ndoe kjax xeo mo el mal..?

            E co se xe omeni o done publisi serte robe e te casca in testa o in tee coste..!

            Saeudi e saeute senpre…

            Ah,
            dixemo che se a dixea come go scrito mi no a saria stada aditada.

  23. Dan says:

    La morale è smetterla di alza la voce, semplicemente agire.

  24. Miki says:

    Io no. Per il semplice fatto che certe dichiarazioni sono da ospedale psichiatrico: imbarazzanti se le avesse fatte un qualunque sostenitore della Ln; ancor più gravi fatte da chi ricopre un ruolo dirigenziale (piccolo o piccolissimo nn importa) dentro il partito.
    Come insegnava Schopenhauer insultare è un arte,e quindi certe cose vanno lasciate a chi lo sa fare da vero artista, come Borghezio.
    (Che poi Mtv abbiano preso la palla al balzo è come dire che il sole tramonta a ovest).

  25. Tito Livio says:

    Frase provocatoria? non offensiva, volgare, priva di ogni senso. Se era già sospesa stimo chi l’ha sospesa perchè di fenomeni da baraccone la lega è piena infatti è 20 anni che intrattengono i “padani”.

    • caterina says:

      è una esspressione d’impeto, che tutti e anche di peggio diciamo politici e non, solo che una volta scritta su un giornale, come al solito diventa fonte meravigliosa di disquisizioni dotte razziste antirazziste penali giuridiche e via dicendo perchè i giornali bisogna riempirli e di polemiche appunto ci mancava questa… in fondo di che si nutre la politica al giorno d’oggi?

Leave a Comment