Kung: “Il Papa ha occultato i casi di molestie sessuali”

di REDAZIONE

Il passo indietro annunciato da Benedetto XVI e’ una buona notizia, perche’ ”cambiera’ il modo di guardare al papato”. Ma anche perche’ e’ il passo indietro di un papa che ”e’ stato coinvolto primariamente nell’occultamento dei casi di molestie sessuali”, quando era prefetto della Congregazione per la dottrina della fede.

Non ha molti dubbi in proposito Hans Kung, teologo svizzero, sacerdote cattolico e noto, duro, critico del conservatorismo nella chiesa. Papa Ratzinger, secondo Kung, e’ stato responsabile del silenzio sulle molestie sessuali sui minori, predicato ai vescovi quando era prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, proprio l’istituzione che revoco’ al teologo contestatore la missio canonica nel 1979 (anche per aver messo in dubbio l’infallibilita’ papale). ”Non si e’ mai pronunciato in proposito, ne’ ha biasimato i vescovi irlandesi. E non si e’ mai presentato dicendo di essere il principale responsabile per quella riduzione al silenzio”, ha detto Kung in un’intervista che l’emittente televisiva tedesca Phoenix trasmettera’ domani. Il teologo – contrario al celibato per i religiosi e fautore dell’ordinazione delle donne – si riferisce in particolare alla nota vicenda legata alla lettera De delictis gravioribus, redatta nel 2001 e indirizzata a tutte le gerarchie ecclesiastiche. Il testo, firmato proprio dall’allora prefetto Ratzinger, modificava un documento del 1962, il Crimen Sollicitationis, e in un passaggio affermava che i casi di delitti piu’ gravi, tra cui gli abusi sui minori, ”sono soggetti al segreto pontificio” nella normativa canonica.

Proprio per quella lettera nel 2005 Ratzinger – che Kung aveva conosciuto personalmente ai tempi del Concilio Vaticano II – fu citato in giudizio, da prefetto, per intralcio alla giustizia nell’ambito di un processo che si stava svolgendo in Texas, su tre casi di abusi su minori commessi da un seminarista colombiano. Benedetto XVI si avvalse allora dell’immunita’ diplomatica visto che nel frattempo era diventato papa, evitando di andare a deporre. Ma non e’ solo per quei silenzi che Kung vede con occhio molto critico il pontificato di Ratzinger: il papa ”ha preferito scrivere libri piuttosto che guidare la chiesa”, ha sostenuto il teologo. ”E se si considera quel che ne e’ venuto fuori, non ci si puo’ rallegrare. Fondamentalmente e’ stato un pontificato ‘in panne’ e pieno di occasioni mancate”. Per Kung – che e’ stato ricevuto ”amichevolmente” dal papa a Castel Gandolfo nel 2005, ha raccontato lo stesso sacerdote – l’immagine del mondo di Benedetto e’ ”limitata”: ”con lo spirito vive nel medioevo e non al tempo d’oggi”. Per questo lo studioso svizzero si e’ ”rallegrato” alla notizia delle dimissioni, felicitandosi per lo spirito di una decisione – per cui comunque ha detto di provare ”grande rispetto” – che ”cambiera’ il modo di guardare al papato”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

8 Comments

  1. Castagno12 says:

    Rispondo a Caterina.
    Lei ha inviato due commenti totalmente fuoriluogo.
    Bisogna cercare di capire quello che si legge.

    Stiamo parlando dell’attuale Papa, dello Sato del Vaticano e dei sacerdoti che non hanno rispettato la Legge e la morale.
    Non abbiamo parlato di Fede.

    La Fede, che Lei coinvolge in tutta questa analisi, è una cosa ben diversa che esula dai comportamenti umani riprovevoli e condannabili.

    La Fede sopravvive per motivi che nulla hanno a che vedere con il comportamento di molti sacerdoti (altro che quattro mele marce) e con la gestione dello Stato Vaticano.

    Possiamo affermare che la Fede sopravvive malgrado i danni apportati da quelli che la dovrebbeo difendere e sostenere.

    – Guardi che più che la richiesta dii cambiamenti, si pretende la moralità da parte dei sacerdoti.

    – Guardi che sono i fedeli che sostengono la Fede, non i preti pedofili.
    Le modalità utilizzate da molti sacerdoti, a sostegno della Chiesa, sono tutte da rivedere.

    – Lei è andata oltre il tollerabile scrivendo: ” … e che il danneggiato abbia soddisfazione …. ”

    Guardi che i danneggiati sono i minorenni che hanno subito violenza e i relativi genitori che si sono ritrovati dei figli condizionati per tutta la vita.

    Ci vuole tanta improntitudine definire danneggiato chi ha coperto i responsabili.
    Se pensa di poter smentire ciò che è scritto nel libro che ho indicato, si attivi subito.
    Farà un figurone !

    Lei non si rende conto di non avere Fede, ma un fanatismo incontrollato.

  2. caterina says:

    quante sciocchezze e quanti che montano in cattedra…
    non esiste da nessuna parte una società perfetta e se la chiesa resiste come e più di altre vuol dire che comunque c’è chi la sostiene… questa mania di chiedere cambiamenti a tutti i costi è una pretesa folle perchè chiunque se vuole può abbandonare il campo e comunque rifugiarsi nella propria coscienza… se l’ha fatto perfino il Papa, lo può a maggior ragione fare chi non condivide una comunità in cui non ripone fiducia.
    In fondo chi ha fede, qualsiasi fede, è fortunato perchè è aggrappato a qualcosa che non cade ad ogni folata di vento… e merita rispetto, non condanna.

    • Unione Cisalpina says:

      azzooo … pedofilia e korruzione ad ogni livello kon gli innumerevoli delitti konsumati, x te sono bazzekole… e se, x di + , a kompiere kuesti delitti sono koloro ke ti konfessano sakralmente e komunikano santamente, è mai possibile ke un sussulto non ti kolga x nulla !? …

      non kredo ke kristo lo giustifiki né prediki … mi pare ke li kondanni … tu xò li giustifiki e skusi in nome della fede ke hai e ke, manifesto, non è in Gesù e suoi mandati, ma nei suoi detrattori sakramentati ma dissakranti …

      non è fede in Gesù kuella ke giustifika l’immondo … x kùi ciò ke sopravvive è esattamente l’antikristo… mi pare…

      prova a smentire 😀

      • caterina says:

        non sta a noi credo giudicare, qualcuno cui compete lo farà e comunque chi sbaglia paga prima o poi… io posso solo rattristarmi e sperare che emerga la verità e il danneggiato abbia soddisfazione per quanto possibile.
        Dopodichè, sono cose che purtroppo fra gli uomini accadono da sempre e se succedono in ambienti che dovrebbero essere esemplari il danno è molto più grave e deprecabile… ma la Chiesa sopravvive, nei secoli ne ha viste di tutti i colori…

        • Unione Cisalpina says:

          caterina non fai altro ke peggiorare la tua posizione…

          tu dici ke l’amore trionferà suill’odio e ke la vita prevarrà sulla morte… intanto xò mi assassin kon depravazionei; ke male c’è, la vita prevarrà sulla morte e l’amore sull’odio…solo dio potrà giudikare… sarà mai il tuo, amore alla vita !?

          kos’è ke non kuadra!? kome può essere kompatibile la tua fede nella vita e nell’amore kon il delitto e l’abominio !?

          se Gesù è amore ciò ke sopravvive nel vatikano, nella pratika, è l’antikristo… ovvero l’opposto dell’amore !?

          se kredi nell’amore ed in Gesù non puoi ke ripudiare il kristianesino romano (kattolicesimno) ed il vatikano…

          rifletti bene 😀

  3. Castagno12 says:

    Segnalo il libro di Stefano Livadiotti “I SENZA DIO” – L’inchiesta sul Vaticano – Edizioni Bompiani – pagg. 238 – € 17,50.

    Sul retro di copertina si legge:

    ” – I vescovi fanno la cresta sullo stipendio dei preti, che è pagato da tutti gli italiani. Così nel 2011 si sono messi in tasca 757.677.543 €uro.

    – In Italia la percentuale di pedofili nel clero è 51 volte superiore a quella che si registra tra i maschi adulti.

    – Gli spot dell’otto per mille raccontano frottole: solo il 7,59 per cento dei contributi pubblici al Vaticano finisce in carità ai paesi poveri ….. “.

    Dal capitolo “Lasciate che i bambini vengano a noi”, a pag.157 si legge:
    “Imputato Ratzinger – La nomina a papa gli ha garantito in extremis l’immunità. Altrimenti, il cardinale tedesco sarebbe finito alla sbarra davanti a un tribunale del Texas. Che voleva processarlo per aver assicurato in tutto il mondo una copertura ai preti stupratori. ….”.

    Faccio presente che il Vaticano rappresenta la Religione Cattolica ed è anche uno Stato.
    Non ha il Parlamento – il Papa è un monarca assoluto -, però ha un’attivissima BANCA DI STATO, lo IOR (Istituto Opere di Religione) e ambasciatori chiamati nunzi.

    • Unione Cisalpina says:

      il romanofilo, ovvero il kattoliko, è talmente servoprete ke krede a lui e non alle parole del vangelo … sono inkapaci di rikondurre i sacerdoti alla dottrina… 😀

      non kapisko kosa aspettino a farsi kristiani koscienti, protestanti di tanto obrobrio …

  4. Unione Cisalpina says:

    e speriamo ke i kristiani romanisti nostrani, in specie il klero kattoliko(seskuipedalmente romanofilo) sappiano prendere koscienza del messaggio kristiano ed imparando dai nostri fratelli ke vivono + a nord, si facciano protagonisti finalmente e non servi sciokki d’un padrone k’è la negazione del nostro stesso ideale…

    Roma è suprematika e ladrona Urbis et Orbis materialmente, moralmente e spiritualmente …

Reply to caterina Cancel Reply